Cerca Hotel al miglior prezzo

Zogno (Lombardia): le grotte e la visita alla cittą della Val Brembana

Zogno, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nella bassa Valle Brembana, in provincia di Bergamo, sorge l'abitato di Zogno, ad una settantina di chilometri da Milano.

Storia

In quanto Comune rurale, Zogno esiste di sicuro sin dalla fine del 1100. Sotto la dominazione di Venezia, poi, il centro acquisì una notevole importanza, con la popolazione impiegata principalmente nell'agricoltura, nella filatura della lana, nella pastorizia e nella tessitura dei panni.

Nel 1773 nella frazione di Poscante, nacque colui che sarebbe diventato noto come il Robin Hood italiano, Vincenzo Pacchiana, un brigante che rubava ai ricchi per sostentare i poveri. Il 16 febbraio del 1928, un Regio Decreto sancì l'annessione al Comune di Zogno dei paesi di Spino al Brembo, Somendenna, Endenna, Grumello de' Zanchi e Poscante.

Cosa vedere a Zogno e dintorni

La prima tappa di un tour è la Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo, risalente al XV secolo e costruita sulle rovine di un castello medievale che fu distrutto dai Visconti in seguito alla pace di Lodi; all'interno dell'edificio sono presenti i "Misteri del Rosario" realizzati da Francesco Zucco, un dipinto di Santa Margherita da Cortona portato a termine da Vincenzo Angelo Orelli e una "Madonna col Bambino" di Francesco Lavagna.

Interessante è il Museo di San Lorenzo, in cui sono raccolte numerose testimonianze religiose della valle, anche se non si tratta della sola istituzione museale del paese: qui infatti, è presente anche il Museo della Valle, che ospita reperti concentrati sulla vita contadina e agricola locale.

Per gli appassionati di architettura, merita particolare attenzione Villa Belotti, realizzata all'inizio del secolo scorso da Giovanni Barboglio e acquistata da Bortolo Belotti nel 1913.

Interessanti anche le Grotte delle Meraviglie, che possono essere percorse per una settantina di metri. Sono state una delle prime grotte d'Italia aperte al turismo.

Le Terme di Bracca

Zogno, però, è soprattutto la sede delle Terme di Bracca, tra le più apprezzate della Lombardia: in località Ambria sgorgano le fonti minerali Bracca e Flavia, a monte dell'Orrido di Serina. L'acqua Bracca è conosciuta fin dai tempi più antichi in virtù della sua purezza: un tempo i nobili milanesi venivano qui per sottoporsi alle cure idropiniche, ma anche Papa Giovanni XXIII ha avuto modo di provarle direttamente.

Oggi la struttura termale si estende su una superficie di più di 15mila metri quadri, mentre chi vuole soggiornare per più giorni ha la possibilità di farlo presso l'albergo Fonte Bracca, sorto in un edificio in stile liberty costruito nel 1911. Le acque termali sono in grado di curare disturbi del metabolismo e patologie dell'apparato intestinale, ma sono consigliate anche per le donne in dolce attesa, per i soggetti diabetici e per chi soffre di patologie renali.

Eventi, sagre e Manifestazioni

Tra gli eventi organizzati si ricorda la Festa della Terza Età, ormai in programma da oltre venti edizioni, che si caratterizza per l'allestimento di spettacoli teatrali in dialetto ed eventi dedicati. L'iniziativa, che si avvale del patrocinio dell'assessorato ai Servizi Sociali e alla Famiglia, prevede anche camminate e incontri dedicati al benessere fisico degli anziani.

Nella frazione di Stabello, invece, nel mese di settembre va in scena la Festa della Taragna, manifestazione dedicata ai golosi che desiderano assaporare le carni di capriolo e di cinghiale accompagnate da una fetta di polenta. La sagra è meta di turisti in arrivo da ogni angolo della Lombardia e perfino dall'estero.

A novembre è la volta di Sapori e Cultura, una rassegna di carattere gastronomico e culturale. In estate, la Sagra di San Lorenzo coniuga, a cavallo tra la fine del mese di luglio e l'inizio del mese di agosto, sacro e profano, con la devozione al santo patrono del paese che viene abbinata a un ricco programma, che include - tra l'altro - esibizioni di cover band, serate danzanti, spettacoli con fuochi d'artificio, tombolate, concorsi di canto e serate gastronomiche con prodotti tipici del posto.

Come arrivare a Zogno

Per giungere in auto, è necessario percorrere l'Autostrada A4 e uscire a Dalmine, seguendo le indicazioni per la Valle Brembana e poi per Villa d'Almè. Una volta giunti ad Almè, è sufficiente seguire per Zogno - San Pellegrino.
  •  

 Pubblicato da - 14 Settembre 2017 - © Riproduzione vietata

News più lette