Cerca Hotel al miglior prezzo

Albufeira (Portogallo): vacanza tra spiagge e vita notturna dell'Algarve

Albufeira, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il bianco abbagliante delle spiagge soffici e delle casette caratteristiche e il blu intenso del Mediterraneo sono i colori dominanti ad Albufeira, perla del Portogallo meridionale, fiore all’occhiello del distretto provinciale del Faro: una cittadina che in inverno conta appena 35 mila abitanti e si tinge di toni dolcemente antichi, discreti, per esplodere di suoni, profumi e tinte accese in estate, quando i turisti si ricordano della sua bellezza disarmante.

Fondata dagli antichi romani, di cui si conservano alcuni siti archeologici di grande interesse storico, Albufeira passò presto sotto il dominio moresco, grazie alla vicinanza con il continente africano, conoscendo un momento di grande prosperità: i Mori si garantirono un’agricoltura redditizia, adottando tecniche innovative come l’utilizzo dei fertilizzanti o dell’aratro. Il 1249 vide un passaggio della città dalle mani dei Mori a quelle dei Cavalieri dell’Ordine di Santiago, e Albufeira entrò così a far parte del regno di Portogallo e Algarve. Un terremoto nel 1755 e un incendio nel 1833 determinarono un periodo buio per gli abitanti, ma nel corso del XIX secolo la voglia di rinnovamento e di ripresa consentirono una progressiva risalita, premiata definitivamente negli anni ’60 del XX secolo, quando il turismo iniziò a diffondersi sempre più. Oggi la splendida cittadina è tra le mete turistiche europee più rinomate, con circa 5 milioni di visitatori all’anno.

Tra i gioielli di Albufeira da non lasciarsi sfuggire va sicuramente incluso il simbolo cittadino, ovvero la slanciata e imponente torre dell’orologio, e il bel campanile della Torre Sineira, eretto nel 1869 e dotato di ben 8 campane che ancora oggi diffondono il loro suono grave per tutta la baia nelle occasioni di festa. Da vedere è la chiesa di Igreja Matriz, un elegante edificio in stile neoclassico del XVIII secolo, scrigno di un tesoro prezioso e caro ai cittadini: la splendente Croce di Aviz, simbolo religioso e militare dell’Ordine di Aviz, e la statua della Madonna della Concezione del XVIII secolo, con i suoi lineamenti dolci e rassicuranti allo stesso tempo.

Le chiese degne di nota sono in realtà numerose, infatti non si possono dimenticare la Chiesa di Sao Sebastiào, che spicca nella Piazza di Praasa Miguel Bombarda, invitando i visitatori a varcare il magnifico portale in stile manuelino e ad addentrarsi nel museo Sacro che si trova all’interno; la Capela da Misericordia, originariamente concepita come moschea araba e in seguito divenuta una cappella cristiana in perfetto stile gotico del 1499; la Igreja de Sant’Anna con il suo splendido altare che pretende rispetto e infine la Cappella di Ermida de Nossa Senora da Orada, protagonista di una manifestazione tradizionale che si svolge in agosto, durante la quale partono diverse processioni di fedeli sia via terra che via mare.

Meritano di essere incluse tra le attrazioni principali di Albufeira anche la bella statua de Sao Vicente, dedicata a San Vincenzo, i resti del Castello vicino a Rua Joaquim, l’arco della Via della Chiesa Antica in eccellente stile moresco e il Museo Archeologico Municipale. Infine, una volta passati in rassegna tutti i luoghi più significativi e intrisi di storia e cultura, viene il momento di abbandonarsi al relax che Albufeira propone, con le sue spiagge candide e efficientemente attrezzate, dalla Praia dos Parcos alla Praia de Sao Rafael, ma anche con le specialità gastronomiche a base di pesce freschissimo che vengono servite nei pittoreschi locali sul litorale.

Gli amanti della vita notturna non dovranno fare altro che selezionare un locale e non verranno delusi dai festeggiamenti, ma anche la vivacità delle giornate portoghesi ha in serbo tante sorprese per chi ha voglia di divertirsi. Molte sono ad esempio le manifestazioni che vengono organizzate in diversi periodi dell’anno, tra cui: il Festival dell’Arte Infantile e Giovanile di Albufeira, dedicato ai più piccoli e suddiviso in varie attività musicali, canore e artistiche, che si svolge in febbraio e in marzo; il festival della Gastronomia di Albufeira, in settembre, allestito in vari ristoranti dislocati nella città che per una settimana propongono piatti tipici e sofisticati; sempre in settembre, infine, il Festival del Folklore di Albufeira, all’interno della Festa del Pescatore.

Raggiungere questo paradiso non è difficile: si potrà atterrare con l’aereo all’aeroporto internazionale di Faro, servito da numerose località Europee, e da qui noleggiare un’auto o servirsi dei mezzi pubblici. In macchina bisognerà percorrere la EN125 o la strada A22, meglio nota con il nome di Via do Infante, da cui seguire le indicazioni stradali che conducano alla meta.

Arrivando a destinazione ci si renderà immediatamente conto di quanto la scelta sia stata azzeccata, specialmente per chi ama la vita rilassante e divertente allo stesso tempo: in ogni momento dell’anno, infatti, il clima è mite e consente di apprezzare le splendide spiagge e la natura splendente che riluce sotto il sole caldo del Portogallo. In luglio e agosto, i mesi più caldi, le temperature vanno da una minima media di 20°C a una massima media di 28°C, mentre in gennaio i valori minimo e massimo sono rispettivamente di 9°C e 15°C. Le precipitazioni non sono abbondanti e si concentrano comunque in inverno, eccezion fatta per un picco nel mese di marzo, che conta 8 giorni di pioggia sul totale. Nei mesi estivi più caldi il sole è praticamente sempre alto nel cielo, e spesso non cade una sola goccia di pioggia per mesi. Foto wikipedia, cortesia: Jacinto, Aleichem, Osvaldo Gago, Filipe Rocha
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close