Cerca Hotel al miglior prezzo

Benidorm (Spagna): sulle spiagge della Costa Blanca di Alicante

Il Cap de la Nau divide in due la costa orientale della Spagna, e a ridosso di questo propontorio roccioso, lungo il suo versante meridionale, denominato come la Costa Blanca, si apre la grande spiaggia di Benidorm. Quando però si arriva per la prima volta si rimane abbastanza colpiti dal grande sviluppo urbanistico che ha creato una serie di palazzi e grattacieli che esulano un po' dal contesto paesaggistico di questo angolo spagnolo, e danno un volto forse troppo "massificante" ad una realtà turistica, comunque in forte crescita.

Le possibilità che offre Benidorm sono invero davvero innumerevoli: si può passeggiare per il lungomare, fare il bagno nelle trasparenti acque del Mediterraneo, praticare sport nautici, effettuare un’escursione in barca all’isola di Benidorm. Senza per questo dimenticare le numerose sagre locali e la squisita gastronomia che offre molte pietanze a base di riso e di pesce. Benidorm è uno dei più ridenti e attrezzati centri balneari della Costa Blanca di Alicante. Le spiagge di finissima sabbia bianca, le acque cristalline e l’ottimo clima di cui gode per tutto l’anno hanno dato la giusta fama a questa località dotata di impianti e servizi di grande qualità.

Sicuramente una delle principali attrattive turistiche di Benidorm sono le sue spiagge. Un litorale di circa cinque chilometri caratterizzato da un continuo susseguirsi di arenili e baie, tutte di immensa bellezza, dove ristorarsi, godere di un salutare bagno e praticare svariati sport nautici: immersioni sottomarine, sci acquatico, windsurf, vela ecc.

Situata a nord del porto, la spiaggia di Levante è una delle più belle della città. I suoi oltre due chilometri di finissima sabbia si sviluppano a ridosso delle aree urbane; il visitatore, dunque, oltre a fruire dei numerosi servizi cittadini, la può raggiungere molto agevolmente. Questo magnifico arenile è fiancheggiato da un frequentatissimo lungomare lungo il quale si susseguono ristoranti e locali che offrono una movimentata vita notturna.

A sud di questa località si estende la spiaggia di Poniente, lunga ben tre chilometri. Analogamente a quella di Levante è circondata da un bel lungomare e dispone di ogni tipo di servizio e attrezzatura per rendere il soggiorno piacevole e confortevole. Tra le due spiagge più famose di Benidorm si trova Mal Pas, una tranquilla baia di sabbia fine adiacente al centro storico e nei pressi del porto. Vanno anche citate Ti Ximo e La Almadrava che si trovano nell’estremo nord di Benidorm, lì dove la costa si fa accidentata e inaccessibile. Lontane dal centro urbano, queste due piccole baie naturali permettono di scappare dalla vita frenetica dalla città e immergersi nella magia dei fondali marini.

Il centro storico di Benidorm si estende su un promontorio che si affaccia sulle due spiagge principali, quella di Levante e quella di Poniente. E’ proprio qui dove nacque la città, un primitivo nucleo di pescatori dominato dalla chiesa di San Jaime. Eretta nel XVIII secolo, le sue volte dai toni azzurrati si stagliano su un dedalo di stradine e vicoli pittoreschi. La punta del Cerro Canfali conduce al Balcón del Mediterráneo, emozionante belvedere da cui si gode di una splendida veduta panoramica sul mare.

Il centro storico è costeggiato da ampie strade che formano la moderna Benidorm. Una città dalla spiccata vocazione turistica che offre un vasto assortimento di servizi tra cui numerosi stabilimenti alberghieri , ristoranti e locali notturni.

Le possibilità di svago che offre Benidorm sono davvero infinite: passeggiare per il lungomare, godere tranquillamente del centrale parco dell’Aigüera, passare una giornata indimenticabile a Terra Mítica, celebre parco tematico in riva al Mediterraneo. La città è dotata anche di numerosi impianti sportivi: una scuola di vela e varie scuole per immersioni subacquee.

Dal vicino porto turistico partono escursioni in barca verso la piccola isola di Benidorm, situata al centro dell’insenatura. Narra la leggenda che l’isola era parte del vicino Puig Campana, la montagna più alta della regione, con i suoi 1.406 metri, che il prode Orlando tagliò con la sua spada, durante una spedizione di Carlo Magno. I ricchi fondali marini la rendono un paradiso per gli amanti delle immersioni subacquee.

Il pesce e il riso sono gli alimenti base della cucina locale. La paella valenciana è uno dei piatti più caratteristici; ma a tavola non mancano mai anche i crostacei (alla brace o cotti) e il pesce (la zuppa, la frittura e il brodo). L’aglio e l’olio sono gli ingredienti base della nota salsa ali-oli, con cui si accompagnano numerosi piatti. Tra i dolci alicantini si segnalano la torta di mandorle, i torroni e i gelati. Molto tipici della zona sono anche i vini con la Denominazione di Origine Alicante, la misteleta (vino dolce) e l’horchata (bevanda rinfrescante simile all’orzata, preparata con il cipero dolce, protetta con la denominazione di origine).

Benidorm è una città allegra e festosa. Le feste patronali in onore della Virgen del Sufragio e San Jaime Apóstol, che si svolgono dalla seconda domenica di novembre, propongono una fitta programmazione con sfilate in carrozza, rappresentazioni teatrali e fuochi artificiali. Alcuni giorni dopo nel centro storico si tiene la Festa della Carxofa, dalle antiche radici popolari. Altre interessanti sagre sono i Falò della Notte di San Juan e la Festa di Mori e Cristiani, entrambe a luglio.

I dintorni di Benidorm hanno un notevole valore paesaggistico e naturale. A nord, il paesaggio diventa brullo, con rilievi montuosi e scogliere che precipitano sul mare. E’ qui che sorgono località come L’Alfàs del Pi e Altea. Invece, nei pressi del Parco Naturale del Peñón de Ifach si trova Calpe armoniosa cittadina che ha saputo coniugare la conservazione del patrimonio monumentale con la presenza di infrastrutture turistiche.

A sud di Benidorm si trovano località come Villajoyosa, capoluogo della Marina Baja. Attraversando la Sierra de Aitana, all’interno, una comoda carrozzabile conduce prima a Cocentaina, importante borgo medievale e, infine, ad Alcoy/Alcoi, località famosa per la sua festa di Mori e Cristiani, dichiarata di Interesse Turistico Internazionale. A ridosso della montagna alicantina è, anche, possibile visitare il Parco Naturale del Carracal de la Font Roja.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close