Cerca Hotel al miglior prezzo

Trstenik (Dalmazia): guida alla localitą turistica croata

In una profonda gola della penisola di Peljesac (Sabbioncello), lungo le coste della Dalmazia, la cittadina croata di Trstenik si fa proteggere dalle colline di Peljesac e si fa accarezzare dalla brezza salata che spira dall’Adriatico. Situata lungo la strada litoranea che connette la penisola all’entroterra passando per Ston, Trstenik si trova circa a 90 km da Dubrovnik ed è senza dubbio tra le località più belle e incontaminate della zona, lambita da un mare incredibilmente limpido e popolato di pesci variopinti che si possono ammirare sotto il pelo dell’acqua. Tutt’intorno alla cittadina, poi, la costa è costellata di spiagge e calette, alcune delle quali raggiungibili soltanto via mare, ancor più suggestive grazie alla quiete e all’atmosfera intima che vi si trova.

Tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo Trstenik visse un periodo particolarmente ricco e fiorente, quando fungeva da porto marittimo per il trasporto dell’uva dalle zone isolate a sud della penisola sino in Italia. Prima di raggiungere il porto i preziosi chicchi, cresciuti al sole dalmata nelle ricche vigne della zona, dovevano compiere un lungo viaggio sulla schiena dei muli, attraversando pendii e piane assolate. Ancora oggi il vino svolge un ruolo importante, non solo per l’economia del villaggio ma anche per cogliere l’occasione di brindare e festeggiare in onore del prelibato “nettare degli dei”. Innumerevoli sono le varietà della bevanda che si producono nei pressi di Trstenik a partire dal 1958, quando venne creata la prima azienda vinicola.

Dopo aver assaporato un buon bicchiere di vino locale sarà interessante passeggiare nel cuore del borgo e nei dintorni, alla scoperta dei resti preistorici che costellano la collina di Porace o per ammirare la splendida chiesetta di Sant Antonio da Padova, costruita nel 1700. Ma l’attrattiva principale della zona, per quanto gli abitanti del luogo abbiano saputo creare un borgo accogliente e grazioso, rimane ciò che la natura aveva già saputo creare tutt’intorno: sembrano dipinte le spiagge e le calette lungo la costa, tanto sono perfette nella loro essenzialità e bellezza. Per goderne appieno varrà la pena di recarsi al centro di sub della città, che offre vari corsi e il noleggio di tutta l’attrezzatura necessaria alla scoperta dei fondali.

Nei pressi di Trstenik, poi, si estende una costellazione di cittadine, paesini e villaggi, ciascuno dal sapore originale ma tipicamente mediterraneo, sempre pronti ad accogliere i visitatori con feste e manifestazioni tradizionali. Tanto per citarne alcune a Stankovići, il 13 giugno, si tiene la festa di Sant Antonio; a Karmen, il 16 luglio, si celebra la festa della Madonna del Carmelo; a Mokalo, il 25 luglio, c’è la festa di san Giacomo; infine a Podgorje ed a Postup, il 15 agosto, si svolge la festa dell’Assunzione.

Per raggiungere Trstenik si può usare l’aereo e atterrare all’Aeroporto di Dubrovnik, a circa un’ora e mezzo di auto dalla destinazione finale. Più volte al giorno, poi, Trstenik è raggiunta dai mezzi pubblici che fanno la spola tra Korcula e Dubrovnik e tra Orebic e Dubrovnik.

Una volta giunti a destinazione ci si troverà immersi in un clima tipicamente mediterraneo, piacevole in ogni momento dell’anno e ideale soprattutto per trascorrere le vacanze estive. Luglio e agosto sono i mesi più caldi, con temperature medie che variano tra i 19°C di minima e i 31°C di massima, ma vengono costantemente allietati da un gradevole vento salato che soffia dal mare. In gennaio, il mese più freddo, si va invece dai 2°C di minima media agli 8°C di massima, e le precipitazioni si concentrano in autunno e in inverno, quando può piovere anche un giorno su due.
  •  
close