Cerca Hotel al miglior prezzo

Cooper Island, paradiso per le immersioni alle Isole Vergini Britanniche

Cooper Island è un’altra piccola meraviglia delle Isole Vergini Britanniche, si trova tra Ginger Island e Salt Island, (entrambe completamente disabitate), davanti a Tortola (la più grande dell'arcipelago), affacciata sulla Manchioneel Bay.

L'isola, seppur di modeste dimensioni, è una delle più frequentate dai velisti di tutto il mondo. Qui si trovano infatti circa trenta boe, dove è possibile sostare a pagamento con barche fino a 60 piedi. Essendo molto vicina a Tortola, è spesso la prima tappa per chi visiterà in barca l'arcipelago delle British Virgin Islands (BVI).

Non siete velisti? Preferite il comfort della terra ferma? Potete optare per un lussuoso hotel, nel bel mezzo del giardino tropicale di palme e fiori a pochi metri dal mare si trovano anche alcune camere le quali sono state rinnovate di recente.

Sull’isola si trova uno dei migliori ristoranti delle BVI con una cucina internazionale e caraibica, aperto a pranzo a cena tutti i giorni e un deck che si affaccia direttamente sul mare dove si può gustare uno dei cocktail della casa seduti su un comodo divano…da non perdere il mango mojito!

Ma la cosa che probabilmente più vi affascinerà di Cooper Island è il Rum Bar, aperto solo nel pomeriggio dove potrete provare una vasta gamma di Rum, proveniente da tutto il mondo. Accanto al rum bar si trovano anche un negozio molto carino e un coffee shop, dove, nel caso sentiate nostalgia dell'Italia, potrete sorseggiare un espresso o gustare un gelato, una cosa abbastanza rara da queste parti.

Il resort s’impegna a sostenere il turismo eco sostenibile. Il 75% dell’elettricità di questa isola viene prodotta grazie ad un impianto fotovoltaico, l’acqua piovana è raccolta e riciclata, le bottiglie di plastica sono bandite, cuscini ipoallergenici e prodotti per il bagno senza parabeni. Insomma un paradiso per apprezza l’ecosostenibilità.

Cooper Island è una rinomata meta anche per gli appassionati di immersioni data la sua vicinanza ad alcuni famosi siti subacquei. Proprio davanti all’isola si trova “The Rhone” che prende il nome dal relitto della nave postale (a vapore) della Corona inglese "RMS Rhone" affondata nel 1867 a causa di una forte tempesta al largo di Salt island. Assolutamente da non perdere se siete amanti del mondo subaqueo. Altre imbarcazioni sono state deliberatamente affondate negli anni, per creare altri "punti di immersione".

Se invece preferite altri sport acquatici, potrete sbizzarrirvi in paddleboard, kayak, lezioni di vela o per i più esperti affittare un gommone e fare un giro nei dintorni. Questa zona è anche la più frequentata dai delfini e capita spesso di incontrarli mentre nuotano nelle acque antistanti Cooper Island.

Per arrivare dall’Europa potete volare su St. Marteen o Antigua e con la compagnia aerea Liat su Tortola. Da qui con un taxi potete raggiunger Road Town dove una barca di Cooper Island vi verrà a prendere. Da contattare il resort per l’organizzazione della barca disponibile in determinati orari della giornata.

Maggiori informazioni sul resort: www.cooperislandbeachclub.com
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close