Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Altdorf

Altdorf (Svizzera): visita alla cittą di Guglielmo Tell

Il capoluogo del cantone di Uri è Altdorf, cittadina di neanche 9.000 abitanti situata all’inizio dell’ampia e verdeggiante vallata della Reuss, tre chilometri a sud di Flüelen e delle sponde del Vierwaldstättersee (Lago dei Quattro Cantoni). Altdorf è conosciuta in tutta la Svizzera per aver legato il proprio nome a quello di Guglielmo Tell, la cui effige ricorre più volte passeggiando per le graziose stradine del centro. Da Altdorf ha inizio la salita che conduce al passo del San Gottardo (2108 m), dove nel 1437 fu aperto un ospedale per garantire soccorso ai numerosi viandanti che si cimentavano nell’ardua impresa di valicare questo gigante alpino.

Seppur abitata fin dalla preistoria, la zona dell’odierna Altdorf conobbe i primi insediamenti permanenti in epoca romana, quando furono costruite anche le prime strade. Con la caduta dell’Impero di Roma la regione fu occupata da diverse popolazioni germaniche discese dall’Europa settentrionale; la loro presenza è ancor oggi testimoniata dalla tomba di un cavaliere della fine del VII secolo collocata nella chiesa di San Martino. Tuttavia, la fama del centro è legata essenzialmente alle vicende di Guglielmo Tell che, secondo la leggenda, proprio ad Altdorf colpì la mela sulla appoggiata sulla testa del proprio figlio mandando su tutte le furie il balivo Gessler.

Nonostante le vicende storiche di Guglielmo Tell abbiano reso celebre la Altdorf del XIII secolo, ed il nome è traducibile come "vecchio villaggio", l’aspetto attuale della cittadina è più moderno e dovuto alla ricostruzione seguita all’occupazione francese e all’incendio del 1799. Tra i pochissimi edifici sopravvissuti alla catastrofe che mandò in fumo praticamente tutto il centro c’è il Türmli (Piccola Torre), la casa-torre costruita nel XIII secolo, ampiamente rivisitata nel 1517 e recentemente restaurata che è stata riaperta al pubblico pochi mesi fa. Ai piedi della torre, che contando anche la copertura è alta più di 30 metri, c’è la Telldenkmal, la statua di Guglielmo Tell del 1895. Il monumento, inquadrato da un grande affresco raffigurante un tipico scorcio montagnoso del luogo, ritrae l’eroe in compagnia di proprio figlio (rappresentante il popolo svizzero) in atteggiamento protettivo. La torre e il monumento si inseriscono nel complesso della Rathausplatz, la piazza sulla quale si affaccia anche il municipio ottocentesco.

Da Rathausplatz ha inizio Schmiedgasse, la via che precede Gotthardstrasse ed il palazzo neogotico dell’Historisches Museum Uri (www.hvu.ch). Quest’ultimo, aperto da mercoledì a venerdì dalle 13.00 alle 18.00 ed il weekend dalle 11.00 alle 17.00, è il museo storico della città di Altdorf, un allestimento a spiccato carattere cantonale inaugurato nel lontano 1906 con l’esposizione di preziosi documenti relativi agli eventi più importanti della storia locale. Su Lehnplatz sono da vedere lo Zeughaus Uri (arsenale) ed il Tellspielhaus, il teatro del 1925 dove vengono inscenate le rappresentazioni che hanno come unico grande protagonista Guglielmo Tell.

Nei dintorni di Altdorf, rispettivamente un paio di chilometri a est e a ovest del centro, si possono vedere Bürglen e Seedorf. Il primo, situato lungo la strada 17 del Klausen che risale la Schächental, è un piccolo centro sciistico di 4.000 abitanti che si fregia di aver dato i natali a Guglielmo Tell. Nel luogo in cui secondo la tradizione sorgeva la casa dell’eroe c’è oggi una cappella costruita nel 1582, mentre sulla piazza della parrocchiale barocca di St. Peter und Paul svetta il monumento a Tell del 1786. Seedorf, invece, si trova sulla sponda sinistra della Reuss ed è famoso a livello locale per la chiesa di St. Lazarus, ricostruita tra il 1695 ed il 1700 da K. Moosbrugger e affrescata nel Settecento da F.A. Giorgioli.

Pur essendo il capoluogo del cantone di Uri, Altdorf è servita in maniera peggiore dai trasporti pubblici rispetto a Flüelen. Per muoversi tra le due cittadine occorrono pochi minuti di autobus, mentre per raggiungere Lucerna la via più breve è cambiare alla Bahnhof (stazione ferroviaria) di Arth-Goldau. In alternativa si può sempre arrivare a Flüelen e scegliere tra treno e battello, tenendo presente che con quest’ultimo si impiegano quasi 3 ore a raggiungere il capo opposto del lago dove è situata Lucerna.
  •  
loading...
close