Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Ceske Budejovice

ČeskÚ Budějovice (B÷hmisch Budweis): visita alla cittÓ della Budweiser

Pagina 1/2

In Repubblica Ceca la chiamano Ceske Budejovice (České Budějovice), ma il nome più noto è quello tedesco: Böhmisch Budweis. Un nome che fa pensare immediatamente al suo prodotto più tipico e amato, la celebre birra Budweiser, ma che indica in realtà una città ricca di attrattive affascinanti, monumenti e edifici storici, immersa in una natura sorprendente.

Siamo nel sud della Boemia, regione meridionale della Repubblica Ceca, dove Budweis con i suoi 100 mila abitanti costituisce la città più popolosa. La mitica birra Budweiser, conosciuta in tutto il mondo, è una Pilsener con un pronunciato gusto di malto, dal colore giallo dorato, prodotta utilizzando il pregiato luppolo di Äatec.

Prima dell’industria della birra, tuttavia, Budweis era già una cittadina fiorente, che affonda le sue radici in una lunga storia ricca di tradizioni e vicende appassionanti. Era il lontano 1265 quando il re boemo Ottocaro II scelse l’incrocio tra i fiumi Moldava e Malše per il primo insediamento, e ben presto vi si insediarono i tedeschi dell’Alta Austria e della Selva Boema, che ampliarono la città e la mantennero sempre fiorente.

La fedeltà di Budweis alla corona venne sempre premiata con privilegi e trattamenti di favore, oltre alle opere di valorizzazione del centro: basti pensare alle chiese create tra la fine del XIII secolo e l’inizio del XIV, o alle imponenti mura della città. L’estrazione dell’argento, la produzione della birra, la produzione ittica e il commercio del sale garantirono un medioevo all’insegna del benessere, e anche dopo, durante la Guerra dei Trent’anni, la città resistette a ogni attacco. Il Barocco fu l’età dei mutamenti architettonici, con la fioritura di molti monumenti importanti tra cui la fontana di Samson, tuttora simbolo di Budweis. Dopo un Ottocento all’insegna dei progressi tecnologici, il XX secolo ha visto crescere un punto di riferimento economico e culturale per tutta la Boemia meridionale, e nel 1949 Budweis è diventata sede della nuova regione nello stato cecoslovacco.

Famosa per la sua università prestigiosa e per i centri di studi scientifici all’avanguardia, la città oggi rappresenta anche una meta turistica affascinante, grazie alle testimonianze storico-artistiche che costellano il tessuto urbano. Sono infatti molti gli edifici di impronta gotica, rinascimentale o barocca, ma non mancano le meraviglie architettoniche più recenti, aggiunte nel XIX secolo. Da vedere il vecchio municipio, decorato esternamente dai gargoyle in bronzo, oppure la torre Černá vě×, senza dimenticare la stazione ferroviaria Austro-Ungarica della Belle Epoque.
... Pagina 2/2 ...
Nella Piazza dei Piaristi si può ammirare l’edificio storico più importante di Budweis, il convento domenicano con la sua chiesa gotica dedicata alla Vergine, mentre nella zona sud del centro si possono ancora riconoscere le deboli tracce dell’antica ferrovia a cavallo, che tra il 1825 e il 1832 collegava Budweis con la città austriaca di Linz. A qualche decina di chilometri dal centro della città ci sono le rovine del castello residenziale appartenuto a Jan Äi×ka, l’eroe nazionale ceco. Spingendosi ancora oltre, a circa 30 km, ci si imbatte nell’affascinante cittadina di Český Krumlov, inclusa nel 1992 nell’elenco dei Beni dell’Umanità dell’UNESCO.

Nella patria della Budweiser, ovviamente, non potevano mancare le manifestazioni dedicate alla birra: specialmente in estate e all’inizio dell’autunno sono varie le occasioni per degustare la mitica bionda, oppure per visitare le case di produzione e carpire i segreti della tradizione. Ma le manifestazioni che si svolgono in città non finiscono certo qui: molto vivo è ad esempio l’amore per la musica, infatti a Budweis si esibiscono alcuni dei migliori cori del paese e ogni anno, ad aprile, si svolge la famosa manifestazione musicale “Cantate Budweis”. In dicembre, invece, è il turno dell’arte: al Czech Art Festival si possono ammirare le opere di pittori, disegnatori, ceramisti, fotografi e addirittura maestri vetrai, mentre chi ama fare shopping può visitare i grandi mercatini natalizi che si svolgono nella piazza Centrale.

Il tutto è avvolto in un clima temperato, senza picchi eccessivi di caldo o di freddo. In estate, infatti, la temperatura media più elevata può sfiorare appena i 25°C, mentre il valore medio invernale si aggira sui 2°C. Molto piacevoli le mezze stagioni con le loro temperature miti, ma sfuggire dalle precipitazioni non è facile: per tutto l’anno piove dai 12 ai 17 giorni al mese.

La via più comoda e veloce per raggiungere Budweis è volare all’aeroporto di Praga, collegato a Milano, Roma, Bologna e a molti altri aeroporti in Europa e oltre. Da qui si può prendere un treno verso la stazione ferroviaria di Budweis, ma la soluzione più rapida è l’autobus: alcune ditte, come la Student Agency, consentono di arrivare direttamente alla meta in circa 2 ore e mezza.
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close