Cerca Hotel al miglior prezzo

Cadrezzate (Lombardia): la spiaggia e il lago di Monate

Cadrezzate, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Trovarsi sulle sponde di un lago è semplicemente fantastico, ma averne un altro “di riserva” risulta addirittura un’esagerazione. La situazione geografica di Cadrezzate rispecchia tale assunto, poiché questo paese in provincia di Varese in Lombardia si affaccia sul lago di Monate – dichiarato il più pulito d’Italia entro una suggestiva conca prealpina – distando pochissimi chilometri da un bacino naturale ben più grande, il lago Maggiore.

Doppio bagno, doppio godimento, dunque, ne sarà strafelice il turismo lacustre, non abituato alla maestosità di una proposta naturalistica “al rilancio”. Il Sabbione, uno fra gli Antichi insediamenti sulle Alpi, è dal 2011 iscritto nella lista dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Storia

Nel corso dell’800 e del ‘900 si è potuta delineare una profonda radiografia di quella che fu la storia antica del Comune, rilevando chiare tracce di insediamenti e passaggi riconducibili senz’ombra di dubbio a tribù preistoriche, nomadi celti e popolazioni romane che hanno disseminato letteralmente il territorio di reperti perennemente oggetto di studio. L’esistenza dell’abitato siffatto è tuttavia riscontrabile solo a partire dalla fine del X secolo d.C., tramite la lettura di un documento che riconosce Cadregiate, possedimento arcivescovile svezzato da attività quali l’agricoltura, la raccolta di frutta, pesca e caccia, propensioni che diedero vita alla formazione vera e propria di un villaggio alla stregua delle caratteristiche di urbis, ma con uno sviluppo ancora ibrido.

Una scossa notevole la diede la contesa fra i Torrioni e i Visconti, che si diedero lungamente battaglia fino allo scontro risolutivo del 1277, in cui a trionfare a beneficio dell’imperatore Ottone furono i secondi non senza evidenti difficoltà e capovolgimenti di fronte. Una nuova ombra di anonimato storico si abbatté su Cadrezzate fino al 1567, anno nel quale il paese contava più o meno 283 residenti con un’età media di 20 anni, ergo una popolazione inaspettatamente molto giovane.

Cosa vedere a Cadrezzate

Gli abitanti di allora, fino a oggi, hanno contribuito sensibilmente a implementare il nucleo urbano con edifici ritenuti una valida ossatura per il tessuto odierno, imperniato su costruzioni di riconosciuta rusticità. Al tardo Ottocento va attribuita Villa Bozza Quaini, posta sul lato settentrionale di Piazza Garibaldi, mentre è settecentesca la Stal de Mantue, con i suoi lunghi ballatoi e i voltini in mattone abbelliti da un meticoloso restauro.

In vicolo Cantone si distingue la Cascina Tumè, poco distante da Piazza Davi e la sua Chiesa di Santa Margherita, magnifica parrocchiale di matrice duecentesca. Girovagando lungo gli itinerari cittadini, si incappa spesso e volentieri in altre tenute cascinali che hanno conservato il primigenio aspetto, Cascina Mercul e Cascina Fitaul in primis, più antica delle quali è Cascina Castello, derivata da un maniero avente presumibilmente funzioni di difesa (lo testimonierebbero solide mura e barriere d’imprinting militare).

Il Municipio stesso si era inizialmente affermato come tenuta rurale, adibito in parte a Cantina. Altri vecchi caseggiati sono oggi diventati locali pubblici, come l’ex Trattoria del Leon d’Oro e il Ristorante Vecchio Mulino. La pletora di vecchie cascine culmina in una residenza di altro genere, l’elegante Villa Letizia, aggraziato complesso novecentesco assai dissimile dalla Stal di Butan, dalla Stalet e dalla Stalun.

Piccolo tesoro comunale pare la Cappella di Sant’Antonio, riedificata completamente in cemento ma massicciamente decorata a graffiti: emblematici quelli della Natività e dei Magi, sorprendenti altri che, ai lati della statua lignea di Sant’Antonio, raffigurano aggraziati angeli in posa.

A Cadrezzate ha sede l’Ecomuseo dei Laghi varesini, che documenta anni di preservazione e regolamentazione di un turismo ecosostenibile mirato all’inviolabilità di un comprensorio naturale fruibile con logica e maturo senso di civiltà e rispetto secondo precetti dettati dalla lista ONU Agenda 21.

Le spiagge

Aderiscono perciò le spiagge balneabili attrezzate del Larice Club e de La Playa, veri e propri stabilimenti lacustri dove passare le belle giornate d’estate rinfrescati dalle limpide acque del Monate.

Il crossodromo Acqua Negra è uno dei circuiti più conosciuti del Nord Italia, frequentato ogni anno da centinaia di appassionati.

Come arrivare a Cadrezzate

Provenendo da Varese in auto, si può prendere la SS 394 verso Ispra, che dirama nei comuni tutt’intorno; Cadrezzate ha una sua stazione ferroviaria; in autobus è attiva la direttrice Varese-Angera - Sesto Calende - Milano della società Autolinee Varesine; l’aeroporto di riferimento è il Milano Malpensa, non molto distante.

  •  

News più lette

close