Cerca Hotel al miglior prezzo

Des Moines, cosa vedere e sapere della capitale dell'Iowa

Des Moines, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Des Moines è una città di 197.000 abitanti situata praticamente nel centro geografico dell’Iowa, nel cuore degli Stati Uniti. Des Moines è capitale dello stato dal 1857, anno in cui le fu anche abbreviato il nome che in precedenza era Fort Des Moines. Dal punto di vista amministrativo, la città è capoluogo della Contea di Polk, una delle aree più densamente urbanizzate di tutto l’Iowa nella quale risiedono poco più di 375.000 persone. Proprio nel centro cittadino si incontrano il Des Moines River ed il Racoon River, due fiumi importanti che forniscono acqua a tutto l’abitato. Negli ultimi anni la città è divenuta un centro di riferimento per il mercato assicurativo mondiale, nell’ambito del quale Des Moines è preceduta solamente da Hartford e London nel Connecticut.

La fondazione dell’insediamento risale al 1834, anno in cui il capitano James Allen costruì un forte per difendere la zona dagli attacchi di due temibili tribù indiane: i Sioux e i Fox. La fortificazione, per volere del Dipartimento della Guerra, fu battezzata Fort Des Moines, anche se il fondatore avrebbe voluto chiamarla Fort Racoon. Il lento ma costante afflusso di coloni fece si che la città aumentò sensibilmente le proprie dimensioni in pochi anni, finendo per essere nominata capoluogo della Contea di Polk il 25 maggio 1846. Dopo essere divenuta anche capitale dello stato, Des Moines adottò un nuovo tipo di governo noto col nome di Des Moines Plan, costituito da un sindaco eletto e da quattro commissari responsabili dei lavori pubblici, delle finanze e della proprietà pubblica. Nel 1950 questo ordinamento fu a sua volta scartato in favore di un governo di tipo council-manager.

Ricca di parchi e giardini pubblici, inserita in un contesto dall’urbanistica armoniosa, questa città dal nome vagamente europeo, che deriverebbe dal francese “dei monaci” perché numerosi frati vissero a lungo in questa zona, è una piccola perla immersa tra le verdeggianti colline dell’Iowa centrale. Molto bello è lo State Capitol, situato tra E. 9th Street e Grand Capitol Avenue, le cui forme neoclassiche sono sovrastate dall’immensa cupola dorata centrale, affiancata a quattro cupole più piccole. Non lontano, tra E. 6th Street e Locust Street, si trova il futuristico edificio dell’Iowa State Historical Museum and Archives, un museo che dedica un’ampia mostra alla storia naturale, sociale e industriale dello stato. Di tutt’altro genere, ma ugualmente suggestivo, il Des Moines Art Center è una delle gallerie d’arte più ricche di tutto il centro degli Stati Uniti. Negli spettacolari tre edifici situati al 4700 di Grand Avenue e realizzati da tre maestri dell’architettura del Novecento come Eliel Saarinen, I.M. Pei e Richard Meier, sono ospitati dipinti di Matisse, Picasso e Renoir, oltre che opere di noti artisti americani del XX secolo come O’Keeffe, Wood e Hopper.

La maggior parte delle attrattive è concentrata a downtown. Qui, oltre al già citato Iowa State Capitol, si trovano anche: l’Iowa Events Center, dove si svolgono buona parte degli eventi e delle ricorrenze pubbliche della città; il Des Moines Botanical Center, ideale per gli amanti della natura; e l’Hoyt Sherman Place, il più importante teatro cittadino. Per trascorrere un pomeriggio all’aria aperta con dei bambini non c’è posto migliore del Blank Park Zoo, uno zoo attrezzato e confortevole, nel quale vivono decine di specie di animali diversi. Se si ha intenzione di fare spese si potrà contare sui numerosi centri commerciali e sui grandi magazzini che delimitano il perimetro cittadino. Tra questi ricordiamo: il Valley West Mall, il Southridge Mall, il Jordan Creek Town Center ed il Merle Hay Mall, uno dei più vecchi e grandi centri commerciali dell’Iowa.

Un capitolo a parte lo merita la tradizione musicale di Des Moines, che ha dato i natali a tre grandi band che fanno impazzire centinaia di migliaia di fans in tutto il mondo: gli Slipknot, gli Stone Sour e i To My Surprise. Spulciando tra i titoli o tra i testi di alcune canzoni si nota poi come soprattutto i primi siano profondamente legati alla loro terra natia, alla quale hanno dedicato un interno album, chiamato per l’appunto Iowa, ed una canzone intitolata 515, che altro non è che il prefisso dello stato.

Presso la capitale dell’Iowa si tengono ogni anno diversi eventi in grado di richiamare appassionati da tutto lo stato. I più apprezzati sono: il Des Moines Art Festival, in calendario nel mese di giugno; l’Iowa State Fair, ad agosto; ed il World Food Festival, in ottobre.

Il clima è continentale umido, contraddistinto da estati calde e da inverni rigidi e nevosi. In luglio le temperature oscillano mediamente tra 30 e 19 gradi, anche se non sono rari i pomeriggi nei quali le massime superano i 35. In gennaio, invece, i valori sono piuttosto rigidi e le minime possono spingersi anche fino a -12/-13 gradi, mentre raramente le massime superano lo zero. In questa stagione si verificano frequenti nevicate, anche se di debole intensità. In totale le precipitazioni raggiungono generalmente i 900 mm di pioggia ogni anno.

La città è dotata di un aeroporto discretamente importante: il Des Moines International Airport (DSM), situato nella parte meridionale dell’agglomerato urbano. Una volta a terra ci si potrà muovere in pullman, grazie all’efficiente servizio di bus a lunga percorrenza ad opera della Greyhound, o in treno, con l’Amtrak che regola la maggior parte dei convogli passeggeri dello stato. Per spostarsi in centro vi sono i mezzi pubblici messi a disposizione dalla DART, ovvero la Des Moines Area Regional Transit, che mette in collegamento la periferia con le zone centrali grazie a diverse linee di autobus.
  •  

News più lette

close