Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Piura

Piura (Perù): la regione e l'omonima città tra le più antiche del Sud America

Pagina 1/2

Dopo molte ore impiegate ad attraversare il vasto Deserto di Sechura, Piura si materializza come un miraggio all’orizzonte, avvolto da tremolanti ondate di calore. Il capoluogo dell’omonima regione è infatti il centro di un’oasi di verde rispetto ai brulli scenari che si incontrano più a sud, oltre che una zona particolarmente indicata per dedicarsi al turismo balneare.

Come del resto la regione di Tumbes, con la quale confina a nord, Piura è un’area molto interessante soprattutto dal punto di vista naturalistico, dato il numero di parchi e riserve ambientali che si trovano entro i suoi confini. Oltre al capoluogo, della regione di Piura fanno parte altre interessanti cittadine di dimensioni inferiori, come ad esempio Paita, insediamento storico che rappresenta il principale porto della zona, e Mancora, uno dei paradisi del litorale peruviano.

La storia di Piura

Il primo europeo a mettere piede nella regione fu Francisco Pizarro, che fondò il nucleo originario della città di Piura nel 1532, durante il viaggio che doveva condurlo verso la distruzione della civiltà inca, insediatasi in Perù molti secoli prima. Il capoluogo era originariamente situato in quella che oggi è Sullana, ma certamente non era quello il posto migliore per istituire una città, dato che il caldo opprimente e le continue piene del fiume garantivano ai coloni incessanti disagi.

La malasorte, però, non abbandonò Piura, che venne saccheggiata da una banda di pirati inglesi nel 1577, inducendo gli abitanti ad un ulteriore spostamento delle proprie case nel luogo dove sorge l’attuale insediamento.

Cosa vedere a Piura

La parte più interessante di Piura è quella di Jiron Lima, un isolato esteso a sud-est di Plaza de Armas, che ha mantenuto quasi intatto il suo antico aspetto coloniale. Qui si possono visitare il piccolo Museo de Oro Vicus, ospitato in una serie di ambienti interrati dove sono esposti oggetti d’oro provenienti dai vicini siti della civiltà vicus, e la Casa Grau, il luogo in cui il 27 luglio 1834 nacque l’ammiraglio Miguel Grau, eroe della guerra del Pacifico contro il Cile (1879-1880) e capitano della nave di fabbricazione britannica Huascar.

Da non perdere poi, in Plaza de Armas, la Cattedrale, eretta nel 1588 quando Piura era ormai stata ricostruita nella sua collocazione finale. L’imponente altare laterale, interamente dorato e dedicato alla Vergine di Fatima, risale all’inizio del Seicento ed era un tempo l’altare principale della chiesa, mentre la tela che raffigura San Martin de Porres, dipinta verso la metà del XIX secolo, si deve al noto artista locale Ignacio Merino. Tra le altre chiese meritano in particolar modo l’Iglesia de San Francisco e le fabbriche di epoca coloniale San Sebastian ed El Carmen.

I dintorni di Piura

12 chilometri a sud-ovest di Piura c’è Catacaos, una piccola cittadina coperta di polvere bianca che però ospita il miglior mercato dell’artigianato del Perù settentrionale. Lungo diversi isolati intorno a Plaza de Armas, infatti, troverete bancarelle imbandite di splendidi tessuti, gioielleria in filigrana d’oro e d’argento, ceramiche, oggetti in legno intagliato e molto altro.

... Pagina 2/2 ... 50 chilometri ad ovest di Piura, invece, sorge Paita, il principale porto del dipartimento di Piura, nonché un’oasi germogliata nel deserto in epoca coloniale che ha conservato intatto tutto il suo fascino. A nord e a sud del porto ci sono alcune belle spiagge molto frequentate durante l’estate, mentre 13 chilometri a nord si trova il magnifico lido di Colan, presso il quale si erge la chiesa coloniale più antica del Perù.

La fama a livello nazionale di Chulucanas, ultimo baluardo di civiltà prima che il Deserto di Sechura si impossessi del territorio, è legata alla produzione delle sue incantevoli ceramiche, dichiarate ufficialmente Patrimonio Culturale del Perù. Vasi di terracotta tondeggianti, vetrificati e nei colori della terra sono acquistabili in diversi luoghi della città e dei dintorni, come ad esempio La Encantada, una tranquilla località rurale appena fuori da Chulucanas, i cui abitanti si guadagnano da vivere quasi esclusivamente attraverso l’”artesania”.

Ben più distante da Piura è Huancabamba, cittadina di neanche 10.000 abitanti situata a 2.000 metri di quota a 10 ore di viaggio dal capoluogo. Oltre ad essere famosa per i potenti brujos e curanderos, ovvero “sciamani e guaritori”, che vivono e lavorano nei vicini laghi di Huaringas, la zona è ideale per intraprendere escursioni e camminate in montagna lungo la valle dell’omonimo Rio Huancabamba.

Ad un’altitudine ancora maggiore si trova Ayabaca, antico villaggio coloniale circondato da verdi vallate e spesso ammantato da impenetrabili banchi di nebbia. Qui, dal 12 al 15 ottobre, si tiene la festa religiosa di El Senor Cautivo, un evento estremamente gioioso al quale però partecipano prevalentemente pellegrini peruviani e non molti turisti stranieri.

La spiaggia di Mancora

Tornando a scendere verso la costa è meglio evitare Talara, un tempo piccolo villaggio di pescatori ed oggi principale sede della raffineria di petrolio del Perù, con una produzione di oltre 60.000 barili al giorno, e dirigersi direttamente a Mancora, quasi al confine con la regione di Tumbes. Nonostante le frotte di stranieri che giungono da queste parti durante l’estate, la cittadina è un paradiso balneare tra i migliori della costa peruviana, potendo vantare una lunghissima spiaggia sabbiosa sulla quale splende quasi sempre il sole. Le ottime possibilità di praticare surf richiamano inoltre eserciti di giovani sportivi con la tavola sotto il braccio che, non contenti della lunga giornata in spiaggia, potranno divertirsi anche al calar della notte nei molti locali del centro.

Il clima di Piura

Il clima è nettamente differente tra la parte meridionale della regione, contraddistinta da condizioni prettamente desertiche, e quella centro-settentrionale, più umida e piovosa. Spostandosi nell’entroterra ed in particolar modo salendo di quota le piogge e l’umidità si fanno sempre più insistenti, senza contare che superando i 2.000 metri anche le temperature cominciano ad abbassarsi sensibilmente. La maggior parte delle precipitazioni si concentra tra dicembre e aprile, ma ad alterare le condizioni climatiche può concorrere l’effetto di El Nino, che provoca consistenti cambiamenti nelle correnti oceaniche nonché l’innalzamento della temperatura di superficie dell’acqua, fattori che a loro volta causano piogge intense e alluvioni nelle aree costiere, siccità in quelle tropicali ed altri fenomeni meteorologici insoliti.

Come arrivare a Piura

A 2 chilometri dal centro di Piura, sulla sponda sud-orientale del Rio Piura, si trova il Cap. Guillermo Concha Iberico International Airport, il principale scalo aereo della regione, collegato più volte al giorno a Lima, ma anche a Santa Rosa. Con gli autobus internazionali, sempre partendo da Piura, si segue il percorso lungo la Carretera Panamericana per valicare il confine ecuadoregno, mentre i bus nazionali consentono di raggiungere Lima in tempi compresi tra 12 e 16 ore.
close