Cerca Hotel al miglior prezzo

Sitges (Costa di Garraf) vacanza sulla costa barcellonese

Pagina 1/2

Luci intense e colori mediterranei riempiono il paesaggio e la vita di SItges. Città spagnola di quasi 30 mila abitanti, incastonata 40 km a sud di Barcellona nella comunità autonoma della Catalogna, Sitges brilla tra spiaggia e mare cristallino, e scoppia di vivacità in occasione del Carnevale, del Festival Internazionale del Cinema o semplicemente di qualche allegra serata estiva, quando i turisti si riversano per le strade e lungo il porto e i tavolini dei ristoranti brulicano di chiacchiere e delizie. Abbracciata da una corona di montagne e protesa verso la Costa di Garraf, vanta strutture ricettive lussuose, servizi turistici all’avanguardia e numerosi locali per il divertimento notturno, ma conserva quel pizzico di storia e tradizione che le regalano un sapore familiare.

Il passare del tempo, a partire dalla fondazione di Sitges sino ad ora, ha lasciato segni tangibili nel paesaggio e nel tessuto urbano, e passeggiare per il centro significa scorrere epoche artistiche diverse e scoprire monumenti interessanti. In una sola cittadina si intrecciano numerosi itinerari tematici: avrete l’imbarazzo della scelta tra la “Strada della Malvasia”, la Sitges antica e quella modernista. Al periodo modernista (fine Ottocento – inizio Novecento) risalgono alcuni edifici notevoli, tra cui il Cau Ferrat, ovvero la casa e laboratorio di Santiago Rusiñol, pittore e scrittore che dal 1891 visse a Sitges e vi attirò artisti e letterati dall’indole bohemien. La casa-museo non si limita a custodire le sue opere, ma contiene i capolavori di Picasso, El Greco, Zuloaga e altri.
Merita una visita il Museo Romantico, che ha sede in una dimora di fine Settecento e racconta la quotidianità di una tipica famiglia catalana di età romantica. L’edificio, in stile neoclassico, custodisce mezzi di trasporto e di illuminazione del passato, oltre a mobilio dell’epoca, splendidi elementi decorativi e una collezione di oltre 400 bambole.
Il terzo museo cittadino, il Museo Maricel, comprende opere di vario tipo: accanto all’arte medievale e ai dipinti che ritraggono la città, realizzati tra il Romanticismo e il Novecento, ospita un’originale collezione a tema marittimo realizzata da Emerencià Roig i Raventós, che tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo dedicò al mare disegni e modellini e raccolse strumenti e attrezzature per la pesca.
Il centro storico cela altri piccoli gioielli, come le chiese di Santa Tecla e quella di San Bartolomeo, e la neogotica Casa della Vila del XIX secolo.

Ma è la natura ad affascinare più di ogni altra cosa gli ospiti di Sitges. La località vanta 4 km di spiagge accoglienti, dalle più vivaci e affollate a quelle tranquille e silenziose, alcune delle quali sono state premiate con il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu. Il vicino Parc del Garraf è un’area di 12.800 ettari di colline calcaree, che nel tempo il vento e l’acqua hanno eroso formando grotte, voragini e doline pittoresche. La macchia mediterranea prospera, spandendo il suo profumo fresco nell’aria: rosmarino e timo ondeggiano nel vento, accanto a pini d’Aleppo, olivi, fichi e corbezzoli. Qua e là incontrerete qualche palma nana, una specie protetta caratteristica delle zone mediterranee, e potreste vedere scorrazzare qualche coniglio selvatico.

... Pagina 2/2 ... Altri punti d’interesse nei dintorni sono i belvedere di Villafranca del Penedés e quello di Sant Sadurní d’Anoia, il monastero cistercense di Santes Creus dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, e le città di Tarragona e Barcellona. È Patrimonio dell’Umanità anche il sito archeologico dell’antica Tarraco, lungo la Costa Dorata.

A Sitges le occasioni di festa si rincorrono per tutto l’arco dell’anno. Da non perdere il Festival Internazionale del Cinema della Catalogna, le celebrazioni del Corpus Christi, il Rally Internazionale delle Auto d’Epoca di Interesse Turistico Nazionale, e il coloratissimo carnevale.
Sono appuntamenti ideali per scoprire la gastronomia catalana, che fa del pesce fresco il suo grande protagonista. Assaggiate, ad esempio, la seppia con le patate e la salsa aioli (una specie di maionese a base di aglio) o lo stufato di tonno, ma soprattutto il tipico xatò, un piatto tradizionale preparato con baccalà, tonno, acciughe, scarola e olive. Completate il tutto con i vini con denominazione d’origine Alella, Penedés e Pla de Bages.

L’aeroporto più vicino a Sitges è quello di Barcellona – El Prat. In alternativa si può atterrare a Tarragona o a Girona. Da Barcellona si può raggiungere Sitges in treno in circa 35 minuti, oppure in auto tramite la strada locale C-31 o l’autostrada C-32.

All’arrivo vi accoglierà il gradevole clima mediterraneo della costa meridionale. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 6 a una massima di 13°C, mentre in luglio e agosto oscillano tra i 21 e i 28°C. Le precipitazioni sono quasi assenti nel periodo estivo, mentre aumentano in primavera e autunno, quando piove circa 8 giorni al mese.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close