Cerca Hotel al miglior prezzo

Sorrento: vacanza nella perla della Campania

Pagina 1/2

Fondata dai greci, popolata dagli etruschi, influenzata dagli oschi, arricchita dai romani, combattuta dai saraceni. Presa dai normanni e saccheggiata dai turchi: questa, in breve, la storia di Sorrento, città di circa 16 mila abitanti appollaiata lungo la costa nord-occidentale della penisola a cui dà il nome.

Situata a circa 47 km da Napoli, capoluogo campano, Sorrento si sviluppa su un elevato terrazzamento di tufo, che affiora da una rigogliosissima vegetazione e si staglia contro un cielo limpido che si confonde col mare. Ai suoi piedi un litorale frastagliato, costellato di spiagge e calette dal sapore familiare, scivola verso il mare cristallino del golfo: è questo l’aspetto più affascinante di Sorrento, che attrae ogni anno migliaia di turisti e li fa innamorare.

Ma il centro vero e proprio della città non è da meno, abbarbicato sul suo scoglio a circa 50 metri d’altitudine: qui le viuzze strette e antiche si contorcono su sé stesse e accompagnano il visitatore in una passeggiata appassionante, alla scoperta delle piccole meraviglie cittadine. Uno degli edifici più imponenti di Sorrento è la cattedrale dei santi Filippo e Giacomo, realizzata nel XVI secolo ma restaurata completamente durante il XVIII secolo, scrigno ricco di opere d’arte pregiate e di suppellettili religiose di grande valore.

Il tour degli edifici di culto può continuare con la visita della Basilica di Sant’Antonio, sita nella centrale Piazza Tasso di fondazione antichissima, che conserva le reliquie del santo patrono della città oltre a diverse opere d’arte degne di nota. Tra i palazzi civili spicca invece il Sedil Dominova, uno degli edifici più eleganti e importanti di Sorrento, sede di alcune associazioni cittadine. Chi volesse conoscere meglio la storia delle origini sorrentine, potrà visitare il Museo Archeologico George Vallet, allestito all’interno di un bel palazzo dell’Ottocento immerso in un rigoglioso parco pubblico: qui una ricchissima collezione di reperti archeologici ritrovati lungo il Golfo di Sorrento fa bella mostra di sé, e accompagna il visitatore in un appassionante percorso attraverso i secoli.
Dal centro cittadino si può godere di panorami straordinari sul Golfo di Napoli, con l'inconfondibile profilo del Vesuvio a suggellare l'orizzonte a nord. I punti migliori per fotografie indimenticabili sono il giardino della Villa Comunale e il Belvedere del Museo Correale di Terranova. Come regola generale la mattina è il momento migliore per le fotografie, il pomeriggio il paesaggio è in controluce, ma diventa affascinante per i contrasti, al tramonto.

Da vedere anche il Museo Bottega della Tarsia Lignea, dove stupendi esemplari di tarsie lignee illustrano una tradizione molto importante per l’economia cittadina di un tempo. La tradizione più genuina sopravvive anche nelle manifestazioni e nelle feste popolari che periodicamente vengono organizzate a Sorrento nel corso dell’anno: ad esempio la Fiera di Sant’Antonio è un importante mercato di merci varie che si tiene verso metà febbraio e dura due giorni. Per l’occasione le strade della città si affollano di bancarelle, ricche di oggetti artigianali, piante, fiori e specialità culinarie tipiche della zona. L’evento religioso più sentito e atteso è invece la processione del Venerdì Santo, ripetutasi nel corso dei secoli sin dal medioevo.
... Pagina 2/2 ...
Infine, Sorrento è sede di una celebre rassegna dal nome “Incontri Internazionali del Cinema”, giunta nel 2008 alla sua 43° edizione.

Sorrento è una località perfetta per compiere escursioni lungo le mete principali della Penisola Sorrentina. Ci sono percorsi per escursionisti che possono espolorare i percorsi sui monti Lattari, compresa la cima del Monte Faito.
Per chi ama una vita più comoda ci sono le rilassanti escursioni in barca per scoprire gli angoli più remoti e nascosti della costa che va da Marciano alla Punta Campanella e da questa fino alla costiera amalfitana. Altre escursioni si possono effettuare a Capri, con classica visita ai faraglioni e la Grotta Azzurra, come molto gettonate sono del resto le gite ad Ercolano e Pompei.

A completare il panorama idillico della cittadina campana contribuisce, infine, un clima mediterraneo amabile, mite in ogni stagione, caratterizzato da estati calde ma non afose, sempre accarezzate dalla brezza marina, e inverni freddi ma non molto rigidi. Le temperature medie, infatti, vanno in luglio e agosto da 18°C di minima a 29°C di massima, e in gennaio variano tra 4°C e 12°C. Le piogge sono pressoché assenti nei mesi estivi, mentre si concentrano soprattutto in inverno: il mese più piovoso è dicembre, con una media di 13 giorni di maltempo sul totale.

Le soluzioni e i mezzi utilizzabili per raggiungere Sorrento sono vari: la città è infatti attraversata dalla Strada Statale Sorrentina, che in paese prende il nome di “Corso Italia”; inoltre la sua stazione ferroviaria è capolinea della ferrovia Circumvesuviana diretta a Napoli. L’aeroporto più vicino è quello di Napoli, ben collegato con le principali città europee e con i maggiori aeroporti italiani, e Sorrento possiede anche un piccolo porto, chiamato Marina Piccola.
loading...
close