Cerca Hotel al miglior prezzo

Plévenon (Francia): Fort la Latte, le spiagge e il Faro di Cap Frehel in Bretagna

Plevenon, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nei programmi di viaggio che vi portano a esplorare la dirimpettaia Francia non può certamente mancare la Bretagna con le sue meraviglie e gli itinerari che si perdono nella materia onirica. Una volta approdati in questa favolosa terra, si deve subito andare alla ricerca di Plévenon, un caratteristico paese transalpino della Côtes-d'Armor che accoglie una sparuta popolazione di 740 persone.

Il Castello di Fort-la-Latte

L’incanto avvolge passeggiate e pensieri che vengon fuori durante qualche sosta fra negozietti e soffi di docile brezza, ed è poi l’ombra imponente di Fort-la-Latte a catturare con l’affascinante forza di uno tra i tanti castelli della regione.

Altresì denominato Château de la Roche Goyon, è questo uno dei manieri più conosciuti della Francia nord-occidentale, una fortezza trecentesca dove rivive vigorosamente l’epoca medievale. Per visitarlo occorre arrivare a 4 chilometri da Cap Fréhel ed entrare in un’area davvero suggestiva, dai toni paesaggistici poetici e roboanti allo stesso tempo. Il castello, infatti, si affaccia sul canale della Manica e presiede il mare da un promontorio roccioso alto 70 metri, una posizione veramente apprezzabile come lo è il panorama se osservato dal sito.

Il fortilizio è costruito in ardesia rosa e può intendersi più propriamente come complesso costituito appunto dal castello, da due ponti levatoi, una cisterna d’acqua e una cappella. Vi è compreso anche un menhir, che gli autoctoni hanno identificato come il dito del leggendario gigante Gargantua, personaggio creato dalla penna di Rabelais. Una location fantastica, dunque, che ha persino fatto da ambientazione ad alcuni film, fra tutti "I vichinghi" diretto nel 1958 da Richard Fleischer con protagonisti Kirk Douglas e Tony Curtis.

Cap Frehel

Tutta la zona presieduta dal forte è un crogiuolo di falesie che ospitano centinaia di uccelli e nidi entro un contesto permeato dai colori delle stagioni che si avvicendano trasformando i riflessi del sole in sinfonie cromatiche intriganti. L’insieme di queste lande vanno così a formare una riserva ornitologica preziosissima, tempio all’aperto degli amanti della natura e dei bird watchers appostati fra le ginestre per catturare il volo o le deposizioni di uova di specie anche molto rare. Ricordatevi di fare una capatina al Faro di Cap Fréhel che domina l’orizzonte protendendo la sua luce sull’azzurro specchio d’acqua. Tutt’intorno il paesaggio cambia in fretta, si mostra eterogeneo ed è per tale motivo assolutamente adatto a gite, escursioni e viaggi in bicicletta.

Le spiagge di Plévenon

Il litorale è uno spettacolo non soltanto per gli occhi ma anche per le emozioni che fuoriescono rincorrendosi alacremente. In estate specialmente, tutta la costa è un brulicare di turisti interessati a fruire dell’amalgama offerto dal clima e dall’adeguarsi dell’hinterland di Plévenon. Nel novero entrano di diritto la Grande Plage che prolunga la sua sabbia per chilometri, Plage de la Fosse, Plage du Guen e Plage de la Fresnaye, tutte spiagge non solo belle ma anche e soprattutto comode, facili da raggiungere. Certo, il mare della Manica non è proprio tra i più caldi ma troverete la sua acqua idonea a corroborarvi con la freschezza che la contraddistingue. Plévenon è principalmente attrazione per tutti coloro che amano il mare e le attività a esso connesse, infatti qui si possono praticare sport acquatici come la vela, immersioni e pesca subacquea.

Dove mangiare ed alloggiare

I golosoni devono sapere che da queste parti una specialità assoluta è rappresentata dal formaggio di capra e molti ristoranti lo propongono in abbinamento a piatti buonissimi: fate un salto al Le Rusty oppure a La parentesi, ch’è un ristorante italiano in terra francese. Entrambi gli esercizi distano solo una decina di km dal paese. Le scelte di soggiorno sono ampie, si può optare per la libertà del bed&breakfast (il più vicino è Les Bruyeres d’Erquy) o la comodità della casa vacanza (Côtes-d'Armor, situata proprio a Plévenon), e per i più spartani ecco il campeggio, consigliato Le Freche a l’ane, solo 5 km dal centro abitato e in posizione campestre.

Come arrivare a Plevenon

Plévenon è raggiungibile attraverso due possibili percorsi, ovvero arrivare all’aeroporto di Nantes e poi spostarsi in autobus (o auto a noleggio) oppure puntare direttamente alla volta dell’aeroporto di Parigi, dalla quale gli spostamenti sono ancora più agevoli sebbene la città sia molto trafficata per la sua natura di Capitale della nazione.

  •  

News più lette