Cerca Hotel al miglior prezzo

Nuenen (Olanda): visita ai luoghi di Van Gogh

Nuenen, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nuenen non è una cittadina qualunque né per quanto concerne i suoi fisici tratti, né per ciò che riguarda il proprio ruolo in un continente, l’Europa, culla di culture, popolazioni e artisti.

È esattamente quest’ultima parola che funge da keyword per svelare la vera ragion d’essere di Nuenen nell’immaginario collettivo, una località a est di Eindhoven nei Paesi Bassi che fra i suoi oltre 22.000 abitanti ne ebbe a suo tempo uno alquanto illustre, un immortale del panorama pittorico. Signori, chapeau, perché qui parliamo del grande Vincent Van Gogh, il cui nome si lega a stretto filo a quello che ancora oggi conserva i connotati di un tranquillo villaggio rimasto sostanzialmente immutato da quel 1883, l’anno nel quale il celeberrimo artista tormentato giunse nell’ameno borgo insieme alla propria famiglia per vivere sereno e lavorare sull’onda della malinconica creatività fino al 1885.

Storia di Neunen e i mangiatori di patate

Nuenen spunta come rurale nucleo abitato nel corso del Settecento – sebbene le reali origini vadano ricondotte a una formazione ben più antica risalente all’incirca al V secolo (si specifichi una costituzione nel Trecento e l’insorgenza del comune combinato di Nuenen, Gerwen en Nederwetten intorno al 1821 - e sembrò da quel momento prepararsi doviziosamente a ospitare dapprima il padre di Van Gogh, giunto per espletare la sua funzione di parroco, e parallelamente il ben più famoso figlio, fervente studioso di pittura e autore negli anni di opere somme, una delle quali fu proprio in questa cittadina realizzata: i Mangiatori di patate (celebrati da un monumento nel centro cittadino) esprime il clima contadino in tutta la sua essenzialità, assimilabile alla semplicità di Nuenen e dei suoi angoli campestri.

I luoghi di Van Gogh

In uno dei dipinti compare anche la Chiesa di Sint Clemenskerk o Van Goghkerkje, chiesa riformata nella quale Theo Van Gogh celebrò messa, situata a nord del borgo e precisamente in un’area parcale all’angolo fra Papenvoort Street e Houtrijk Street. Tutto ciò avveniva alla fine dell’800 e alcuni decenni dopo scoppiò la Seconda Guerra Mondiale, che il villaggio ricorda poiché nel 1944 è qui che si svolse – nell’ambito dell’Operazione Market Garden – una cruenta battaglia fra Alleati e milizie tedesche, narrata peraltro in uno degli episodi della serie TV “Band of Brothers”.

Oggi Nuenen è diventata un’attrazione permeata dalle gesta artistiche del pittore al quale la cittadina si è per così dire conformata articolandosi in 21 siti o tappe visitabili sia a piedi che in bicicletta, insomma un museo a cielo aperto che incornicia un museo reale tout court, il Museo Vincentre (più nuovo rispetto al Vincent Van Gogh Documentation Center, datato 1976), volto a far conoscere con approccio interattivo le abitudini dell’artista, il suo modus operandi e la sua quotidianità nei quasi tre anni di permanenza in loco, nonostante non vi siano contenute opere originali.

Tanto altro, comunque, è da vedere a Nuenen, partendo dalla pittoresca piazza triangolare soprannominata De Berg, sfociante nell’Het Park, anch’esso a tre lati, comprendente il Monumento a Vincent Van Gogh e compreso nel perimetro del villaggio protetto.

Da visitare l’Old Town Hall Beekstraat, costruito nel 1734 e restaurato nel 1986 così da essere convertito in galleria. Percorrendo la pista ciclabile Van Gogh-Roosegaarde (molto particolare, è percorribile anche di notte in quanto a illuminarla pensano 50.000 sassolini fluorescenti ispirati al dipinto Notte Stellata) si può arrivare al Mulino a vento di Roosdonck, ancora perfettamente funzionante con meccanismi interni originali (i mugnai sono disponibili a visite guidate con vendita finale dei loro prodotti naturali) e all’Opwettense watermolen, un vecchio mulino ad acqua che dall’XI secolo custodisce un’incredibile ruota idraulica, la più grande del Brabante Settentrionale.

Come arrivare a Nuenen

Nuenen si trova a 1 km a nord dal bivio sull’Autostrada A270 posto fra Eindhoven e Helmond; in treno occorre arrivare alla stazione di Eindhoven e poi salire sugli autobus 121 o 122 diretti entrambi alla località; l’aeroporto di Eindhoven è quello di riferimento.

  •  

News più lette