Cerca Hotel al miglior prezzo

Rogla (Slovenia), vacanza tra sci e terme

Rogla, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Chi ci è stato d’inverno, magari con gli scii ai piedi, ricorda le vette innevate trafitte dal sole, le gole ghiacciate tra le montagne e le piste candide, glassate di neve; chi l’ha esplorato d’estate, invece, conosce il verde tenero dei pascoli, il profumo fresco delle foreste e la carezza tonificante di una brezza leggera. Siamo sul Rogla, montagna e centro turistico del Pohorje di Zrece, nella Slovenia settentrionale. Qui, in uno scenario idilliaco a 1517 metri di quota, la stagione fredda è dominata dal candore lucente delle nevi, che garantiscono una stagione sciistica favolosa per tutti, dai più esperti ai principianti, dagli snowboarder ai fondisti.

Non a caso il Rogla è stato insignito dei sei fiocchi neve d’oro, importante riconoscimento riservato alla stazione sciistica migliore della Slovenia. Le piste sono curate, mantenute sempre ordinate e pulite, e i servizi legati agli sport invernali sono eccellenti. Dalla fine dell’autunno all’inizio della primavera si può godere di almeno 100 giorni di neve, da vivere appieno grazie ai 100 ettari di percorsi, gli 11 skilift, le due seggiovie quadriposto e decine di chilometri destinati allo sci di fondo.

Chi ama le esperienze emozionanti potrà sperimentare lo sci notturno, praticabile dal giovedì alla domenica nelle belle piste illuminate di Kosuta e Jasa. Chi invece è alle prime armi troverà una scuola di sci efficiente, con programmi differenziati a seconda del livello, premiata per diversi anni consecutivi come la migliore scuola di sci del paese. Sul Rogla i più piccoli troveranno i giochi sulla neve, mentre i più competitivi potranno cimentarsi nelle gare organizzate per le comitive, da disputare sulla pista per dilettanti Masin Zaga.

Ma gli sport invernali non esauriscono affatto la ricchissima offerta di attività da svolgere sul Rogla. In ogni momento dell’anno, infatti, il paesaggio regala un’infinità di sentieri, percorsi escursionistici e ciclabili e scorci panoramici indimenticabili. Dopo il movimento ci si può coccolare nei centri benessere, dedicati al relax e al riposo: le saune di vario tipo, da quella finlandese a quella a infrarossi, fino al bagno turco e alle piscine con idromassaggio garantiscono un programma di rinascita assicurata.

Da provare anche i massaggi e i romantici bagni per due persone, a lume di candela, spesso accompagnati da una coppa di champagne e musica d’atmosfera, profumati con essenze e oli. Chi ha voglia di percorrere una quindicina di chilometri può raggiungere Zrece, la vicina località termale, e continuare a rilassarsi beneficiando, in aggiunta, delle salutari proprietà delle acque.

La ciliegina sulla torta, che dopo una giornata di sport, vita all’aria aperta e relax fa sentire davvero appagati, è una deliziosa cena a base dei prodotti locali, cucinata ad arte in uno dei locali caratteristici che si incontrano sul Rogla. Le foreste sono generose di funghi, ottimi da gustare sulla polenta di grano saraceno, accompagnata dai ciccioli fatti in casa. Prelibato anche il gulash di capriolo con gli gnocchi di pane e, per completare, gli struklji dolci, a base di noci e mirtilli rossi.

Se tutto ciò non bastasse per attirarvi sul Rogla, in questa fantastica zona della Slovenia, c’è un altro punto a favore del luogo: grazie alla posizione felice e all’altitudine, che supera i 1500 metri, il Rogla è stato dichiarato nel 1996 centro di cura climatico: da maggio a ottobre, quando le giornate soleggiate sono accarezzate da una brezza fresca e piacevole, il contatto con l natura è raccomandato a chi soffre di malattie polmonari o ha problemi respiratori. Nel Centro Medico si potrà richiedere un programma terapeutico personalizzato, a seconda delle proprie esigenze.

Aldilà delle proprietà benefiche il clima mite della zona è un toccasana per tutti, perfetto per godere appieno delle bellezze naturali locali. Ad alta quota le temperature sono piuttosto basse, specialmente in inverno, ma non appena si scende di altitudine si trovano valori dolci, senza picchi di freddo o di afa: le temperature medie di gennaio, infatti, vanno da 3°C a 7°C, mentre in estate si passa dai 20°C ai 28°C. Le precipitazioni vanno dai 7 giorni di pioggia al mese dell’estate, a un massimo di 9 giorni di pioggia per i mesi primaverili e invernali.

Raggiungere quest’oasi di benessere, venendo dall’Italia, non è difficile. Chi viaggia in auto deve varcare il confine italiano e dirigersi in autostrada verso Lubiana, a circa 89 km da Trieste, arrivare fino a Celje e continuare in direzione Maribor. Dopo una ventina di chilometri si esce a Slovenske Konjice, si attraversano Slovenske Konjice e Zrece e si giunge al cospetto del Rogla. Gli aeroporti più vicini, per chi preferisce partire in aereo, sono quelli di Maribor (40 km), Lubiana (100 km) e Graz, in Austria (100 km).

Dove sciare?

Da Rogla sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 2 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Rogla Fine stagione (di cui fa parte) e il comprensorio sciistico Mariborsko Pohorje Fine stagione (a 22 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Rogla.
» il Bollettino neve Mariborsko Pohorje.
  •  

News più lette

13 Dicembre 2017 La Mostra del Presepe a Grottaglie

L’inaugurazione della XXXVIII Mostra del Presepe - l’8 dicembre ...

NOVITA' close