Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Cuglieri

Cuglieri (Sardegna): in viaggio tra archeologia, storia e mare

Pagina 1/2

Siamo nella provincia di Oristano, nella Sardegna centro-occidentale: abbiamo i rilievi del Montiferru alle spalle, una splendida costa fatta di baie nascoste e litorali sabbiosi davanti e le rovine di un'antica città romana sulla quale sorge un bellissimo borgo agro-pastorale, che dal suo altopiano basaltico regala un panorama mozzafiato. Questa incantevole località è Cuglieri, territorio più vasto dell'intera provincia di Oristano, nel quale esiste un perenne dualismo tra la bellezza della natura e il fascino della storia.

Se gli occhi sono infatti catturati dai suoi boschi, dalle scogliere e dalle meraviglie naturali, non si può certo restare indifferenti alla lunghissima storia che ha interessato questa zona, in cui si possono ammirare tanti reperti archeologici di età nuragica ma non solo; sono moltissime anche le testimonianze delle mitiche guerre puniche, della dominazione romana ed ecco che il panorama di Cuglieri si arricchisce di città scomparse, antiche chiese, menhir, dolmen e molto altro, a partire dall'età neolitica.

Le condizioni climatiche particolarmente buone e la presenza di cospicui corsi d'acqua favoriscono gli insediamenti nell'area sin dal 7500 a.C., periodo a cui risalgono numerose domus de janas. Successivamente sorsero nuraghi e dolmen e, in epoca storica, approdarono su queste coste i Fenici, i quali costruirono la città perduta di Cornus, che divenne fulcro della rivolta antiromana della seconda guerra punica.

Durante la dominazione romana fu poi fondata Gurulis nova, costruita intorno al II secolo a.C. e corrispondente all'attuale Cuglieri. Il borgo divenne in età medievale parte del Giudicato di Torres, poi del Giudicato di Arborea, per diventare infine feudo e rimanere tale per molti secoli prima dell'abolizione del regime feudale.

Come potrete immaginare, dunque, con una storia così antica e imponente i siti storici da visitare sono davvero molteplici. Solo per quanto riguarda i reperti archeologici dell'età neolitica e megalitica, vi sono più di 60 nuraghi, i più importanti dei quali sono Nuraghe Maggiore, Oratiddo e Baragiones, e una decina di tombe dei giganti, sparse per tutto il territorio.

Altre grandi protagoniste di Cuglieri sono le bellissime chiese che sorgono numerose su questo territorio. Una delle più ammirevoli è senza dubbio la Basilica di Santa Maria della Neve, che domina sul centro abitato con la sua imponenza e la cui costruzione risale al 1300 circa. Altre splendide chiese sono la Chiesa dei Cappuccini, costruita insieme all'omonimo convento, la Chiesa della Madonna delle Grazie e la Chiesa del Carmelo.

... Pagina 2/2 ... Altro sito storico molto interessante è costituito dalle rovine di "Casteddu Etzu", il Castello del Montiferru, la cui costruzione risale all'epoca in cui Cuglieri era parte del Giudicato di Torres, ovvero nel corso del 1100 e che fu oggetto di numerose e travagliate vicende storiche durante il medioevo.

Protagonista però di questi luoghi, come già detto, è anche la natura, una natura maestosa e rigogliosa ricca di punti di grande interesse, perfetti per una bella vacanza a base di escursioni. Poli d'attrazione sono la Cascata di Massabari, i Boschi di Su Monte, la Pineta di Is Arenas e, naturalmente, le bellissime spiagge che percorrono la costa, tra le quali le più conosciute sono appunto quella di Is Arenas e le spiagge di Santa Caterina, S'archittu e Torre del Pozzo, oltre alla bellissima spiaggia calcarea di Santa Caterina di Pittinuri.

Numerose sono, infine, le feste e le sagre che animano la vita di Cuglieri durante l'anno e che, nella grande maggioranza dei casi, sono a sfondo religioso. Si citino ad esempio i Fuochi in onore di Sant'Antonio Abate, che il 17 gennaio di ogni anno riscaldano Cuglieri e altri centri della Sardegna attraverso numerosi falò. Il principale del paese si svolge in piazza Santa Croce e, per l'occasione, fanno la loro prima apparizione anche i Sos Cotzulados, ovvero le maschere carnevalesche di Cuglieri.

A sfondo culinario sono invece due gustosissime sagre: la Sagra del vitello arrosto, che cade ogni 13 agosto, e la Sagra delle panadas, dedicata a questo squisito piatto locale a base di pasta sfoglia, carne e verdure.

Per arrivare a Cuglieri, è necessario percorrere la Strada Statale 292, che da Oristano va verso Cuglieri. La città si trova a circa 40 km dallo svincolo per Oristano-Bosa-Alghero ed è anche ben servita da linee autobus.

close