Cerca Hotel al miglior prezzo

Teulada (Sardegna): le spiagge, i paesaggi del capo e cosa vedere

Teulada, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Teulada dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Teulada, tra il mare della Costa del Sud e i monti del Sulcis, possiede uno dei territori più vasti della Sardegna e splendide coste selvagge e intatte. Le stupende vedute di cui si gode percorrendo la strada costiera panoramica danno la gradevole e inconsueta sensazione di essere quasi fuori dal mondo.

La costa si sussegue in un continuo alternarsi di piccoli promontori e alte rive, ricoperte dalle mille profumate essenze della macchia mediterranea, Qua e là, quasi a sorpresa, si aprono ampie spiagge dalla sabbia fine e candida che orlano acque trasparenti, alternate a calette piccole e nascoste ma sempre splendide, talvolta raggiungibili solo dai visitatori più attenti. Graniti rossastri e scisti color argento fanno da contrasto alle intense tonalità di un mare sempre limpido.

Le spiagge da non perdere

La spiaggia che assolutamente dovete visitare è la Tuerredda, denza dubbio da inserire tra le spiagge più belle di Sardegna. Per raggiungerla dovete percorrere la strada panoramica daTeulada, fino a 3 Km da Chia. Nelle vicinanze trovate anche la spiaggia e la cala di Sa Perda Longa, e le semi nascoste spiaggia dei Solitari e spiaggia di Ferraglione.

Spostandoci verso occidente troviamo la costa frastagliata di Capo Malfatano, con altre calette (come Cala degli amorucci e Cala Crabittu) e una bella spiaggia. Seguendo la strada panoramica (la Sp 71) trovate spettacolari discese amare da non perdere: Ad esempio merita una sosta la zona di Torre di Pixinni, dove trovate una cava di pietra di epoca punica, e poi la piccola Cala Segreta e la spiaggia di Cala Is Crabas.

Poco più an nord di apre la grande spiaggia di Piscinni, il lido di Porto Larboi e la Spiaggia di Punta Libeccio - Cala Angiolini, sabbiosa sui lati e con qualche roccia nel centro. Altri lidi selvaggi si incontrano fino ad arrivare al Porto turistico di Teulada, ma la prima spiaggia di una certa dimensione si trova a Porto Tramatzu. Qui si può parcheggiare l'auto (costo 5 euro) e magari fre un salto a piedi alla vicina Spiaggia di S'Ortixeddu, anche conosciuta come la Spiaggia degli Americani, per la vicina base militare.

In prossimità di Capo Teulada vi sono alcune delle cale più belle della Costa del Sud, anche se sono raggiungibili unicamente via mare. Tre piccole spiagge a alte dune di finissima sabbia, gli amanti del mare hanno in questi luoghi l'imbarazzo della scelta. Il porto turistico di Teulada offre ampie possibilità di approdo e servizi per i numerosi diportisti che visitano queste coste. Dal porto partono le escursioni per l'Isola Rossa. In luglio e agosto si può visitare, sempre via mare, la bella Spiaggia di Porto Zafferano, selvaggia e dalle sabbie candide, sembara un pezzetto di caraibi trapiantato nel mediterraneo.

L'ultima spiaggia che vi segnaliamo la spiaggia di Porto Pino, posta all'estremità occidentale del territorio di Teulada, magnificamente circondata da un cordone di dune bianche.

I prodotti tipici di Teulada

Teulada è nota per l'artigianato, in particolare del ricamo, originale e raffinatissimo, che arricchisce anche i bellissimi costumi tradizionali maschili e femminili. Nell'antico Punt'e Nù prevalgono i motivi geometrici e le stilizzazioni. Era in origine utilizzato come prezioso ornamento dei polsini e degli alti colletti nelle camicie dei costumi tradizionali maschili, di chiara ispirazione spagnola. L'origine spagnoleggiante è evidente anche nel cappello chiamato comunemente sombrero, unico nel suo genere in Sardegna.

Il Punt'a Brodu è meno antico, tuttavia la sua estrema elaborazione e raffinatezza rendeva colli e polsi delle camicie femminili incredibilmente eleganti, grazie anche ai ricchi pizzi. Oggi l'antica arte del ricamo sopravvive, applicata a tovagliati, asciugamani e altri manufatti per la casa. I motivi dei ricami si ritrovano, in parte, nelle decorazioni delle ceramiche mentre va ricordata la produzione, assai originale, di pipe in terracotta. Ottimi i prodotti alimentari locali, in particolare i formaggi caprini.

  •  

 Pubblicato da - 01 Luglio 2020 - © Riproduzione vietata

News più lette

22 Giugno 2021 Le meduse pił pericolose del Mediterraneo: ...

Il clima sta cambiando, e oramai è assodato come le temperature ...

NOVITA' close