Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Geiranger

Crociera nel Geirangerfjord, il fiordo pił bello del mondo

Pagina 1/2

Sarà uno dei fiordi più piccoli della Norvegia, ma il Geirangerfjord è tra i luoghi più incantevoli di questa terra sublime, e la navigazione da Hellesylt a Geiranger rappresenta una tappa immancabile del tour tra i fiordi norvegesi. Anche il viaggiatore più esperto, abituato ad avventure e peripezie, si emoziona quando vene a trovarsi in un sottile braccio di mare, stretto da una gola a precipizio, con alte e poderose cascate che si gettano in salti spettacolari lungo le pareti di roccia. Una meraviglia irresistibile per l'UNESCO, che nel 2005 ha incluso il Geirangerfjord tra i beni Patrimonio dell'Umanità insieme al Nærøyfjord.

Il Geirangerfjord è così bello che varrebbe la pena di percorrerlo due volte, in orari diversi, in modo da gustare i cambiamenti di luce e le diverse armosfere che si respirano al suo interno: fiabesco, ridente, misterioso, drammatico... a seconda delle condizioni meteo. Il Geirangerfjord ha una lunghezza complessiva di circa 16 km e lungo il percorso compie due grandi anse, sempre circondato da imponenti montagne che superano in più punti i 1400 m. Il ghiaccio ha dato origine a questo paesaggio fantastico: durante le ere glaciali il peso e l'azione erosiva dei ghiacciai, che scorrono lenti ma inesorabili come fiumi, hanno modellato le montagne granitiche norvegesi creando pareti ripide e la classica morfologia ad "U".

Il percorso si può effettuare con il traghetto di linea che collega Geiranger ad Hellesylt e viceversa, ma ci sono anche tante navi da crociera che arrivano fino a Geiranger, come ad esempio il celebre Hurtigruten. Gli orari in estate vanno dalle 8 del mattino fino alle 18:30 della sera con partenze e arrivi distanziati tra loro di 90 minuti. Ciò significa che l'ultimo traghetto arriva a Geiranger ed a Hellesylt intorno alle 20:00.

Durante la traversata il personale del traghetto è solito aggiungere un sottofondo musicale alla visione idilliaca del fiordo, rendendo ancora più impressionante la visita. Per esperienza personale della redazione de Ilturista, tra i ricordi più intensi dell'esperienza norvegese c'è il fiordo di Geiranger illuminato dalla luce calda del sole, accompagnato dall'aria di Bocelli, "time to say goodbye", che dava una sensazione di profondo appagamento spirtuale.

Pezzo forte della traversata è il momento in cui si affianca la cascata delle sette sorelle, di fronte a quella del Suitor. A parte la storia mitologica collegata ai due diversi tipi di cascate, le rocce levigate e solcate dai getti d'acqua sono di grande effetto. Un'altra cascata imperdibile, perfetta per le fotografie, è il cosiddetto Velo della Sposa.
Lungo l'attraversata è possibile vedere le focene, magari anche le foche, che nuotano spesso lungo le acque ferme del fiordo.

Geiranger offre ai turisti il suo grande Norsk Fjordsenter, un centro visitatori che consigliamo caldamente di visitare. Oltre a scoprire qualcosa in più su queste spettacolari formazioni rocciose scavate dai ghiacci, rimarrete a bocca aperta quando imparerete che l'incantevole scenario dei fiordi è uno degli ambienti più a rischio di Tsunami, che qui possono formarsi per improvviso distacco di costoni rocciosi dalle imponenti pareti di roccia.

... Pagina 2/2 ... Nei dintorni di Geiranger troverete alcuni spunti interessanti di visita. Tra le escursioni consigliate da Ilturista c'è quella a Skagefla, una fattoria di montagna raggiungibile prima con il traghetto, e poi con una bella camminata. Dalla fattoria parte un percorso a piedi molto bello con viste sul fiordo, che in circa 3 ore vi riporta a Geiranger.

Info utili: come arrivare a Geiranger e il clima

Geiranger si raggiunge in auto secondo varie direttrici: da Oslo convine seguire il percorso della E6 fino ad Otta, per poi piegare verso ovest in direzionde di Vagamo, lungo la strada n°15. Continuando su questa strada, che si addentra tra le montagne, a un certo punto si incorcia la Statale n°63, la strada delle aquile (Ornevegen). La si imbocca in direzione nord e ci si arrampica tra magnifiche montagne fino ad un passo. Poco oltre c'è una deviazione per arrivare al Flydalsjuvet, uno dei punti panoramici più spettacolari della Norvegia, con vista sul Geirangerfjord. Da qui si scende rapidamente per arrivare a Geiranger, paesino di montagna...in riva al mare!

Da Bergen il percorso finale è il medesimo, mentre per la prima parte si segue la E39 con direzione Forde (attraversando il Sognefjord con il traghetto), poi si prende la numero 60 per Stryn, la n°15 fino ad arrivare alla Statale 63. Per chi arriva da nord, dalla zona di Trondheim, può seguire la E39 in direzione sud fino a Molde. Da qui il percorso più spettacolare è quello con direzione Andalsnes, superata la quale si prende la Statale 63. Si affronta l'impervio ma bellissimo passaggio dei Trollstigen, si raggiunge la città di Ling tragettando a Fidsdal e arrivando poi a Geiranger sempre sulla n°63, oppure si può traghettare su Stranda sulla n°60 e scendere fino ad Hellesylt, e da qui compiere lo spettacolare percorso del Geirangerfjord in traghetto.

Il clima di Geiranger è decisamente umido, come quello di gran parte delle coste norvegesi. Il mese più secco è maggio, che comunque ha una media di 14 giorni di pioggia. In agosto il conto delle giornate piovose sale a 20, mentre in autunno si possono avere 24 giorni al mese di pioggia o neve. Le temperature minime medie scendono a -8/-10°C in gennaio e febbraio, e le massime comunque non raggiungono gli 0°C, mentre in estate le massime sono sui 10/12°C e le minime intorno ai 4/6°C. In ogni caso la città di Geiranger non riceve mai troppo sole, a causa delle alte montagne che la circondano.

Foto, cortesia: Enrico Montanari
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close