Cerca Hotel al miglior prezzo

Masone (Liguria): visita alla cittadina della Valle Stura

Masone, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Per chi è alla ricerca di una destinazione turistica ospitale, bella da vedere, che offre risorse autentiche, tradizioni, buon vivere e anche buon cibo, Masone può offrire tutto questo e molto altro ancora per un soggiorno in cui l'esperienza di viaggio tra enogastronomia, cultura, tradizione e natura è all'insegna dell'identità locale.

Masone si trova in Liguria. Poco più di 3000 abitanti e un territorio straordinario e ricco, nel cuore della Valle Stura e del Parco naturale regionale del Beigua, area naturale protetta tra la provincia di Genova e Savona, la città offre una ricchezza di risorse culturali e architettoniche che testimoniano l'antica storia di questo insediamento.

Il borgo di Masone viene citato per la prima volta in alcuni documenti ufficiali del 991 e del 1159. Divenne dominio della Repubblica di Genova per poi, nel XVI secolo diventare un fiorente centro artigianale e produttivo, mentre nel XVIII secolo subì l'invasione delle truppe austriaco - piemontesi durante la guerra di successione austriaca e il successivo passaggio degli eserciti di Napoleone Bonaparte. Nel 1815 fu annesso al Regno di Sardegna e successivamente, nel XIX secolo visse un periodo di declino e spopolamento dovuto alle emigrazioni verso l'America Latina in cerca di lavoro.

Oggi Masone è un borgo ospitale proiettato al turismo lento e responsabile in cui ogni elemento esperenziale per il viaggio è promosso e valorizzato in un percorso emotivo e suggestivo per il visitatore.

Masone può contare su una ricchezza e varietà di architetture religiose non indifferente. Tra esse si evidenzia, nel cuore del centro storico, la Chiesa di Nostra Signora Assunta, edificata tra il 1580 e il 1584 e la cui cripta è una notevole testimonianza delle antiche regole di sepoltura, prima dell'editto di Napoleone.

Molto suggestiva la Chiesa di Santa Maria in Vezzulla, nella frazione Romitorio, a cui è legata la storia di essere stato adibita a sacrario dei partigiani sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Al Santuario di Nostra Signora della Cappelletta, nell'omonima frazione, è legata l'antica leggenda secondo cui la Madonna della Cappelletta - protettrice del paese - fermando una donna che portava del pane infetto da Genova, avrebbe salvato il paese da un'epidemia di peste.

Da vedere anche Forte Geremia, che fu fatto edificare a scopi difensivi dal Genio Militare del Regno d'Italia sul finire del XIX secolo. La fortezza, eretta a 806 metri sul livello del mare, di proprietà oggi proprio del Comune di Masone, è un centro visite e di sosta attrezzata del Parco naturale regionale del Beigua.

Per conoscere le ricchezze culturali locali, da visitare anche il Museo Civico Andrea Tubino dove si possono ammirare reperti archeologici ed etnografici locali e una sezione sugli antichi mestieri rurali e di montagna.

Chi apprezza risorse naturali incontaminate, non può perdersi nei dintorni le Cascate del Serpente: dal centro del paese si percorre un ponte e continuando seguendo le indicazioni per circa un chilometro si trovano le cascate formate dal Rio Masone.

Moltissimi sono gli eventi e le manifestazioni che animano il borgo e coinvolgono cittadini e turisti con sagre, feste e musica per riscoprire insieme artigianato e tradizioni locali, sagre legate ai prodotti enogastronomici locali, mostre, mercati e momenti d'incontro che mettono al centro l'identità del luogo.

Uno di questi eventi è la Sagra del Fungo Porcino, che si tiene nel mese di settembre e che è occasione, per i molti visitatori e appassionati di buona cucina che arrivano da ogni dove, per conoscere le preparazioni locali della Valle Stura. Protagonista indiscusso è il porcino che questa terra offre generosamente e che combinato con altre materie prime alimentari locali, contribuisce fortemente a far conoscere la gustosa cucina ligure.

Numerose anche le feste patronali che ravvivano il borgo coniugando fede, tradizione e folklore: la festa patronale di Nostra Signora dell'Assunta il 15 agosto, la festa di Maria Bambina il primo sabato e domenica di settembre e poi ancora la festa della Cappelletta il 2 luglio e la festa di Nostra Signore del Carmine a luglio.

Come arrivare a Masone: per chi arriva in auto dall'autostrada 26 l'uscita è proprio Masone. Per chi arriva in autobus, il servizio pubblico è assicurato dalla ditta di trasporti e autolinee ATP con corse che partono da Genova e dalle principali località limitrofe. Per chi arriva in treno la Stazione di Campo Ligure - Masone si trova sulla linea Acqui Terme - Ovada - Genova.
  •  

 Pubblicato da - 07 Settembre 2016 - © Riproduzione vietata

close