Cerca Hotel al miglior prezzo

Savonlinna: il Castello e il Festival dell'Opera tra i laghi della Finlandia

Pagina 1/2

La protagonista incontrastata del paesaggio circostante Savonlinna è l’acqua. La cittadina, che conta poco meno di 30.000 abitanti, è infatti situata al centro del sistema del Saimaa, il lago che occupa oltre la metà del territorio cittadino, all’interno della regione del Savo meridionale, nella parte sud-orientale della Finlandia. Il centro di Savonlinna, costruito su quattro isole collegate tra loro da ponti e passerelle in legno, è un’icona del paesaggio lacustre finlandese, grazie alla sua posizione privilegiata che lo vede circondato dai laghi Haapavesi a nord e dai Pihlajavesi a sud, oltre alla presenza del già menzionato bacino del Saimaa. I tanti turisti che ogni anno scelgono di visitarla potranno inoltre ammirare il maestoso castello, il cui aspetto apparirà insolito per queste latitudini, l’istmo morenico di Punkaharju ed il parco nazionale di Linnansaari, ma anche assistere al più importante festival operistico della nazione, in calendario a cavallo tra luglio e agosto.

Nel XV secolo il viceré di Svezia, comandante della postazione di Vyborg, decise di costruire una nuova fortezza per proteggere i confini dai russi. All’ombra del castello di svilupparono lentamente alcune attività commerciali, elementi fondamentali per ottenere il riconoscimento dei diritti di città, ratificato nel 1639, che tuttavia non portò grande fortuna al borgo, andato più volte distrutto in successive contese. A resistere fu invece il maniero, che rimase alla Svezia fino al 1714, anno in cui l’esercito di Pietro il Grande se ne impadronì, per poi essere nuovamente ceduto nel 1721 dopo la firma del trattato di pace con lo zar. Nel 1743, sempre in seguito ad una guerra, il castello tornò in mano zarista, ma a partire dall’inizio del XIX secolo, quando praticamente tutta la Finlandia fu incorporata dalla Russia, Savonlinna perse notevolmente prestigio, cadendo in un lungo declino.

La strada principale che attraversa il centro da ovest ad est è Olavinkatu. Presso il cuore più antico dell’insediamento, imboccando la traversa di Kirkkokatu, si arriva ai piedi della Tuomiokirkko, la cattedrale neogotica in mattoni a tre navate fatta costruire tra il 1875 ed il 1878; alle spalle della chiesa c’è invece il monumento ai Caduti della guerra d’indipendenza di Waino Aaltonen, realizzato nel 1925. Ripresa la Olavinkatu e superato il ponte di Haapasalmi si arriva alla grande piazza del mercato Kauppatori, antistante al sempre trafficato porto passeggeri, da cui salpano ogni giorno alcuni battelli per le crociere lacustri. Proseguendo verso est si raggiunge la piccola piazza Olavintori, dove sorgono la Pikkukirkko, ovvero la “piccola chiesa”, fatta costruire nel 1845, ed il Kaupungintalo, il municipio del 1890.

Molti visitatori giungono a Savonlinna solo per visitare l’Olavinlinna, ovvero la fortezza presso la quale si tengono anche le rappresentazioni del festival operistico. Preceduto da un bel parco, il castello medievale meglio conservato di tutta la Scandinavia si erge su un isolotto dello stretto di Kyronsalmi ed è accessibile mediante una passerella mobile. Costruito tra il 1475 ed il 1477 per ordine di Erik Axelsson Tott, governatore danese della fortezza di Viipuri/Vyborg, in territorio russo a partire dal 1940, il castello ebbe fin da subito una funzione difensiva per la provincia di Savo nei confronti dell’impellente minaccia russa. Attualmente l’Olavinlinna presenta integrazioni settecentesche che ne hanno attenuato l’imponenza, mentre sui lati nord e ovest si alzano tre torri rotonde in pietra realizzate nel Cinquecento e unite da alte mura. All’ingresso è posta una statua di San Olaf, mentre dal piccolo cortile sono visibili la torre di San Olaf, con prigioni sotterranee, e la torre della chiesa, con una cappella cattolica/ortodossa al terzo piano. Interessante è anche Linnakatu, la via che conduce al maniero, lungo la quale si possono ammirare alcune antiche case in legno ben conservate.

... Pagina 2/2 ... Il museo più interessante e visitato di Savonlinna è il Maakuntamuseo, un allestimento sulla storia locale ospitato all’interno di un vecchio granaio ristrutturato situato a sud-est del centro sull’isoletta di Riihisaari. Questo museo provinciale sulla storia del Savo meridionale vanta un’importante sezione dedicata alla navigazione, che tra i pezzi forti annovera i battelli a vapore Salama e Savonlinna, il vaporetto Mikko, un tempo destinato al trasporto del catrame, ed il rimorchiatore a vapore Ahkera, tutti ormeggiati ai moli del porticciolo sottostante. Ben riuscita anche la ricostruzione della capanna di un boscaiolo e della stanza di una fattoria, mentre un bel modellino illustra in maniera chiara ed esaustiva il sistema di fluitazione del legname.

Tra luglio e agosto si tiene il Savonlinnan Oopperajuhlat, il “Festival Internazionale dell’Opera”, un evento internazionale che deve la propria origine ad una chiara notte estiva del 1999, quando un gruppo di ministri della Cultura dell’Unione Europea assistette alla memorabile rappresentazione del Faust nella magica cornice del castello di Olavinlinna circondato dal Saimaa, un piacere che decidettero di rendere pubblico attraverso l’organizzazione di questo evento. Anche se siete del tutto profani all’opera, la spettacolarità del sito e l’acustica straordinaria non potranno lasciarvi indifferenti, senza contare l’opportunità di seguire anche le prove compiute da alcuni degli artisti più importanti del mondo poche ore prima degli spettacoli.

Il clima presenta caratteristiche continentali ed altre tipicamente marittime, cosicché le temperature sono basse in inverno e gradevoli d’estate, quando però c’è sempre il rischio di piogge improvvise. D’inverno, tra dicembre e marzo, le giornate sono corte, fredde e umide, con temperature medie di qualche grado sotto lo zero sia nei valori minimi che in quelli massimi. L’estate, invece, seppur piuttosto breve, è gradevole, con massime che salgono fino a 25/26 gradi e le notti che si accorciano fino a durare poche ore. Le precipitazioni non sono molto abbondanti e tendono a distribuirsi in maniera piuttosto uniforme su tutti i dodici mesi dell’anno, durante il quale cadono in media 550/600 mm di pioggia.

L’Aeroporto Internazionale di Helsinki-Vantaa è raggiungibile in circa 4 ore di autobus, mentre a pochi chilometri dal centro si trova il piccolo Savonlinna Airport, a sua volta collegato allo scalo della capitale da 4/5 voli ogni giorno. Dalla stazione partono treni che uniscono la città al resto della rete ferroviaria, cioè a Parikkala, dove passa l’EP Karelia, mentre in battello si possono comodamente raggiungere Kuopio, Lappeenranta e Punkaharju.
loading...
close