Cerca Hotel al miglior prezzo

Striano (Campania), l'antica cittą della Valle del Sarno

Striano, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Immerso nella tranquillità e nel fascino della Valle del Sarno, il comune di Striano si presenta come piccola ma interessante località in cui a fare da sfondo è l’imponente natura del Parco regionale del fiume Sarno, una delle aree protette più belle della Campania.

Striano ha una storia antichissima, le cui origini risalgono alla remota età del ferro, come testimoniano l’antica necropoli e i molti reperti recuperati sul territorio nel corso del tempo. Le testimonianze non mancano anche per quanto riguarda la successiva presenza degli Etruschi, dei Sanniti e soprattutto dei Romani, dai quali pare derivare il toponimo “Striano”.

A causa di infausti eventi naturali quali l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., questo territorio rimase disabitato per un certo periodo, ma la vita pian piano ricominciò e le notizie risalenti all’alto medioevo ci dicono che Striano in quel periodo fu parte della Contea di Caserta e in seguito di quella di Sarno.

Dal XIII fino al XV secolo, Striano passò per diverse proprietà tra cui gli Orsini, ai quali si deve la costruzione della cinta muraria intorno al borgo, e i De Marinis, che detennero il potere fino all’abolizione del sistema feudale agli inizi del XIX secolo. In seguito, Striano si delineò nei suoi contorni urbanistici, acquisì autonomia politica e seguì le vicende che scossero il territorio italiano fino a diventarne ufficialmente parte con l’Unità d’Italia.

Dal punto di vista turistico, l’offerta di Striano è davvero ampia tra arte, architettura e folclore, a cominciare dalle sue splendide chiese. Tra queste, la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, Chiesa Matrice, è sicuramente la più importante. Costruita nel ‘500 sulle rovine di un’antica chiesa precedente, essa conserva al suo interno diverse opere di discreta importanza dal punto di vista artistico, come una Madonna con Bambino del pittore cinquecentesco Protasio Crivelli.

Altre splendide chiese davvero degne di nota del territorio strianese sono la Chiesa della Beata Vergine Maria de' Sette Pianti, la Cappella della Beata Vergine Maria di Costantinopoli e l’antica Chiesa Parrocchiale di San Severino Abate, la cui costruzione risale presumibilmente al XII secolo.

Terminata la visita a queste belle chiese, potrete procedere verso i monumenti di Striano, tra cui spiccano il Monumento alla Pace e alla Speranza di Piazza Caduti e l’Arco di San Nicola, la cui importante storia risale al medioevo. Essa è infatti l’unica rimasta delle porte che componevano la cinta muraria fatta costruire nel XV secolo dai conti Orsini. Meritano una visita, infine, gli eleganti palazzi Perna, Filippetto Marino e la Villa De' Sparano – Pisani, un antico palazzo baronale costruito nel XIV secolo per i conti Orsini.

Striano è dunque una città ricca di storia, ma anche di folclore e tradizioni più o meno antiche, rigorosamente celebrate dai cittadini durante il corso dell’anno. Tra le feste più interessanti, spicca ad esempio quella di Sant'Antonio Abate, il protettore degli animali, che viene onorato ogni 17 gennaio con diversi falò in varie zone del paese, i cosiddetti “focaroni” presso i quali si usa ritrovarsi tutti insieme e consumare un pasto a base generalmente di pasta con fagioli e vino.

Rimanendo in tema di feste religiose, altrettanto interessante è la Festa della Candelora, in cui i fedeli usano riunirsi nella Còngrega del Santissimo Crocifisso per ricordare la Presentazione di Gesù al Tempio e benedire delle candele, che vengono poi tenute in mano durante la processione fino alla Chiesa Matrice.

Tra le feste non religiose, invece, particolarmente degne di nota sono il coloratissimo Carnevale e la Sagra del Pomodoro San Marzano, un evento unico all’insegna della gastronomia, della valorizzazione del territorio e dei suoi fantastici frutti, quali il celebre pomodoro.

Per arrivare a Striano in auto da Napoli, occorre percorrere la A3/E45 in direzione zona industriale San Giovanni, uscire a San Giovanni, imboccare la A1/E45 e prendere l'uscita in direzione Napoli Centro Direzionale. Continuare poi sulla SS162DIR e imboccare la A16/E842, seguendo le indicazioni per Salerno e poi per Sarno-Palma Campania. Girare quindi a destra per la SP74 ed entrare in Striano.
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close