Cerca Hotel al miglior prezzo

La costa di Biscaglia: da Ondarroa a Gernika-Lumo

Bermeo è il punto centrale di una delle maggiori attrattive che offre Bizkaia: la costa. Da Ondarroa al confine con Gipuzkoa, fino alla Punta Covarón che confina con la regione Cantabria, la costa è molto accidentata e si susseguono scogliere inaccessibili, vaste spiagge e valli fluviali di gran singolarità.
La prima cittadina marittima ad est è Ondarroa, stretta intorno al porto, base della flotta da pesca d'altura più importante dei Paesi Baschi. Da Ondarroa, imboccando la strada verso l'entroterra si giunge a Markina-Xemein, che ha dato i natali a famosi giocatori di pelota, soprattutto di cesta punta. La chiesetta di San Miguel de Arretxinaga presenta una singolarità: all'interno tre grandi pietre si sostengono l'una all'altra formando un altare di grande bellezza. Nei pressi, vale la pena di visitare Bolibar e la Collegiata di Ziortza.

Tornando sulla costa, a Lekeitio risalta la chiesa parrocchiale di Santa Maria de la Asuncion in cui è conservata una pala d'altare fiamminga. Lekeitio, che per decenni ha rivaleggiato con Donostia-San Sebastiàn per ospitare la villeggiatura dei sovrani spagnoli, ha due spiagge di fronte alle quali si staglia l'isola di San Nicolàs a cui si può arrivare a piedi con la bassa marea. Fra Lekeitio e Bermeo si sussegue una serie di piccoli paesi di pescatori come Ea, in cui le stradine sono strette e si susseguono i ponti, ed Elantxobe dove le case sono letteralmente abbarbicate alla montagna e ne seguono il profilo digradando fino al piccolo porto.

Seguendo la costa si giunge alla ria di Mundaka, un'area nella quale si concentrano innumerevoli luoghi interessanti dal punto di vista della natura, del tempo libero e della storia. Qui si trova infatti la Riserva della Biosfera di Urdaibai, riconosciuta dall'UNESCO nel 1984. Nelle maremme e nei querceti si rifugiano uccelli provenienti da altri luoghi d'Europa. Ci si può rilassare anche nelle vaste spiagge come quella di Laida e Laga.
Prima di arrivare a Gernika-Lumo, si può conoscere un po' di storia visitando le grotte di Santimamine dove si conservano importanti pitture rupestri, a Kortezubi, in cui trova un'altra attrattiva di Urdaibai: lo strano bosco dipinto di Oma, creato da Agustin Ibarrola dipingendo di colori vivaci i tronchi di centinaia di pini.

All'inizio della ria è situata Gernika-Lumo, la città simbolo dei baschi. Qui cresce il famoso "Albero di Gernika", la quercia sotto la quale si svolgevano le riunioni delle Juntas Generales di Bizkaia fino al 1876, quando furono aboliti i Fueros. Le Juntas Generales sono state ripristinate nel 1979 ed attualmente svolgono le loro funzioni nella Casa de Juntas di Gernika. Questa città ha una forte carica simbolica anche per il terribile bombardamento del 1937, che la distrusse quasi completamente, immortalato nel celebre quadro di Pablo Picasso. Attualmente Gernika-Lumo, oltre ad essere il capoluogo di una zona molto attiva in cui si svolge un affollato mercato con i migliori prodotti agricoli, è anche una città che celebra la pace, plasmata nelle sculture sposte nei giardini del Parco dei Popoli d'Europa. Fonte: Gobierno Basco - Departamento de Industria, Comercio y Turismo
  •  
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close