Cerca Hotel al miglior prezzo

Documenti di viaggio Guatemala, criminalità nel paese e dogana

Per l’ingresso in Guatemala il passaporto è necessario. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ambasciata od al Consolato guatemalteco in Italia, o ad un’agenzia di viaggi.

Il visto non è necessario per viaggi con soli fini turistici inferiori ai 90 giorni; per eventuali proroghe del soggiorno ci si può rivolgere alla Dirección General de Migración. Chi intenda effettuare viaggi per scopi diversi dal turismo (ricerca, lavoro, volontariato ecc…) deve contattare le Rappresentanza diplomatiche del Paese in Italia per informazioni specifiche, mentre nel caso in cui ci si trovi già in Guatemala e si desideri svolgere una di queste attività, si contatti l’Ambasciata italiana in loco.

Dogana

Non vi sono formalità valutarie all’ingresso nel Paese ed è possibile importare liberamente molti articoli tranne insaccati e carne cruda.
Esiste una tassa d’imbarco all’uscita del Paese, abitualmente compresa nel prezzo biglietto aereo, ed un’ulteriore tassa da pagarsi in aeroporto di 20 quetzales.

Gli Euro non sono sempre convertibili facilmente, mentre i dollari USA sono accettati in quasi tutti i principali esercizi commerciali.

Sicurezza

Il Guatemala presenta un elevato tasso di criminalità ed un altrettanto elevato indice di violenza; omicidi, sequestri e rapine a mano armata sono all’ordine del giorno.
A causa dei numerosi assalti armati è sconsigliato l’utilizzo di autobus per il trasporto pubblico, ed in generale si sconsiglia di indossare gioielli, mostrare apparati elettronici come cellulari e macchine fotografiche, viaggiare nelle ore notturne, fare turismo individuale e fotografare adulti e bambini nelle zone rurali senza aver ottenuto il consenso.

Si raccomanda di non opporre resistenza in caso di assalto, di adottare le comuni norme di sicurezza ed essere sempre vigili sulla situazione evitando anche di attirare l’attenzione. Si mantenenga un comportamento corretto e si scelgano con attenzione gli autobus per gli spostamenti extraurbani evitando quelli particolarmente economici, generalmente privi di manutenzione.

La capitale è forse la zona più pericolosa del Paese, possibilmente da evitare a causa delle numerosi aggressioni e dell’alta concentrazione di delinquenti che si aggirano nelle strade, anche nelle zone centrali (non raccomandabile in ogni caso dalla seconda parte del pomeriggio in poi). Oltre a Città del Guatemala, altre zone rischiose per aggressioni e rapine sono le rovine di Quiriguá, Tikal, il lago di Atitlán, Antigua, Chichicastenango, Panajachel, le strade secondarie di Sololá, il Dipartimento di Izabal, le terre del Nord-ovest lungo il confine e la zona nord dell’Ixcan.

Si ricorda che il Guatemala è un Paese a forte rischio sismico e con una numerosa presenza di vulcani attivi. Nella stagione delle piogge, da giugno a novembre, si verificano tempeste tropicali ed uragani in particolare sulla costa atlantica.

La normativa riguardante l’uso, la detenzione ed il traffico di sostanze stupefacenti è molto severa e prevede la reclusione anche per quantità minime. Non si accettino per alcuna ragione da parte di estranei lettere e pacchi che potrebbero contenere sostanze proibite. Violenze ed abusi sessuali ai danni di minori sono puniti severamente e si ricorda che i reati commessi nei confronti di minori sono perseguibili anche in Italia al momento del rientro in Patria.

In caso di arresto si consiglia di contattare le Autorità diplomatiche italiane in Guatemala che garantiranno la necessaria assistenza.
Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 
  •  

 Pubblicato da - 21 Febbraio 2011 - © Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close