Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Rodano-Alpi

Viaggio tra le Alpi, Lione, l'Ain, la Drôme provenzale e l'Ardèche

Pagina 1/2

La regione Rodano-Alpi è costituita da 8 dipartimenti dal carattere ben definito. Paesaggi splendidi ed emblematici che sono spesso scenario per il cinema . Citiamo per cominciare la Savoia, l’Alta Savoia e l’Isère, dipartimenti emblematici delle Alpi con le loro famose vette. E poi Lione, capitale della gastronomia francese, o l’Ardèche famosa per le sue gole selvagge, o ancora la Drôme i cui paesaggi di campi di lavanda e di ulivi affascineranno i turisti in cerca della dolcezza di vivere. Paesaggi splendidi ed emblematici, spesso scenari per il cinema. Il che non stupisce visto che nella regione si girano oggi film con case di produzione di fama internazionale.

Fra Rodano-Alpi e il cinema, c’è da sempre una lunga storia d’amore. Perchè è a Lione che i fratelli Lumière hanno dato il primo giro di manovella filmando la “Sortie des Usines Lumière”, l’Uscita dalle fabbriche Lumière. La casa di famiglia, Château Lumière, classificato Monumento Storico, ospita un museo e una cinemateca. L’Istituto Lumière è presieduto da un regista francese e lionese d’origine, Bertrand Tavernier. Rodano-Alpi Cinema produce o coproduce fino a oltre una dozzina di film all’anno e conta al suo attivo, fino ad oggi, oltre 150 lungometraggi.

Chamonix e il Monte Bianco, il tetto d’Europa
Il Monte Bianco è il punto culminante della catena delle Alpi. Con un’altitudine di 4810 metri, è la cima più alta dell’Europa occidentale e offre un ampio panorama. Numerosi itinerari turistici ne permettono la risalita, a patto di avere una seria preparazione, e sempre rispettando un ambiente fragile. La vetta ha rappresentato per secoli un obbiettivo per tutti i tipi di avventurosi , a cominciare dalla prima ascensione nel 1786. E’ anche un oggetto affascinante per tante opere culturali (cinema, letteratura e televisione). www.compagniedumontblanc.fr Chamonix è senza dubbio la capitale della montagna. Situata a 1000 m d’altitudine, è perfetta per un soggiorno e offre la possibilità di ammirare ancora dei begli edifici del XVIII secolo molto ben conservati. Il trenino di Montenvers sale alla Mer de Glace, così chiamata da un inglese, William Windham, impressionato dal più grande ghiacciaio francese. La teleferica di Brévent offre un superbo panorama sul Monte Bianco, Chamonix, le Aiguilles Rouges e la teleferica dell’Aiguille du Midi che depositando i suoi passeggeri a 3842 m permette loro poi di raggiungere la punta Hellbronner con un’altra teleferica che domina la Vallée Blanche. Lassù, il cielo è così puro da essere blu-viola. Questi 3 siti sono non a caso i più frequentati di Rodano-Alpi.

Le Alpi
Le Alpi formano una barriera di 1200 km fra il Mediterraneo e il Danubio. Esse culminano a 4810 metri con la cima del Monte Bianco. Si contano 82 vette maggiori di 4 000 m d'altitudine (di cui 24 in Francia), mentre i colli di montagna che collegano valli e paesi superano spesso i 2000 m d'altitudine. Le vette del Monte Bianco, dell’Aiguille Verte e dei Drus (4122 m) e delle Grandes Jorasses (4208 m) dominano fiere la regione. Le cime sono veri paradisi per chi ama i grandi spazi e per gli escursionisti esperti in cerca di libertà... Il Monte Bianco, la Vanoise, la Haute Maurienne e il massiccio degli Ecrins fanno del Rodano-Alpi la sola regione con 400 km2 di ghiacciai. Unica in Francia!

Megève il suo importante sviluppo turistico risale agli anni attorno al 1910 quando la famiglia Rothschild decide dei farne uno dei suoi luoghi di villeggiatura. Si trattava per loro di creare una concorrente francese alla prestigiosa località svizzera di Saint-Moritz. La volontà era di realizzare una stazione sciistica che fosse il simbolo dell’arte di vivere alla francese. Megève è stata molto di moda fin dagli inizi e le più importanti teste coronate hanno soggiornato qui. Oggi Megève è una località di fama internazionale riconosciuta come una delle più belle stazioni sciistiche del mondo. Megève è stata scelta per il suo modello di eccellenza architettonica : per molto tempo località sciistica della grande aristocrazia, la città ha saputo conciliare con eleganza gli edifici moderni e la tutela del patrimonio architettonico antico.

Annecy e il suo lago Il lago d’Annecy, uno dei laghi più puri del mondo, si è formato circa 18000 anni fa al momento della fusione dei grandi ghiacciai alpini . Annecy, città famosa nel mondo, è affacciata sull’acqua , per godersi meglio lo splendido spettacolo naturale, fra lago e montagne. Attorno al lago d’Annecy, i tesori d’arte e storia, da Veyrier a Talloires costellano le rive inondate di sole, e d’Angon a Doussard, la natura riprende dolcemente i suoi diritti. Per apprezzarlo appieno, d’obbligo un tour del lago in bicicletta, a piedi o sui rollers. Non perdete una deviazione per l’abbazia di Talloires che risale al XVII secolo, trasformata in hotel-ristorante di charme quattro stelle.

... Pagina 2/2 ...Lione
A metà strada fra il mare e la montagna, la città è dominata da due colline -Fourvière e la Croix-Rousse- e bagnata da due corsi d’acqua, il Rodano e il suo affluente, la Saône. La posizione eccezionale, alla confluenza di due corsi d’acqua, conferisce alla città una particolarità esclusiva: la Presqu’île, una sorta di vera e propria penisola. Metropoli europea e capitale della regione Rodano-Alpi, Lione si estende su 4787 ettari. E’ la seconda agglomerazione di Francia (1,2 milioni d'abitanti). La città richiama ogni anno un gran numero di visitatori per turismo di svago o d’affari. Situata fra l’ Europa del Nord e del Sud, la regione lionese è stata in ogni epoca un luogo di passaggio, una città-tappa e un centro di incontri e di scambi. Una posizione che conferma anche oggi in numerosi settori. La sua storia risale all’epoca romana. Si ritrovano numerose tracce del patrimonio gallo-romano, e altri splendidi edifici testimoniano le epoche più fiorenti della città. Citiamo in particolare il Vieux Lyon , la città antica, con le sue ricchezze architettoniche dell’epoca rinascimentale. E’ questa particolarità che ha affascinato numerosi registi. Qui hanno girato grandi attori come Philippe Noiret, Jean Gabin, Louis Jouvet, Sophia Loren, Alain Delon, Catherine Deneuve o ancora Carole Bouquet.

L’Ain
La città medievale di Pérouges, classificata fra i « Più Bei Villaggi di Francia », è un centro fortificato ricco di storia , e uno dei siti più visitati del dipartimento dell’Ain. Le sue stradine di pavé, la gargouille centrale, i vecchi pozzi, la chiesa-fortezza, le case pittoresche, le botteghe con la merce in mostra e le insegne evocative, l’ atelier di tessitura, il rilegatore di libri…tutto immerge i visitatori in un’atmosfera di pieno Medio-Evo . La città è stata location di diversi film di cappa e spada: ricordiamo “I Tre Moschettieri” o ancora “Fanfan la Tulipe”

La Drôme provenzale
Nel sud della Drôme si respira già atmosfera di Provenza: è la porta d’accesso verso il Midi della Francia, sinonimo di vacanze, di sole, di dolcezza di vivere. Fascinosa e ospitale, la Drôme provenzale declina i suoi villaggi nascosti ai piedi delle montagne o arroccati sulle colline, i campi di lavanda dal profumo inebriante, gli olivi verde argentato e i vigneti con le foglie rossastre quando arriva l’autunno. Non sorprende certo che questi paesaggi abbiano ispirato il cinema ! E’ tra questi scenari magici che è stato girato “L’ussaro sul tetto” dal romanzo di Jean Giono.

L’Ardèche
Per la qualità dei paesaggi e dei siti, e in particolare Vallon Pont d'Arc la cui fama ha superato le frontiere dell'Europa, l'Ardèche è oggi una destinazione turistica imperdibile, di natura selvaggia . Ai piedi dei Monti del Vivarais, la città d’Annonay è costruita come Roma su sette colli, e conserva ancora le tracce di un passato ricco di storia .

Fonte: GIE Atout France
Visita Franceguide.com
 

loading...
01 Giugno 2017 In moto con Suzuki: itinerario dal Cilento ...

In viaggio con Suzuki, giorno 3: il Cilento si unisce alla Costiera Amalfitana! E ...

NOVITA' close