Cerca Hotel al miglior prezzo

Flüelen (Svizzera): il porto del Lago dei Quattro Cantoni, Canton Uri

Fluelen, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il paesino di Flüelen sorge all'estremità sud-orientale del Lago di Uri (Urnersee, in tedesco), un braccio del più grande Lago dei Quattro Cantoni (Vierwaldstättersee).
Flüelen in sé non ha molto da offrire ai visitatori, ma nelle immediate vicinanze sono numerosi i punti d'interesse turistico e le occasioni per effettuare escursioni nella natura.

Siamo nel centro della Svizzera, nel Canton Uri, in un territorio che per gli elvetici ha un grande valore storico e simbolico: è infatti in questo scenario che è ambientata la leggenda di Guglielmo Tell, ed è sempre in queste zone che fu pronunciato il giuramento di alleanza da cui nacque poi la Confederazione Svizzera.

Storia

Flüelen è stato per molti secoli un importante luogo di trasbordo per i trasporti svizzeri: già in passato collegava il Passo del San Gottardo al Lago dei Quattro Cantoni, che era a sua volta una frequentatissima via d'accesso alle città della Svizzera settentrionale. Proprio per regolamentare il traffico su questa via – e soprattutto per incassare il denaro delle tasse doganali – venne costruito nel XIII secolo lo Schloss Rudenz, un piccolo castello (in realtà una semplice torre) che è ancora oggi visibile nel centro di Flüelen.

Come dicevamo in apertura, la zona dell'Urnersee è amata dagli svizzeri per alcune vicende storiche di primaria importanza che l'hanno vista protagonista: secondo la tradizione (non del tutto verificata) è sul prato del Grütli, sulla sponda occidentale, che il 1° agosto 1291 si incontrarono i rappresentanti dei tre cantoni boschivi che si affacciano sul lago – rispettivamente il Canton Uri, Schwyz (Svitto) e Unterwalden (Untervaldo) – giurandosi aiuto reciproco e mutua difesa, gettando così le basi della futura Confederazione elvetica.
A testimonianza del grande valore simbolico di questo prato, nel XX secolo, durante la seconda guerra mondiale, il generale Guisan vi radunò l'esercito come atto dimostrativo e prova di forza con lo scopo di scoraggiare eventuali invasori. Ancora oggi sul prato del Grütli (o del Rütli, in tedesco) sventola la bandiera svizzera e ospita celebrazioni ufficiali nel mese di agosto.

Cosa vedere a Flüelen

Il paese è tagliato in due dalla ferrovia, che corre parallela alla riva del lago. Qui abitano circa 2.000 persone, la maggior parte delle quali lavora nel settore terziario.
Il turismo è sviluppato e accoglie molti appassionati di sport acquatici, che trovano nell'Urnersee il luogo ideale per dedicarsi al windsurf, alla canoa e al kayak.

Un giro per il paese consente di vedere i principali edifici storici, come la chiesa dei Santi Giorgio e Nicolao, costruita in origine nel XIV secolo, la chiesa del Sacro Cuore di Gesù (risalente al 1912) e il già citato Castello di Rudenz, di cui oggi rimane ottimamente conservata solo la torre, mentre le mura difensive e le torrette sono state demolite.

Nella terra di Guglielmo Tell

Flüelen è un ottimo punto di partenza per scoprire la natura e le cittadine attorno al lago: il vicino paese di Altdorf, appena 3 km più a sud, è famoso per il Telldenkmal, il monumento a Guglielmo Tell eretto sulla Piazza del Municipio (Rathausplatz). Se questa figura mitica vi appassiona, appena altri 2 km a est, il villaggio di Bürglen sarebbe il paese natale dell'eroe svizzero, come dimostra anche il locale Tell Museum, che accoglie cimeli di vario genere.

Si può esplorare la zona del lago in traghetto oppure a piedi.
Chi opta per il battello può partire da Brunnen e raggiungere Flüelen facendo tappa nei luoghi più significativi: il primo è lo Schillerstein, un grande obelisco naturale alto oltre 20 metri che affiora dall'acqua, non distante dal prato del Grütli. Nel 1859, in occasione del 100° anniversario della nascita del poeta Friedrich Schiller (autore del dramma “Guglielmo Tell”), la roccia fu trasformata in un monumento allo scrittore.
Del Grütli, immancabile meta di un tour sull'Urnersee, abbiamo già parlato, per cui passiamo sulla sponda opposta, dove si trovano rispettivamente la Tellsplatte (la roccia sulla quale l'eroe popolare saltò per sfuggire a Gessler) e la Tellskapelle, una piccola cappella a loggia costruita proprio sull'acqua nel 1880, decorata con quattro affreschi del pittore Ernst Stückelberg.
Dietro alla cappella, pochi passi più in alto, si trova il più grande carillon di campane della Svizzera che esegue diverse melodie allo scoccare dell'ora.

Per chi sceglie un'escursione a piedi, il percorso più battuto è quello del Weg der Schweiz (Sentiero Svizzero), che gira attorno al lago dal Grütli a Brunnen per un totale di 35 km, percorribili solitamente in due giorni (considerando due giornate di cammino da sei ore l'una).
Il sentiero fu inaugurato nel 1991 in occasione dei 700 anni del giuramento sul Grütli che sancì la nascita della Confederazione Elvetica. Il percorso è suddiviso in 26 sezioni – una per ogni cantone – partendo dai primi tre (Uri, Schwyz e Unterwalden) che diedero l'impulso alla creazione della Confederazione. Il cammino passa anche per Flüelen e si snoda tra i luoghi storici e simbolici del lago, immerso nella natura tra boschi, prati e le vette alpine a fare da contorno.
Chi non se la sente di compiere tutto il tragitto, può anche spezzare il percorso servendosi del battello tra le due sponde o dei mezzi pubblici (treno e autobus) in corrispondenza dei paesi che di volta in volta si incontrano.

Come arrivare a Flüelen

Il paese si trova esattamente all'estremità opposta del lago rispetto a Lucerna, da cui dista 40 km in auto. Per chi transita dal Passo del San Gottardo, Flüelen dista 47 km percorrendo la A2.
Chi opta per i mezzi pubblici può servirsi della stazione ferroviaria che si trova proprio accanto all'imbarcadero dei traghetti. Dalla stazione partono anche gli autobus che collegano il paese alle località vicine.
In battello i collegamenti sono assicurati da/per Brunnen e Lucerna, con eventuale fermata al prato del Grütli.
  •  

News più lette