Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Patagonia

Terra del Fuoco (Tierra del Fuego): tour nella Patagonia argentina

Pagina 1/2

Un nome che evoca magia e mistero, che ci riporta indietro con la memoria al viaggio del grande esploratore Ferdinando Magellano che qui vide numerosi falò accendersi sulle coste di questo territorio perennemente battuto dal gelido vento, mentre era alla ricerca del modo di doppiare le infide acque del Capo Horn e trovare la via per le Indie. Se inizialmente il nome dato dal navigatore era “Terra dei fumi”, più tardi il territorio divenne l'attuale “Tierra del Fuego”.
La Terra del Fuoco è quindi una delle frontiere del turismo moderno, un luogo al confine del tempo e dello spazio, dove vivere la magia profonda dell'emisfero australe, in una destinazione che per difficoltà logistiche e climatiche è seconda solamente al continente antartico.

L'Argentina possiede buona parte della superficie della Isla Grande de Tierra del Fuego, la cui parte occidentale ricade nella giurisdizione cilena. La sua geografia è definita a sud dalla parte più meridionale della catena delle Ande che corre con una serie di contrafforti paralleli quasi uguali che creano magnifici scenari montani, specie in corrispondenza del Canale Beagle. A Nord lo scenario è più pianeggiante ed è caratterizzato dalla presenza della città di Rio Grande. A sud, a ridosso delle montagne con le loro splendide valli, regna la grande città di Ushuaia una delle destinazioni più remote di tutto il pianeta.

Ushuaia è la città più meridionale del mondo, si trova sulle sponde del Canale di Beagle ed è circondata dalle montagne del Parque Nacional Tierra del Fuego. E 'la capitale della Terra del Fuoco, e delle provincie dell'Antartide e delle Isole del Sud Atlantico, e la sua superlativa posizione permette di godere allo stesso tempo del mare, delle montagne e delle foreste della regione. Inoltre, è un luogo ideale per lo shopping: l'intera isola è una zona franca fiscale, quindi potete trovare prezzi convenienti per le merci importate, insieme con prodotti tipici regionali.

Cose da vedere e fare nella Terra del Fuoco.
Durante il periodo estivo si può praticare il turismo d'avventura: è possibile fare trekking, passeggiate a cavallo o in mountain bike, anche all'interno del “Tierra del Fuego National Park”. E 'anche la stagione migliore per la pesca sportiva e si puòcompiere l'incredibile viaggio attraverso il Canale di Beagle, fino a Capo Horn nella'Antartide argentina. Il parco Nazionale della Terra del Fuoco costituiscela principale attrazione, e da la possibilità di scoprire magnifiche bellezze naturali, come li aghi Escondido e Fagnano, così come il ghiacciaio Martial. Da segnalare anche Baia Ensenada e la pittoresca città di Tolhuin, che può essere visitata assieme ai Laghi Chepelmut e Yehuin. La zona di Rio Grande è invece tipicamente dedicata alla pastorizia ed allevamento, ed il paesaggio è quello tipico delle Pampas.

Come arrivare?
Questa regione è davvero in fondo al mondo, Ushuaia dista quasi 3.200 km da Buenos Aires circa 1/3 della distanza tra polo sud ed equatore. Dal momento che ci troviamo su di un isola, la maggior parte dei viaggiatori che arriva nella Tierra del Fuego utilizza l'aereo. Ci sono voli diretti da Buenos Aires a Ushuaia ma ci sono sono anche collegamenti regolari che collegano la città con con El Calafate. I più avventurosi possono tentare la fantastica esperienza di raggiungere Ushuaia via terra, con una autovettura a noleggio. Ovviamente bisognerà utilizzare un traghetto per raggiungere l'Isla Grande e attraversare il territorio cileno.
... Pagina 2/2 ...
Se si desidera arrivare via terra è necessario prendere un traghetto, ricordandosi che sono disponibili solo nella stagione estiva. In questo caso ci sono due percorsi possibili: con il traghetto di Primera Angostura (Punta Delgada-Bahia Azul) e l'attraversata impiega 30 minuti e viene eseguita ogni ora dalle 8.30 alle 10,15 del pomeriggio. Questo è il percorso più usato ma non è operativo in regime di cattive condizioni meteorologiche.

Il secondo percorso prevede è l'attraversamento da Punta Arenas a Puerto Porvenir. In questo caso la traversata è di 2 ore e mezza. Il servizio è disponibile dal martedì al sabato con traghetto alle 9 del mattino, e la domenica alle 9.30. Si ritorna ogni martedì, mercoledì, giovedi e sabato alle 14, mentre il Venerdì alle 15,30 di sera e la domenica alle 17.

Per chi vuole utilizzare autobus ricordiamo che non c'è alcun modo per arrivare direttamente alla Terra del Fuoco da Buenos Aires. Prima si deve puntare su Rio Gallegos e sciropparsi le 36 ore di viaggio a coprire i quasi 2600 km che separano la capitale con la città della Patagonia. Da qui altro autobus che comprende l'attraversamento dello Stretto di Magellano oltre che la frontiera con il Cile. Il viaggio dura da Rio Gallegos fino ad Ushuaia tra le 8 e le 10 ore.

Il periodo migliore per visitare la Terra del Fuoco è sicuramente l'estate australe, non tento per le temperature, mai eccessivamente fredde, almeno a livello del mare, ma per evitare di rimanere intrappolati in un periodo di forti tempeste e perturbazioni, con i forti venti che possono limitare parecchio i vostri spostamenti. A Ushuaia le temperature in estate (dicembre-gennaio e febbraio) sono comprese tra mine di 4/5 e massime di 12/14°C, mentre in inverno il termometro scende a volori minimi mediamente sui -2/-3 °C e massime intorno ai 3/5 °C. A Rio Grande le massime estive risultano più gradevoli. In inverno comunque si può decidere di venire in Terra del Fuoco per praticare lo sci, con qualche impianto nella zona di Ushuaia.
Foto wikipedia, cortesia: AlbasMalko, Taragui, Miguel A. Monjas

Fonte foto: Secretaría de Turismo de la Nación Argentina
Carlos A. Granatelli
Visita Turismo.gov.ar
 

 Pubblicato da - 07 Gennaio 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
24 Febbraio 2017 La Giostra di Castello del Matese

Da più di 20 anni, il primo fine settimana d'agosto, si svolge ...

NOVITA' close