Cerca Hotel al miglior prezzo

Taceno (Lombardia): visita al paese dell'alta Valsassina

Taceno, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

In Alta Valsassina, ai piedi del Cimone di Margno e dei pendii del Monte Muggio, sorge il paesino di Taceno, posto ad una altitudine di 554 metri nel punto in cui la strada per andare a Bellano e le magie del Lago di Como, si separa da quella che conduce a Premana.

Storia e origine del nome

Il paese ha origini molto antiche, come confermano le prime testimonianze risalenti al Duecento: si tratta di un codice di quel periodo in cui si fa riferimento alla chiesa di Santa Maria in Taxeno.

Di certo si sa che il territorio nel Quattrocento accolse una vicepretura e una podesteria, mentre a metà del XVIII secolo fu sede di una delle due cancellerie della Valsassina. In questo periodo gli abitanti erano soliti trasferirsi a Venezia per trovare lavoro, ma la popolazione locale era piuttosto benestante.

In seguito alla nascita del Regno d'Italia, Taceno venne scelto come sede ufficiale del Cantone della Valsassina.

Le Terme di Tartavalle

Da non perdere, a Taceno, sono le Terme di Tartavalle, le cui acque furono analizzate per la prima volta nella prima metà del XIX secolo. Le terme si sviluppano lungo il corso del Pioverna: ad esse si deve il primo movimento turistico in Valsassina, al punto che alla stazione di Bellano si decise di aggiungere la scritta Tartavalle Terme. Le acque curative in passato venivano sfruttate per il trattamento delle malattie della pelle e per la cura dei disturbi allo stomaco e al fegato. L'impianto è stato abbandonato negli anni '80 del secolo scorso, per poi essere ripreso nel 2007, con la produzione di acqua che è stata affiancata a quella della birra.

Cosa vedere a Taceno

Per quel che concerne i monumenti, il più prestigioso è la Chiesa di Santa Maria Assunta, il cui edificio fu ristrutturato nel XVIII secolo, periodo in cui fu alzato il campanile: al suo interno è presente un organo antico costituito da 619 canne, ma si possono ammirare anche un crocifisso di Giovanni Bellati e la "Gloria della Vergine" realizzata dal Tagliaferri.

L'oratorio della Confraternita del Santissimo, risalente al 1855, mette in mostra uno stile neoclassico e accoglie l'affresco di un Buon Pastore.

Per gli amanti della natura Taceno può essere un punto di partenza ideale per numerose passeggiate ed escursioni, alla scoperta dell'alta valle fino a Premana. Seguendo l'antica mulattiera della Bissaga si può arrivare a Parlasco, mentre lungo la mulattiera della Bagnala si ha l'opportunità di raggiungere Vendrogno.

Chi preferisce dilettarsi con la pesca sportiva, invece, può apprezzare un lungo tratto del Pioverna, il torrente che bagna il paese. Non bisogna dimenticare che una parte del territorio rientra nel Parco regionale della Grigna Settentrionale.

In generale, le escursioni sono alla portata di tutti, con itinerari facili che consentono di apprezzare panorami molto ampi. Taceno sorge a poco più di 500 metri sul livello del mare: per un itinerario non troppo proibitivo si comincia dalla piazza della chiesa, per poi proseguire lungo la via del cimitero, scendere al ponte sulla Valresina e inoltrarsi nel bosco fino ad Assogno; da qui si possono osservare i padiglioni delle terme.

Continuando lungo la carrareccia, ci si imbatte in una fonte e poi in Villa Margherita; al bivio successivo si arriva al vecchio e suggestivo - ma romantico - paese di Comastira. Grazie all'iniziativa "Una finestra sul passato", negli ultimi anni sono stati affrescati i muri del paese, con tredici disegni che si propongono l'obiettivo di raccontare la storia della valle.

Eventi, sagre e manifestazioni

Per quel che riguarda gli appuntamenti culturali di Taceno, nel mese di agosto in Piazza Roma si svolge la festa ecuadoregna, a cura della comunità ecuadoregna residente, con degustazioni, balli e musiche. Particolarmente sentita è la solennità della Beata Vergine Assunta, con la messa solenne e la processione dedicata alla Madonna della Neve il giorno di Ferragosto.

Come arrivare

Per giungere a Taceno in auto è necessario percorrere la Statale 36 in direzione Lecco e poi Colico; una volta usciti a Bellano, si devono seguire le indicazioni per Taceno. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Lecco, mentre i collegamenti con gli autobus sono gestiti dalla SAL di Lecco.
  •  

 Pubblicato da - 13 Settembre 2017 - Riproduzione vietata

News più lette

close