Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Giulianova

Giulianova e il suo lido, vacanze nel mare d'Abruzzo

Pagina 1/2

I confini sono disegnati, a nord, dal fiume Salinello e, a sud, dal Tordino; ad occidente c’è una schiera di paesi, cittadine e borgate affascinanti, che accrescono il valore storico della zona, mentre a oriente, vero protagonista di questo lembo d’Abruzzo, c’è un mare Adriatico celeste e invitante. Siamo a Giulianova, città di circa 23 mila abitanti in provincia di Teramo, rinomata meta balneare e scrigno di inaspettate bellezze artistiche e architettoniche.

Si tratta, a dire il vero, dell’unione di due agglomerati: la vera e propria Giulianova e Giulianova Lido, che costituisce la parte vicina al mare nonché la più amata dai visitatori d’Abruzzo e di tutta Italia. Se nella parte centrale, più alta, si concentrano gli edifici storici, qui si innalzano le costruzioni più moderni e gli stabilimenti balneari, e vi si trovano i locali in cui divertirsi la sera o gustare ottimi piatti a base di pesce fresco.

La pesca, in effetti, è tra le attività tradizionali che sopravvivono tuttora a Giulianova, anche grazie alla presenza di un importante porto, con due moli e due banchine, un pontile e lo spazio per ospitare circa duecento imbarcazioni, in gran parte destinate proprio alla pesca.
Ma sin dagli anni Settanta del XX secolo a farsi largo tra le attività principali è stato il turismo, già attivo alla fine dell’Ottocento e a inizio Novecento, quando sul lungomare comparvero le prime ville e residenze estive volute dall’aristocrazia e dalla borghesia dell’Abruzzo.

In seguito arrivarono i moderni stabilimenti, gli alberghi, le zone residenziali composte principalmente da seconde case, e divenne sempre più famosa la bella spiaggia di Giulianova, con la sua sabbia fine e candida e i servizi curati, che per molti anni di seguito le hanno fatto guadagnare la Bandiera Blu per le acque pulite e la qualità dell’offerta turistica. Anche il buon clima di mare fa la sua parte per rendere la località più ospitale, più luminosa e più godibile in ogni stagione, specialmente in estate. Qui c’è un clima di tipo temperato caldo, con inverni tiepidi e estati calde ma non torride, con un sole generoso e precipitazioni limitate ai mesi invernali. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, sono generalmente comprese tra i 5°C di minima e gli 8°C di massima, mentre in luglio e agosto si passa dai 24°C ai 26°C.

... Pagina 2/2 ... Ma la spiaggia non è il solo scenario delle vacanze Giulianova: il centro storico regala scorci incantevoli e opere architettoniche degne di nota, come il Duomo di San Flaviano con le sue linee rinascimentali maestose. Dedicato al Santo Patriarca di Costantinopoli, le cui spoglie giunsero qui prima del 450, l’edificio risale agli ultimi decenni del XV secolo e vi si riconoscono gli influssi dell’arte toscana e umbra di quel tempo. La pianta è di forma ottagonale e le mura sono molto massicce, spesse circa 2 metri, sormontate da una elegante cupola semisferica ricoperta di mattonelle azzurre. In epoca tardo rinascimentale e barocca la struttura venne arricchita, all’interno, con splendidi affreschi, cui si affiancarono nel Novecento altri pregevoli dipinti e statue di scultori contemporanei.

Altri luoghi di culto interessanti sono il santuario di Maria Santissima dello Splendore, la chiesa di Santa Maria a Mare, la Cappella Gentilizia di San Gaetano De Bartolomei, la chiesa di Sant’Antonio, la chiesa della Misericordia e la chiesa di sant’Anna, ma non mancano edifici e monumenti civili altrettanto notevoli. Da vedere, ad esempio, il monumento a Vittorio Emanuele II, una scultura bronzea di grandi dimensioni terminata e esposta al pubblico nel 1894, o il Kursaal. Quest’ultimo è un bell’edificio che riunisce stili architettonici compositi, dalla purezza neoclassica alle linee fantasiose del Liberty, completato negli anni Venti del Novecento e trasformato in albergo, in seguito danneggiato durante la seconda guerra mondiale e restaurato dopo il conflitto. Oggi viene utilizzato dal Comune per mostre ed esposizioni di vario tipo. Anche il lungomare è una sorta di opera d’arte, progettato nel 1933 da Giuseppe Meo, abitante di Giulianova, e realizzato tra il 1936 e il 1937 per un tratto di circa 700 metri.

Qui, nella zona del lungomare, ma anche nel cuore vero e proprio di Giulianova, nell’arco dell’anno vengono organizzate numerose manifestazioni: in primavera c’è la rassegna Giulia Eventi Primavera, mentre da giugno a settembre si susseguono le manifestazioni musicali, gli spettacoli di prosa, lirica e cabaret, i concerti di musica classica e jazz e le mostre di ogni tipo.
Gli appuntamenti più importanti sono la festa di San Giuseppe del 19 marzo, la festa della Madonna dello Splendore del 22 aprile, la sagra del pesca di metà luglio, la sagra della vongola che va dalla fine di agosto ai primi giorni di settembre, la festa dell’Annunziata del primo fine settimana di settembre e la rassegna ‘calici e musica al chiaro di luna’ dello stesso periodo.

Per raggiungere Giulianova si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve percorrere l’autostrada A14 che va da Bologna alla Riviera Adriatica, uscendo a Teramo-Giulianova dopo aver seguito le indicazioni per Ancona se si viene da sud, per Pescara se si viene da nord. Chi sceglie il treno potrà comodamente raggiungere la stazione ferroviaria di Giulianova dalle principali città italiane, mentre gli aeroporti più vicini sono quelli di Pescara e di Ancona, rispettivamente a 50 km e 150 km dalla meta.
loading...
close