Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Agay

Agay e la sua baia (Francia), vacanza nella frazione di Saint-Raphael

Pagina 1/2

C’è chi dice che la baia di Agay sia la più bella del mondo. Chissà… esplorando i cinque continenti forse si potrebbe trovare qualcosa di meglio, ma è certo che qui, nel sud della Francia, i panorami costieri regalano visioni paradisiache, dominate dal blu intenso di un mare limpidissimo, così perfetto da confondersi col cielo e creare un unico, infinito, lenzuolo celeste. Non è una vera e propria città, ma piuttosto una frazione del comune di Saint-Raphael. Incastonato lungo il litorale del dipartimento del Var, nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Agay è un piccolo mondo di bellezze naturali, strutture balneari e spiagge fantastiche.

Volgendo intorno lo sguardo, a dire il vero, il Mediterraneo non è il solo protagonista dello scenario: come un anfiteatro sontuoso, il massiccio dell’Esterel si staglia alle spalle dell’abitato, donandogli ulteriore fascino e proteggendolo dai venti freddi provenienti da settentrione. Abbracciato da mare e montagna, amato da tutte le specie di turisti, Agay si inserisce in un territorio variegato, ospitale e ricchissimo di città interessanti: la Costa Azzurra è un ininterrotto susseguirsi di località balneari rinomate, e spostandosi nell’entroterra si scoprono città d’arte e di cultura.

Il centro del paese è caratterizzato perlopiù da strutture turistiche e residenze: ci sono molte costruzioni degli anni Sessanta ma anche splendide ville lussuose. Nel cuore più antico si possono ancora ammirare alcune dimore di inizio Novecento, ma Agay paga ancora le conseguenze dei terribili bombardamenti subiti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, quando gran parte dei monumenti allora esistenti andò distrutta.

Ma questo non ha mai scoraggiato i turisti, da sempre affascinati dalle calette romantiche o dagli ampi arenili del luogo: chi si siede sugli scogli e lancia lo sguardo verso l’orizzonte rimane inebriato dalle pennellate vibranti di blu, di turchese e di verde smeraldo, e allo stesso tempo può godere di ogni comodità spostandosi nelle spiagge sabbiose, dotate di servizi e strutture confortevoli.

La spiaggia più famosa di Agay è quella della Baumette, un tempo frequentata dallo scrittore St.Exupéry in compagnia della sua famiglia. In posizione dominante sulla spiaggia si erge l’omonimo faro, una torre di 16 metri che fa venire in mente antiche leggende sui marinai e le imprese dei navigatori. Controllato a distanza dalla stazione di Porquerroles, il faro non è custodito né visitabile, ma è comunque un piacere passeggiare lungo la battigia con la certezza di essere vegliati da questo sedentario amante del mare.

Passeggiando sulla riva si può raggiungere il Cap Dramont, un promontorio roccioso situato al limite della baia di Agay, occupato alla sommità da un altro faro dell’Ottocento, eretto sulle rovine di una torre cinquecentesca. Tutt’ora in funzione, il faro non solo permette di organizzare eventuali soccorsi in mare e di sorvegliare i siti costieri protetti, ma dalla cima regala panorami magnifici ad ogni ora del giorno.
... Pagina 2/2 ...
Tra le meraviglie che si riescono a vedere dall’alto, ma anche soltanto dalla piaggia, c’è l’Ile d’Or, raggiungibile tramite le piccole imbarcazioni che salpano dal porto di Poussai. E’ un isolotto di roccia rossastra, anch’esso occupato da una torre.

Benché le attrattive di Agay risiedano quasi esclusivamente nei suoi paesaggi e nelle spiagge, qui non manca nulla per trascorrere un soggiorno rilassante e confortevole, grazie alla presenza di incantevoli ristorantini, piccoli negozi e mercatini di prodotti tipici. Ad animare le strade della località c’è il mercato settimanale, che si svolge ogni mercoledì, ma non mancano le grandi manifestazioni culturali o le feste popolari, che si distribuiscono nei vari mesi dell’anno: tra gli appuntamenti più noti ci sono il bagno dell’anno nuovo che si tiene in gennaio, la festa della mimosa di febbraio, la festa di Saint-Honorat in maggio, la festa nazionale di Agay in luglio e numerosi concerti nel mese di agosto.

A garantire il divertimento e il relax, tanto sulla spiaggia quanto nelle giornate di festa, c’è il clima piacevolissimo di Agay, di tipo mediterraneo, caratterizzato da estati calde ma ventilate, addolcite dalla brezza marina, e inverni miti, con precipitazioni più frequenti della media annuale in gennaio. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 3°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 18°C ai 29°C.

Per raggiungere Agay si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto e arriva dall’Italia deve percorrere l’autostrada A8, imboccare l’uscita 38 per Fréjus e proseguire secondo le indicazioni fino alla meta. L’aeroporto più vicino è quello di Nizza, a 57 km circa.

Fonte foto, cortesia: Office de tourisme- syndicat d'initiative d'Agay
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close