Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Moravia

Lednice-Valtice (Moravia), il paesaggio culturale Patrimonio Unesco

Pagina 1/2

Inserita dall’UNESCO tra il Patrimonio dell’Umanità, l’area di Lednice-Valtice è un gioiello che unisce natura e cultura situato tra Breclav e Mikulov, nel cuore della regione vinicola più rinomata della Moravia. La più “grande” e interessante delle due cittadine è Valtice, un villaggio di neanche 4.000 anime che vanta un incantevole castello rimasto per oltre cinque secoli e mezzo una delle principali residenze dei Liechtenstein, una potente famiglia aristocratica che possedeva quasi 100 tenute in Moravia e che se ne vide confiscare molte dagli Stati Cechi protestanti dopo la vittoria riportata nella battaglia della Montagna Bianca del 1620. Lednice, invece, il cui nome significa letteralmente “frigorifero”, è di dimensioni ancora più piccole e oltre ad un castello neogotico non ha molto da offrire ai visitatori.

Unite da una strada tracciata nel 1715 e intitolata a Petr Bezruc, Valtice e Lednice furono considerevolmente modificate tra il XVIII e il XIX secolo dalla famiglia dei Liechtenstein, che realizzò una sorta di immenso parco a circondare i due centri abitati. In realtà nell’area di Lednice-Valtice sorge anche Hlohovec, prima della quale si estendono i Lednicke rybniky, i “laghi di Lednice”: Mlýnský, Prostřední, Hlohovecký e Nesyt. La maggior parte del territorio è ricoperto da una vasta pineta, ai margini della quale si trova la foresta adiacente al Dyje, mentre oltre ai rispettivi castelli si possono ammirare numerosi padiglioni sparsi un po’ per tutto il complesso e spesso utilizzati come capanni per la caccia.

L’attrattiva principale della Lednicko-valticky areal, da molti considerata la regione architettonicamente più interessante dell’intera Repubblica Ceca, è indubbiamente il castello di Valtice. Quest’ultimo, edificato nel XII secolo e situato in namesti Svobody, è stato più volte rimaneggiato nel corso degli anni ed oggi è considerato uno dei migliori esempi di architettura barocca, cui contribuirono anche J.B. Fischer von Erlach e l’architetto italiano Domenico Martinelli. La visita guidata conduce attraverso tutte le sale del complesso, all’interno del quale spiccano gli oggetti e gli arredi che la famiglia Liechtenstein dovette precipitosamente abbandonare nel 1945, fuggendo dinanzi all’avanzata dell’esercito sovietico da est. Particolarmente interessanti sono le murature, intonacate con 7,5 chilogrammi d’oro, mentre nel dedalo di saloni trova spazio la Vinoteka Vinum Bonum, che propone la degustazione e la vendita dei pregiati vini locali.

Di fronte al castello si erge la kostel Nanebevzeti Panny Marie, ovvero la “Chiesa dell’Assunzione della Vergine Maria”, una fabbrica non troppo interessante dal punto di vista architettonico, che però vanta un dipinto di Rubens collocato dietro all’altare maggiore. Accanto all’ufficio turistico c’è invece il Narodni Zemedelske Museum v Praze, il “Museo Agricolo”, un allestimento in grado di stuzzicare soprattutto gli agricoltori. Ogni anno in luglio il castello di Valtice ospita lo Zamecke barokni leto, il “Festival della Musica Barocca”, un evento che si svolge in numerose parti del complesso con tanto di festa e fuochi d’artificio.
... Pagina 2/2 ...
Spostandosi a Lednice si incontra il suo sontuoso castello, costruito nel 1865 in stile neogotico da J. Wingelmuller. Proprietà della famiglia Liechtenstein per oltre tre secoli, dal 1582 al 1945, l’edificio odierno pare appartenere solo ed esclusivamente ai turisti, sempre in coda sotto al sole pur di riuscire a prendere parte ad una delle visite guidate. Le possibilità sono due: la Visita 1, che consente di vedere le sale più importanti, e la Visita 2, che invece si concentra sugli appartamenti dei Liechtenstein. A destra dell’ingresso c’è la serra contenente una varietà di piante esotiche, mentre gli ampi giardini del castello, punteggiati da alcuni laghetti e graziosi gazebo, sono l’ideale per rilassanti passeggiate estive. Da non perdere infine il minareto che, con il suo stile arabeggiante, si erge nel centro del maniero.

I mesi migliori per visitare l’area di Lednice-Valtice sono maggio, giugno e settembre, quando le giornate sono miti ed il numero di turisti cala sensibilmente rispetto a luglio e agosto, durante i quali si rischia di fare code interminabili per accedere alle attrattive della zona. D’inverno le temperature sono basse, spesso sotto lo zero, e la neve può fare capolino dall’inizio di dicembre a marzo inoltrato; d’estate, invece, nei pomeriggi soleggiati si superano spesso i 30 gradi, con l’unico inconveniente rappresentato dagli improvvisi temporali che fanno diminuire notevolmente anche le temperature.

Da Valtice partono treni regolari per Mikulov e Breclav, entrambe distanti non più di un quarto d’ora, con favorevoli coincidenze per Brno e Zlin. Da Mikulov il convoglio prosegue poi fino a Znojmo, mentre alcuni treni consentono di raggiungere Lednice, la cui stazione ferroviaria sorge nella parte meridionale dell’abitato. In realtà, il modo migliore per muoversi tra i due borghi è prendere l’autobus, dato che ci sono frequenti collegamenti ogni giorno che impiegano non più di un quarto d’ora a coprire i pochi chilometri che separano Lednice da Valtice.
loading...
close