Cerca Hotel al miglior prezzo

Lasko (Laško), cure termali e vacanze benessere in Slovenia

Lasko, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Gli abitanti sono meno di 14 mila, ma i visitatori fanno aumentare notevolmente la popolazione di Lasko, nella Slovenia centrale: saranno il clima salubre, le strade accoglienti e ricche di storia, le specialità culinarie o i centri dedicati al benessere, fatto sta che Lasko è una delle cittadine più amate dai turisti, una località graziosa da apprezzare in ogni stagione dell’anno.

Abbarbicata a circa 228 metri s.l.m., circondata da una natura rigogliosa e lambita dal corso placido del fiume Savinja, Lasko è famosa specialmente per due componenti: innanzitutto il rinomato centro termale, noto sin dall’antichità e sempre più innovativo; in secondo luogo l’irresistibile birra, da degustare nei locali della città mentre si trascorre una piacevole serata all’insegna del divertimento.

Le acque termali di Lasko vennero scoperte e utilizzate durante l’impero romano, e divennero sempre più note nel corso del medioevo. Ma soltanto nel secolo scorso, sulle sponde del Savinja, il fitto bosco venne scelto come scenario incantato per realizzare l’albergo: una struttura ricettiva accogliente ed elegante, immersa nei profumi e nell’aria fresca della foresta, che ospitò anche personaggi di spicco come l’imperatore Francesco Giuseppe e fece di Lasko una meta mondana. Con i suoi 37°C di temperatura alla sorgente, la preziosa acqua affiora in superficie e viene convogliata nella piscina, dove si abbassa a 32-34°C. Le patologie legate a traumi del sistema motorio, i reumatismi e i disturbi alla circolazione vascolare traggono grande giovamento dall’utilizzo dell’acqua. E’ la temperatura elevata ad alleviare i dolori, facilitare i movimenti di chi ha subito un trauma e regalare una sensazione piacevole a chiunque si immerga nelle piscine, ma ai semplici bagni si affiancano tanti altri trattamenti: la cinesiterapia, la termoterapia, la terapia ipobarica e la terapia di gruppo sono disponibili nel centro, un ambiente moderno ed accogliente con piscine termali coperte e scoperte, una piscina con idromassaggio, palestre, campi da tennis e da pallavolo.

Tutt’intorno allo stabilimento, e nella zona circostante, ci sono diversi modi per apprezzare il paesaggio: dalle escursioni lungo i sentieri ai picnic sul prato, dalle passeggiate verso i rifugi all’avventuroso parapendio, passando per l’equitazione e addirittura lo sci, ci sono offerte per tutti i gusti e tutte le esigenze.

Anche il cuore di Lasko, il vero e proprio centro storico, è una fonte inesauribile di gioielli insospettabili, palazzi e monumenti interessanti che non sfuggono agli occhi più sensibili e attenti: chi desidera conoscere più a fondo le tradizioni e gli usi del luogo non può trascurare il Museo Lasko, fondato nel 1907 per volere di Karlo, Valentinic, importante umanista e naturalista. Dal martedì al sabato, dalla mattina al tardo pomeriggio, qui potrete ammirare reperti archeologici, geologici, storici ed etnologici. Da non perdere anche il Laški dvorec, un edificio del XVI secolo edificato da Janez Meusenreiter e oggi sede della biblioteca comunale, e il Castello Tabor, un imponente maniero dell’anno Mille collocato sulla vetta del monte Hum, in una suggestiva posizione panoramica sulla città. Infine, ecco il momento di conoscere una delle principali attrattive di Lasko, la famosa birra locale: alla Birreria Lasko, attiva dal 1825, si possono gustare boccali dorati della rinomata bevanda, mentre al centro TIC su possono prenotare le visite alla storica birreria, ovviamente complete di degustazione.

Sempre alla birra è dedicata l’imperdibile Pivo-cvetje, la festa che si ripete ogni anno, per qualche giorno, nella prima metà di luglio. Si tratta di una delle manifestazioni più importanti della Slovenia, vivacizzata da fuochi d’artificio e concerti dal vivo, un’esposizione floreale coloratissima, la sfilata dei carri e le rievocazioni storiche della tradizione locale. Per l’occasione, che vede accorrere a Lasko moltissimi visitatori, viene allestito in città un campeggio straordinario, situato presso il centro termale. Interessante, infine, il mercato di prodotti agricoli, che ogni mattina espone le specialità del territorio davanti al supermercato Tuš.

Lasko, dunque, è indubbiamente una cittadina accogliente e una valida meta per le vacanze, ma il merito non è tutto delle terme, del paesaggio, e della splendide testimonianze storico-artistiche che vi si incontrano: un buon contributo è portato anche dal clima salubre, caratterizzato da temperature sempre miti, ma eccessivamente rigide o afose. I valori medi del mese più freddo, gennaio, vanno infatti da una minima di 3°C a una massima di 7°C, mentre in luglio si passa dai 20°C ai 28°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano specialmente in primavera e autunno, quando piove in media per 9 giorni al mese.

Raggiungere questa gradevole meta vacanziera dall’Italia non è difficile, qualunque mezzo si scelga per gli spostamenti. Chi si muove in auto, da Trieste, deve attraversare il confine Fernetti-Sežana, proseguire per Postojna, Ljubljana, Celje e uscire a Lasko: la distanza tra Trieste e Lasko è di circa 156 km. Chi sceglie il treno, partendo da Venezia Mestre, può raggiungere la meta in 5-8 ore circa, effettuando da 1 a 4 cambi di treno. La stazione ferroviaria cittadina è ad appena 300 metri dal centro termale, e ci sono collegamenti orari con la stazione di Zidani Most, dove fermano tutti i treni provenienti dalle maggiori città slovene. Infine gli aeroporti più vicini sono quello di Lubiana, a circa 92 km, e quello di Zagabria, in Croazia, a 111 km.
  •  

News più lette

close