Cerca Hotel al miglior prezzo

Helsingor (Elsinore), Danimarca. La cittą e il castello dell'Amleto di Shakespeare

Helsingor, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Porta d'accesso per la penisola scandinava, Helsingor posta ad appena 45 km a nord di Copenaghen, si trova solamente a 4km da Helsingborg la corrispondente città svedese al di là dello stretto di Oresund, che separa la Danimarca dalla vicina Svezia. Conosciuta soprattutto per il nome inglese di Elsinore la città deve la sua grande popolarità all'Amleto di Shakespeare, che il drammaturgo britannico ambientò su queste coste, intorno alla fortezza di Kronborg, oggi una delle attrattive più importanti di questa parte della Danimarca.

Il nome danese di Helsingør si riferisce alla posizione particolare della città: in danese la parola hals significa strettoia. proprio in riferimento al restringimento che lo stretto di Øresund compie proprio in questo punto della penisola danese, tant'è che la città si trova a poco più di 15 minuti di navigazione dalla Svezia, con cui mantiene un notevole traffico commerciale, ed un ottimo servizi di traghetti per chi volesse proseguire il viaggio verso le latitudini settentrionali.

Dal punto di vista storico, la nascita di Helsingor può essere fatta risalire al 70 dopo Cristo, ma in realtà il vero sviluppo demografico avvenne all'incirca nel 12° secolo, quando i primi coloni si insediarono nel punto più stretto dell'Oresund. Proprio in virtù della sua posizione particolare già in questa prima parte del Medioevo Elsinore si trasformò in un importante mercato. La sua prima chiesa St. Olai, venne fondata nel 1200, ed ancora oggi si può ammirare sull'omonima strada, a circa un minuto a piedi dal centro della città. Il castello invece risale alla metà del 15° secolo, e la sua importanza suggerì a William Shakespeare l'ambientazione dell'Amleto che fu scritto nel 1601. Oggi Elsinore vanta una popolazione di circa 46.000 abitanti che salgono a quasi 60.000 includendo il suo comprensorio.

Il centro cittadino è delizioso, ed è formato dal nucleo storico posto ad ovest della zona portuale (dove si trova ora la Kulturspisehus) e chi vi accoglie con la centro la sua Helsingor Domekirke, e cioè la medievale chiesa di St. Olai, mentre ad est rimane l'imponente castello di di Kronborg. In centro potete visitare la chiesa di Sankt Mariae Kirke, e la piazza Axeltorv, famosa per il suo mercato. Per chi piace fare qualche fotografia, consigliamo una passeggiata lungo la Stengade, considerata una delle vie più antiche della città.

Ma se vi trovate da queste parti, i casi sono due: o siete di passaggio durante il vostro tour che vi porta in Svezia o viceversa, oppure siete stati richiamati dal grande castello di Kronborg, un riferimento assoluto del popolo danese, ma anche una interessante meta turistica, in virtù della sua posizione sul mare, ma anche perchè si tratta di uno dei Patrimoni dell'Umanita dell'UNESCO della Danimarca. In totale riceve oltre 200.000 visite ogni anno.

Fu costruito da Eric Di Pomerania, correva l'anno 1420 e fu scelta questa posizione nord-orientale dell'isola di Zelanda, che risultava strategicamente fondamentale, presidiando i flussi commerciali fra Mare del nord e Mar Baltico. In questa posizione risultava particolarmente facile riscuotere i dazi, grazie al restringimento dello stretto di Oresund. Ricordiamo che sulla sponda svedese si trovava la torre di Karnan un altra fortezza danese voluta per il controllo militare dell'Oresund.

Il castello fu costruito sul cosiddetto Ørekrog, una lingua di terra sabbiosa che si protende in mare dalla costa della Zelanda verso il litorale svedese della Scania. Il primo castello, che allora portava in nome di Krogen, venne costruito con una cortina muraria quadrata, ed un certo numero di edifici in pietra all'interno. L'edificio ubicato nell'angolo nord-orientale conteneva la residenza del re, mentre nell'angolo sud-ovest venne costruita una grande sala per banchetti. L'edificio posto nella zona sud-orientale delle mura, probabilmente serviva da cappella. Ampie porzioni di questa struttura originale del castello di Krogen sono ora contenute all'interno l'attuale castello di Kronborg.

Lo splendore attuale della fortezza fu opera di Federico II, che in pratica lo trasformò in una residenza rinascimentale, con importanti lavori di ampliamento che si svolserto tra il 1574 e il 1585. La costruzione fu commissionata alla fine della guerra nordica dei sette anni, e la scelta fu quella di costruire una fortezza meglio attrezzata ai nuovi tipi di armi, costituiti da archibugi e palle di cannone: la pianta quadrata medievale non era più adatta allo scopo, ma Federico II cercò di unire la praticità militare al suo raffinato gusto estetico, facendo costruire uno dei castelli più affascinanti d'Europa. Oggi il castello è una monumentale fortezza militare, circondata da grandi fortificazioni con bastioni e rivellini, che si affacciano sul mare.

Alcune delle sale ospitano collezioni storiche del Rinascimento con magnifici interni barocchi, e tra le attrazioni più importanti troviamo la grande sala da ballo, di ben 62 metri di lunghezza, la Cappella del Castello meravigliosamente conservata, la statua di "Holger il danese" un patriota della Danimarca, la torre del telegrafo e il Museo marittimo.
Il castello apre tutti i giorni dalle 11 alle 16, con orario esteso dalle 10 alle 17:30 a luglio ed agosto mentre in novembre e dicembre rimane chiuso al lunedì. Il costo del biglietto che consente vedere tutti i luoghi e stanze del castello, costa intorno ai 12-13 euro.

Un altro luogo da non perdere ad Helsingor è l'Øresundsakvariet cioè un piccolo acquario gestito dalla Università di Copenaghen, ma anche se di dimensioni ridotte (è considerato l'acquario marino più piccolo della Danimarca), è ben gestito e offre interessanti vasche con faune marine locali. Il prezzo di biglietto è pari a 60 Corone danesi, circa 8 euro. Ricordiamo che ogni estate il cortile all'aperto del Castello di Kronborg a Helsingor ospita un festival di teatro dedicato a Shakespeare.

Recentemente, presso i vecchi cantieri navali di Elsinore, è stata installata una statua particolare, chiamata Han, che tradotto dal danese significa semplicemente: Lui. Si tratta di una figura di un Principe, che però imita nelle sue forme la celebre statua della Sirenetta. E' stata realizzata in acciaio inox, posiede una superficie levigata a specchio e un occhio lampeggiante, ed è forse una installazione che non c'entra molto con la storia di Helsingor, ma è subito diventata un riferimento della città. Cerca di sfruttare la centenaria popolarità della più famosa Sirenetta di Copenaghen, e questa specie di “sirenetto” è stato installato davanti al centro culturale della Kulturspisehus

Il periodo migliore per visitare Helsingor è l'estate quando il clima risulta decisamente più mite anche se non mancano le piogge, specie a luglio il mese più umido in assoluto. Ma da giugno ad agosto le massime intorno ai 20°C e le lunghe giornate, con il buio che sopraggiunge solo a tarda serata, invitano alla visita di queste belle zone dell'isola di Zelandia. In inverno ci sono meno precipitazioni, ma le temperature più fredde (minime intorno ai -2 / -3 °C e massime sui +2 °C solamente) e i forti venti, mettono a dura prova la resistenza dei turisti.
  •  
close