Cerca Hotel al miglior prezzo

Bécherel, la cittŕ del libro in Bretagna

Becherel, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Bécherel è una cittadina molto particolare: tra i suoi vicoli medievali e le antiche case di granito, infatti, si trovano ben 14 librerie. Il dato in sé potrebbe anche non essere troppo significativo, se non fosse che il paese conta circa 800 abitanti. E non è finita.
Anche chi non lavora direttamente in una libreria, è spesso impiegato in un'attività che ha a che fare con i libri, come ad esempio nei laboratori di rilegatura, per non parlare dell'annuale fiera del libro o degli appuntamenti mensili.
Ma facciamo un passo indietro.

Un villaggio esiste qui in Bretagna fin dall'epoca Romana, ma è con il Medioevo che assume una rilevanza particolare con la costruzione di un castello attorno al quale si svilupperà poi la città. Per un periodo Bécherel fu in mano all'esercito inglese, intervenuto durante la Guerra di Successione della Bretagna, ma ritornò saldamente in possesso dei francesi nel 1374.
I secoli hanno visto ripetuti restauri delle fortificazioni cittadine e soltanto a partire dal Cinquecento Bécherel ha trovato la propria vocazione di città tessile, dedita in particolare alla produzione di vele per le Marine europee. Le esportazioni dei tessuti in tutto il mondo hanno poi favorito un forte sviluppo economico per tutta la provincia, favorita anche dalla produzione di lino e canapa della regione, creando così un vero e proprio polo tessile nel nord della Francia.
Il Novecento ha visto la nascita di nuovi settori industriali che hanno trainato l'economia locale, ma è soltanto dal 1978, con l'ottenimento della denominazione di «Petite Cité de Caractère de Bretagne» che Bécherel ha potuto finanziare lavori di miglioramento per tutta la cittadina ed è così che molti librai e artigiani hanno deciso di stabilirsi qui per dare una nuova vita al centro storico.

L'associazione delle “Piccole Città di Interesse Architettonico della Bretagna” (così potremmo tradurla) è stata creata nel 1976 per riunire quelle località che sono al tempo stesso rurali per via dei pochi abitanti, e urbane per il loro patrimonio storico e culturale. Oggi sono 22 i comuni che aderiscono all'associazione e che dedicano le proprie risorse a valorizzare e a recuperare la loro storia: nel caso di Bécherel, si tratta di una località che è stata per secoli una roccaforte militare prima di trasformarsi in un centro di produzione tessile fino al XVIII secolo e infine parte attiva nella Rivoluzione Industriale che investì parte dell'Europa nel XIX secolo.

Bécherel non è solo una “Petite Cité de Caractère”, ma è anche – e soprattutto – la prima Cité du Livre (Città del Libro) francese.
Le sue strade e le sue piazze ricordano gli antichi mestieri che qui si sono svolti per molto tempo e che oggi hanno ripreso vita con il lavoro degli artigiani, degli artisti e dei librai che hanno le proprie botteghe nel centro. Camminando per le strade e tra le mura del paese, inoltre, si possono ammirare edifici storici con la tipica architettura a graticcio come la “logis de la Filanderie” risalente al XVI secolo, la bella chiesa ottocentesca di Notre-Dame de Bécherel, l'affascinante lavatoio pubblico, conosciuto con il nome di “le lavoir de la Couaille” o concedersi un po' di relax un po' nel bellissimo Parco del Thabor.

La fama di città del libro è giustificata non solo per il grande numero di librerie e laboratori artigianali che lavorano in questo settore, ma anche da alcuni grandi eventi che si tengono puntualmente in città: la prima domenica di ogni mese (esclusi gennaio e febbraio) si svolge infatti il mercatino del libro nella place des Anciennes Halles. Ogni anno, inoltre, l'appuntamento principale è la Festa del libro (Fête du livre) che ha luogo durante il fine settimana di Pasqua e richiama migliaia di appassionati da tutta la Francia. Ovviamente i libri sono in francese, ma se conoscete la lingua potete trovare praticamente ogni tipo di testo, dai più rari e antichi a quelli più specializzati. Viceversa, vi potrete limitare a godervi il fermento che si respira nelle strade.

Bécherel si trova in Bretagna nel dipartimento Ille-et-Vilaine, circa a metà strada tra il capoluogo Rennes (35 km) e la cittadina di Dinan (22 km), nel vicino dipartimento della Côtes-d'Armor.
Una visita a Bécherel può essere l'occasione per scoprire anche la valle della Rance e i suoi dintorni: nel vicino paese di Les Iffs si trovano sia il castello di Montmuran che la chiesa di Saint-Ouen, mentre la stessa Dinan è considerata uno dei borghi più belli di Francia. Anche il castello di Caradeuc si trova a pochi km da qui ed è senza dubbio meritevole di una visita: si tratta di uno degli edifici più belli dell'intera regione ed è dotato di uno splendido parco, tanto da essere soprannominato “la Versailles bretone”.
Sempre in tema di libri, infine, non distante da Bécherel si trova il bosco di Paimpont, comunemente associato alla mitica foresta di Brocéliande, dove si svolgono le vicende di Merlino e della fata Morgana nel ciclo di leggende di Re Artù.

Come arrivare
Bécherel è facilmente raggiungibile in auto percorrendo la strada che congiunge Rennes a Saint-Malo. Sempre da Rennes – dove si trova anche la stazione ferroviaria (SNCF) – esistono inoltre collegamenti giornalieri in autobus; l'altra stazione SNCF più vicina è quella di Combourg.
  •  

News più lette

close