Cerca Hotel al miglior prezzo

Masovia, viaggio nel Voivodato di Varsavia

Polonia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il Voivodato di Masovia si trova nel cuore della Polonia ed è uno dei sedici in cui è diviso questo paese. E' il risultato della fusione, avvenuta nel 1999 di 7 altri Voivodati (tra cui quello di Varsavia). Ad oggi è la regione più importante della Polonia. Cominiciamo il nostro tour al suo interno da Varsavia. La capitale della Polonia è luogo di incontro internazionale per politici, economisti ed artisti. Gli abitanti di Varsavia - 1.700.000 - sono noti per il loro umorismo e la loro laboriosità. Distrutta per l'84% durante la II guerra mondiale, la città fu ricostruita nel corso di 15 anni grazie al contributo di tutta la nazione.

Pittori e turisti si sono impadroniti delle palazzine della Città Vecchia (inclusa nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO) e della Piazza del Mercato. I locali e i ristoranti più eleganti sono di solito pieni, ma il posto per gli ospiti non viene mai a mancare. Le attrattive della città sono: la Piazza della Città Vecchia con le case che la circondano, il Castello Reale, il Barbakan, la cattedrale gotica di S. Giovanni. L'Arcicattedrale di S. Giovanni a Varsavia è il pantheon nazionale, e il Castello Reale fu residenza dell'ultimo re di Polonia.Le strade più eleganti di Varsavia formano il cosiddetto "Tragitto Reale", che unisce tre residenze di monarchi: Il Castello Reale, il Palazzo nel Parco di Lazienki Królewskie (la residenza estiva dell' ultimo re di Polonia) e il Palazzo di Wilanow. Nei giardini reali di Lazienki, fra inumerosi edifici in stile neoclassico, spiccano l'incantevole Teatro sull'Isola, circondato da un laghetto, ed il monumento a Chopin, presso il quale, nelle domeniche d'estate, si esibiscono pianisti di fama. Il palazzo di Wilanow è l'esempio più illustre di barocco in Polonia. Fu residenza di re Giovanni III Sobieski, il vincitore della Battaglia di Vienna nel 1683. Lungo il Trakt Krolewski (Tragitto Reale) interessanti chiese e palazzi, tra cui la chiesa di S. Croce, nella cui navata centrale si trova l'urna col cuore di Chopin.
Nel centro della città sorge il più alto edificio della capitale, il Palazzo della Cultura e della Scienza, dono dell' Unione Sovietica.

Czerwińsk nad Wisłą è un paese sulla riva alta della Vistola, con una chiesa situata su una rupe. La basilica, a tre navate con due alti campanili, ha conservato il suo originario carattere romanico del XII sec., benché più tardi sia stata rimaneggiata in stile gotico, rinascimentale e barocco. Pregevole portale romanico del 1150, affreschi romanici nella Cappella della Crocifissione e affreschi gotici. Dalla terrazza del monastero si gode la vista dell' altra riva della Vistola e della Puszcza Kampinoska (Foresta Kampinoska).

Lyse, si trova nella regione etnografica del Kurpie, in cui si è conservata la cultura popolare e l'edilizia tradizionale. La domenica delle Palme nel paese di Lyse si tiene il concorso delle palme pasquali, che raggiungono vari metri d'altezza. Le palme vengono portate da fedeli che indossano i variopinti costumi tipici della ragione.

Plock, l'antica capitale della Masovia, è una città con una tradizione ultramillenaria. Notevole è il complesso del Wzgórze Tumskie (Colle Tumskie), con la cattedrale dell'Assunzione del XII sec., originariamente romanica, rimaneggiata in stile gotico e più tardi rinascimentale, e con i resti del castello dei principi di Masovia e dell' Abbazia benedettina. Altri edifici degni di nota: chiese, monasteri, porte cittadine classicistiche, case neogotiche e in stile liberty e granai sulla scarpata in riva alla Vistola. Nel castello c'è un museo di oggetti in stile liberty.

Pultusk è una città con una ricca storia e con numerosi monumenti: la piazza, lunga 400 m, la torre difensiva tardogotica dell'antico municipio, resti di mura difensive con due torri e la collegiata del XV sec., in cui sono stati riscoperti affreschi rinascimentali. Nell' antico castello vescovile troviamo le "Dom Polonii" (La Casa dei Polacchi all'estero), centro nazionale d'incontro per i Polacchi provenienti da tutto il mondo. Da vedere il castello vescovile (vedi foto).

A Sochaczew, su un colle sul fiume Bzura troviamo rovine del castello dei principi di Masovia del XIV sec. Il Museo della Ferrovia a Scartamento Ridotto è uno dei più grandi della Polonia. Nell' edificio dell'antica stazione ci sono una mostra permanente e un grande museo all'aperto di materiale rotabile, oltre 100 veicoli su rotaie : locomotive a vapore, vagoni, carrelli, piattaforme per il trasporto di munizioni, automobili modificate per viaggiare sulle rotaie, un vagone passeggeri della ferrovia a cavalli. Da maggio a settembre è possibile attraversare, con l'antica ferrovia a scartamento ridotto, la Puszcza Kampinoska (Foresta Kampinoska).

Żelazowa Wola, luogo di nascita di Fryderyk Chopin. Nella cosiddetta "residenza di Chopin" c' è un museo biografico, con i ritratti del compositore e dei suoi familiari e inoltre mobili d'epoca. In estate ogni domenica ci sono concerti per pianoforte di musica di Chopin eseguiti da eccellenti pianisti. La residenza è circondata da un parco tenuto con grande cura con circa 500 specie di alberi e arbusti. Nel parco tre statue del musicista. Fonte: Ente Nazionale Polacco per il Turismo
  •  

 Pubblicato da - 11 Aprile 2009 - © Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close