Cerca Hotel al miglior prezzo

Enns, Alta Austria. Cosa vedere nella Cittą Slow

Pagina 1/2

In inglese il termine “slow” significa “lento”, e ultimamente la parola è divenuta sinonimo di qualità e piacere. Tanto più ma se lo si associa a un’affascinante cittadina dell’Austria che gli fa assumere un ventaglio di sfumature molto più interessanti! Proprio come a Enns, località di 11 mila abitanti dell’Alta Austria, che è la prima del paese ad essersi guadagnata l’etichetta di “Città Slow”: ovvero tranquilla, vivibile, rilassante e immune dal chiasso che troppo spesso caratterizza i grandi centri. L’alta qualità della vita che si gode a Enns è frutto di un connubio armonico tra arte, cultura, storia, spazi verdi e appuntamenti vivaci, che ne fanno una gradevole località turistica.

Situata alla confluenza del fiume Enns e del Danubio, la cittadina è la più antica di tutta l’Austria. I primi insediamenti risalgono infatti a oltre 4 mila anni fa, e furono i romani, intorno al 200, a costruirvi una fortezza legionaria e un centro urbano accomunati dal nome Lauriacum. Con l’impero di Caracalla l’insediamento divenne capitale della provincia del Norico, ma fu soprattutto sotto i Babenberger che Enns acquisì un’importanza crescente e ottenne il titolo di città da parte del duca Leopold VI, come testimonia un prezioso documento datato 1212. Vivacità e grazia proprie di una città moderna, ma incanto tipico di un centro medievale: in questa ambivalenza si nasconde la bellezza di Enns.

A raccontarne il passato sono i numerosi monumenti che costellano il centro storico. Tra le costruzioni che meritano una visita attenta c’è sicuramente la torre civica, che venne eretta tra il 1564 e il 1568 e con la sua mole di circa 60 metri è diventata nei secoli un vero e proprio emblema della cosiddetta “Città delle piccole Torri”. Dalla sommità della torre si apprezza un panorama incantevole che abbraccia i tetti della città e il paesaggio austriaco circostante.

Tra gli edifici di culto spicca la Basilica Papale di San Lorenzo, che col passare del tempo ha assistito alla crescita urbana con sguardo materno, come un’anziana signora che sa ben adattarsi ai cambiamenti in atto. L’accostamento tra la Basilica e gli edifici più moderni risulta armonico, con la torre del IX-X secolo costruita utilizzando resti romani e il corpo della chiesa del XIII secolo.

Da vedere anche la parrocchiale di St. Marien e la sua cappella neogotica Wallsee del 1343. Si tratta di uno degli edifici di culto più antichi dell’Austria, tra quelli appartenuti all’ordine dei frati mendicanti, fondato nel lontano 1276 e caratterizzato da una linea architettonica piuttosto estrosa. Splendide le vetrate del famoso artista Martin Prachensky.

... Pagina 2/2 ... Ma non sono da meno gli edifici civili di Enns, come il museo Lauriacum allestito nell’edificio dell’ex municipio, contenente alcuni reperti romani di importanza storica internazionale e in particolare il solo affresco su soffitto di epoca romana ancora intatto in Austria, che rappresenta “Amore e Psiche”. Interessanti anche le collezioni preistorica e folcloristica, per chi vuole immergersi in un passato ancor più lontano o assaporare qualche tradizione tipica della zona.

Infine l’austero Castello Ennsegg, edificato nella seconda metà del Cinquecento e tuttora utilizzato per la celebrazione di matrimoni e cerimonie, vista l’eccezionale eleganza della sua architettura. La fortezza è dotata di una cappella, così come si usava presso i principi e i conti, e di alcuni ambienti particolarmente interessanti quali la sala Georgenberg, la sala Auersperg e la sala Napoleon, tutte affrescate da Carpoforo Tencalla. L’ampio cortile ad arcate ospita la sede della scuola regionale di musica, oltre ad essere lo scenario di eventi culturali, feste e manifestazioni che coinvolgono la cittadinanza.

Gli appuntamenti di svago, infatti, sono numerosi nel centro di Enns, e riguardano ogni periodo dell’anno. Tra gli eventi da non perdere c’è la Settimana delle Emozioni della 1° Città Slow dell’Austria, che a metà luglio rende omaggio alle squisitezze della cucina locale, come il panpepato, ma anche alle tradizioni più genuine e caratteristiche della città. Vale la pena di provare qualche lezione di equitazione, di partecipare alla festa dei pescatori allo stagno Tabor e gustare il pescato nella successiva grigliata, o ancora di mettere alla prova la propria abilità nel tiro al bersaglio.

Ad avvolgere la cittadina c’è un clima a dir poco frizzante, con estati gradevolmente fresche e inverni rigidi, spesso portatori di suggestive nevicate. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da una minima di -6°C a una massima di 0°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 12°C ai 24°C. Le precipitazioni sono sempre piuttosto diffuse e variano mediamente tra i 12 e i 17 giorni di pioggia mensili.

A metà strada tra Vienna e Salisburgo, Enns è facilmente raggiungibile con ogni mezzo. La località dista da Trento poco meno di 500 km, ed è raggiungibile in auto mediante l’autostrada A13 e A1. La stazione ferroviaria di Enns è sulla linea che collega Vienna a Linz. L’aeroporto di Linz (tra i più piccoli dell’Austria, non è servito da voli provenienti dall’Italia) si trova a una trentina di chilometri da Enns, mentre quelli di Salisburgo e Vienna sono rispettivamente a 120 e 155 km.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close