Cerca Hotel al miglior prezzo

Segovia (Spagna): visitare la cittÓ e il castello dell'Alcazar

Segovia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Segovia è una cittadina situata a 1000 metri s.l.m. alla confluenza dei fiumi Eresma e Clamores. Si trova nella Comunità Autonoma di Castiglia e León, circa 90 km a nord-ovest di Madrid e a 12 km dalla Sierra de Guadarrama.

Il territorio nel quale sorge oggi Segovia è abitato fin dall'antichità. I Romani vi giunsero nell'80 a.C. facendo del locale villaggio una guarnigione militare e poi un importante centro dell'Impero nella penisola iberica.
Ai Romani si sostituirono in seguito i barbari e poi gli Arabi, che vi rimasero fino al 1085. Con la conquista della città da parte del re Alfonso VI, Segovia accrebbe la propria importanza, divenendo anche sede episcopale nonché un grosso snodo commerciale.

Nel 1474 Isabella la Cattolica venne incoronata regina di Castiglia proprio nella locale chiesa di San Miguel. Fu questo l'apogeo dell'importanza di Segovia, che intraprese ben presto un periodo di decadenza che si protrasse fino alla metà del Novecento.
È stato il turismo a fare risorgere Segovia: negli anni Sessanta, infatti, la gente riscoprì il piacere di visitare questa città dall'immenso patrimonio storico e culturale, riconosciuto nel 1985 anche dall'UNESCO che iscrisse il suo centro storico e l'acquedotto romano nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
Le luci della ribalta tornarono così a splendere su Segovia, che da allora è diventata una delle principali mete turistiche della Spagna.

Le strade e i vicoli del centro storico di Segovia sono ideali per essere percorse a piedi: una passeggiata nella parte vecchia della città conduce facilmente ai principali punti d'interesse: la Plaza Mayor è il cuore di Segovia, ma a poca distanza si trova anche un'altra deliziosa piazzetta – Plaza de San Martín – sulla quale domina il trecentesco Torreon de Loyoza e una statua di Juan Brravo.
Il simbolo di Segovia è pero l'Acueducto, uno splendido acquedotto romano del I secolo a.C. lungo 894 metri che raggiunge un'altezza massima di 28 metri presso Plaza del Azoguejo: si tratta di un'opera d'ingegneria civile straordinaria, parte di un più grande complesso di condotti e canali, utilizzata per convogliare l'acqua raccolta nelle montagne circostanti.
Pur concedendogli il privilegio di essere la principale attrazione di Segovia, anche per una questione di “anzianità”, esiste un altro luogo simbolo della città: è l'Alcázar, un castello fiabesco con tanto di torri e pinnacoli di origine medievale, quando qui dominavano ancora gli Arabi. L'edificio fu ristrutturato e ampliato nel Quattrocento, ma nel 1862 un devastante incendio lo rase completamente al suolo. Fortunatamente venne presa la decisione di ricostruirlo interamente secondo l'aspetto originale, e il risultato è sotto gli occhi di tutti: non solo è oggi un simbolo per i segovianos, ma pare che abbia ispirato anche gli autori della Walt Disney per l'ideazione del castello della Bella Addormentata.

Camminando per le strade di Segovia si incontrano anche molte chiese: la più importante è la Catedral, un capolavoro di architettura gotica costruito a partire dal 1525 e terminato solo due secoli più tardi. La cattedrale si trova in Plaza Mayor. Un'altra chiesa molto interessante è la Iglesia de la Vera Cruz: costruita per volere dei templari nel XIII secolo, è ispirata alla chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La sua particolarità risiede nella pianta dodecaedrica, mentre il nome deriva dal fatto di avere custodito per secoli un frammento originale (o almeno così vuole la tradizione) della Croce di Cristo.

La tradizione, come ovunque in Spagna, è un aspetto molto importante della vita locale; esistono in particolare due eventi molto sentiti dagli abitanti locali: le Fiestas de San Juan y San Pedro, che si svolge tra il 24 e il 29 giugno e prevede processioni, corride e spettacoli, e la Fiesta de San Frutos, che si tiene il 25 ottobre in cattedrale nel giorno dedicato al patrono della città.
La domenica più prossima al 5 febbraio si svolge anche la festa di Santa Agueda, particolarmente sentita nel vicino paese di Zamarramala. Se capite lo spagnolo, non perdetevi l'occasione di farvi un giro in paese: è il giorno in cui le donne sposate assumono il potere e ridicolizzano gli uomini rivolgendogli chascarrillos, ossia frasi dal doppio senso. In questa occasione gli abitanti si vestono con abiti tradizionali ed è veramente un luogo ideale per chi vuole scattare foto spettacolari.

Segovia è famosa anche per la sua cucina: tra i piatti tipici ricordiamo los judiones de la Granja, la sopa castellana, il cochinillo e la caldereta (cacciucco). I tanti boschi attorno alla città offrono inoltre abbondanti raccolte di funghi, mentre tra i vini le due denominazioni d’origine della zona sono la Ribera de Duero e la Rueda.

Come arrivare
Segovia si trova circa 90 km da Madrid e può essere raggiunta dalla capitale in auto percorrendo l'autostrada A6.
Chi si muove in treno può servirsi della locale stazione RENFE in Avenida del Obispo Quesada; da Madrid ci sono treni giornalieri (tragitto di 2 ore) dalla stazione di Atocha. Esistono anche treni ad alta velocità (35 minuti) che fermano alla stazione di Segovia-Guiomar, fuori città.
In alternativa si può utilizzare una delle tante compagnie di autobus che collegano Segovia alle principali destinazioni nelle vicinanze come Madrid, Avila, Valladolid e Salamanca.
  •  

News più lette

16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close