Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Nerano

Nerano (Campania): mare e spiagge sulla Costiera Amalfitana

Pagina 1/2

Punto d’incontro fra la Costiera Amalfitana e la Costiera Sorrentina, Nerano – frazione del comune di Massa Lubrense in provincia di Napoli - s’impone come ridente ma assai tranquilla località balneare la cui atmosfera spumeggiante rasserena e tonifica l’umore di chi scappa letteralmente dalla città per respirare un po’ di iodio.

Con la radice nell’entroterra, prolunga l’abitato verso il litorale estendendo le sue punte di meraviglia come a cercare refrigerio nella baia, un angolo di eden trattandosi di un pezzo di prestigiosa territorialità campana.

Già, la Campania rivelatasi in quest’area non potrebbe davvero essere più bella di così, turistica, mondana e persino eremitica sebbene ciò possa risultare a tutti gli effetti una sorta di paradosso. Eppure la rarità a Nerano diviene quotidianità asservita al benessere, ovvero allo star bene di quanti scelgono i paesini della costiera per staccare la spina in estate e trovare scampoli di salvezza in inverno incontrando calda brezza marina ed effluvi di giocosi inviti al maestoso riposo. Immergendosi nel tipico paesaggio litoraneo si finisce con l’arricchirsi di estasi, sicché in alcuni particolari periodi tutto fiorisce e splende tanto nelle spiagge quanto nelle immediate superfici parcali.

Da lontano si può scorgere Nerano contribuire a comporre un panorama fatto di macchie verdi e sconfinatezze azzurre, case abbarbicate sulle colline e funamboliche strade che tracciano curve serpeggianti a regalare scorci indimenticabili comprendenti fra gli altri Capri, Sorrento e Amalfi.

Cosa vedere a Nerano

E’ perciò consigliato anche solo un weekend in quello ch’è un pittoresco paese prima ancora che una località prospiciente al Tirreno. Come tutti gli agglomerati rurali, Nerano si visita attraverso tour aventi le sembianze accomodanti di itinerari a volte casuali, a volte studiati per la soddisfazione di coloro che coniugano il piacere della passeggiata con l’attenzione da riservare a specialità attrattive artistiche, architettoniche e agresti.

... Pagina 2/2 ... Una di queste si scopre essere la Chiesa di San Salvatore, edificio religioso a tre navate dotato di crociera e abside con impianto medievale ampliato fra il XVII e il XIX secolo per far posto alla Cappella di Santa Filomena e per ospitare un numero definito di 5 altari. D’uso privato è un esempio di sfarzosa unità abitativa residenziale, cioè la Villa dell’architetto Arrigo Marsiglia.

Mare e spiagge

Molto vi è da dire a riguardo delle incantevoli spiagge che coronano Nerano procedendo sia a ovest sia a est. Molte di queste, per le asperità dei promontori e i difficili accessi, sono raggiungibili soltanto via mare ma proprio per tale motivo il loro valore aggiunto di lido incontaminato schizza alle stelle, inviolato e salubre. Vicinissima alla frazione si pone Marina del Cantone con il suo lindo parterre di calette ciottolose, poi di notevole c’è Recommone, tappa di un sentiero piacevolissimo che incontra natura, piccoli boschetti e una storica torre di guardia quattrocentesca, eretta come tantissime altre per presidiare all’epoca il mare e prevenire attacchi da parte di pirati saraceni.

La Baja di Jeranto

Proseguendo lungo la costa si arriva a Crapolla, grazioso approdo di pescatori strutturato come un fiordo, la cui acqua trasparente specchia il cielo offrendo un impatto visivo stupefacente, foriero di emozioni uniche. Se decidiamo di dedicarci a qualche giorno di intensa esplorazione, non scordiamoci di imboccare il sentiero conducente alla Baia di Jeranto, che parte direttamente dalla piazza centrale di Nerano: ha il vanto di essere l’unica baia intatta della penisola sorrentina e questo spiega la sua appartenenza al FAI – Fondo Ambiente Italiano. Il percorso, alquanto stimolante, attraversa addensamenti di roccia, uliveti lussureggianti e macchie boscose senza mai perdere di vista i Faraglioni capresi, Punta Campanella e Punta Licosa.

Con un mare tanto azzurro ad ammiccare, è fortissima la tentazione di un tuffo estemporaneo, una gita in barca (per le grotte e le insenature che preludono alla magnificenza di Positano) o una divagazione subacquea. Ancor più suadente è il richiamo delle “sirene di Ulisse” sottoforma di eleganti ristoranti dove si cucina prevalentemente pesce fresco e verdure di stagione: imperdibile l’antica ricetta degli Spaghetti alla Nerano, il cui sapore è enfatizzato da un trionfo di zucchine inebrianti e profumate.

Come arrivare a Nerano

In auto, dall’Autostrada A3 Napoli – Salerno occorre uscire a Castellamare di Stabia e imboccare la SS 145 fino a Meta di Sorrento, da cui seguire le indicazioni per Sant’Agata e successivamente per Nerano; dalla stazione di Napoli Centrale parte il treno della Circumvesuviana diretto a Sorrento, poi dalla cittadina bisogna salire sull’autobus SITA che raggiunge Nerano a due fermate dal capolinea; l’aeroporto di riferimento è il Napoli Capodichino collegato a Sorrento da navette bus Curreri.

loading...
close