Cerca Hotel al miglior prezzo

Re (Piemonte): la storia, la Madonna del Sangue e la visita al villaggio

Re, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Bastano due lettere per aprire un forziere dal quale una molteplicità di gioielli architettonici affiora dando piena sostanza a una località del Piemonte assolutamente valorizzata da somma bellezza.

Re ha un nome corto come corta risulta essere la sua storia, che ebbe inizio con l’accorpamento nel 1928 dei comuni di Folsogno, Dissimo, Olgia, Villette e, appunto, Re.

La storia della Madonna del Sangue

L’abitato conta 720 anime appena, imperla la Val Vigezzo insita nel Verbano-Cusio.Ossola e si raccoglie armoniosamente intorno al suo monumento ecclesiastico più rappresentativo, ovvero il Santuario della Madonna del Sangue, a sua volta incorniciata da un aulico paesaggio in cui diverse montagne ricoperte da boschi, faggete, pinete e prati sterminati si prendono per mano come a voler recare omaggio al “gigante dormiente”, l’imponente Monte Gridone.

Quando si visita Re, gli occhi sono tutti inevitabilmente puntati su quel magnifico tempio eretto per la venerazione della Madonna del Latte in seguito al grande miracolo avvenuto nel 1494: allora un affresco raffigurante l’icona sacra si mise a sanguinare per venti giorni dopo il lancio di una pietra al suo indirizzo (si dice da parte di Giovanni Zuccone, giocatore di piotelle), un fatto la cui credenza è suffragata da documenti che ne attestano la veridicità con tanto di certificazione notarile. Le reliquia è ben conservata e attorno a essa si decise di costruire nel ‘700 un altare marmoreo intarsiato dotato di balaustra semicircolare ritenuto un pezzo d’arte inestimabile di scuola lombarda. L’altare corrisponde certamente a un’opera estremamente preziosa, adorna di due angeli in marmo bianco inseriti nella complessiva adorazione dell’affresco; a essi si aggiunge un gruppo di sei putti situati sulla cuspide per sorreggere la corona della Madonna. Il tabernacolo custodisce una parte del sangue che scese dalla fronte della Vergine affrescata.

Il Santuario offre uno scenario di completo raccoglimento, l’ambiente segue rigorosamente lo stile corinzio e una sola navata attraversa la grande aula sovrastata dalla maestosa cupola alta ben 51 metri, fatta per sorprendere i turisti. Questo monumento di riconosciuta eleganza cristallizza in breve la spiritualità e la devozione che sono proprie della popolazione locale, sensibile alle tematiche cristiane e alle sue figure. Affianco alla struttura sorge la Casa del Pellegrino, sede del Museo diocesano ove sono esposti svariati oggetti liturgici ed ex voto.

Cosa vedere a Re

È pur vero che l’architettura ecclesiastica qui si manifesta anche sotto altre forme, per esempio quella della Chiesa Parrocchiale della Visitazione di Maria Vergine sorta in frazione Olgia, mentre molto più centrale a Re si staglia la Parrocchiale di Santa Caterina, il cui portico a tre archi dà un deciso benvenuto al fedele che intende entrarvi.

Ecco poi l’Oratorio di Sant’Antonio a Dissimo e l’Oratorio di Santo Stefano presso Folsogno.

Dei tanti ponti che in passato sono stati progettati da queste parti, oggi sopravvive il Ponte del Maglione.

Chi viaggia deve provare l’esperienza della ferrovia DomodossolaLocarno, più comunemente detta Ferrovia delle Centovalli, linea tra le più suggestive del comprensorio alpino in quanto permette di attraversare aree boschive, altopiani erbosi e zone presiedute da ghiacciai, cascate, vecchi alpeggi e paesi silenti, insomma tutto reso possibile da un chiaro capolavoro di ingegneria civile.

Uno dei momenti più suggestivi per vivere questa meraviglia dell'ingegneria ferroviaria è il periodo del Natale, usufruendo del treno panoramico dei mercatini di Natale, che fa proprio tappa a Re.

Come arrivare a Re

Percorrere l’Autostrada A26 e proseguire sulla Superstrada del Sempione; la stazione di Re è situata vicinissima al paese sulla linea ferroviaria Domodossola – Locarno; l’aeroporto di Milano Malpensa è il più vicino alla località.

  •  

News più lette