Cerca Hotel al miglior prezzo

Hartford, tour nella capitale del Connecticut

Pagina 1/2

Hartford è una città statunitense di circa 125.000 abitanti, capitale del Connecticut e capoluogo dell’omonima contea. L’insediamento è situato nella parte centrale dello stato ed è attraversato dal grande fiume Connecticut, il più importante corso d’acqua della regione. Attualmente Hartford è la seconda città dello stato per dimensioni e numero di abitanti dopo Bridgeport. Dal punto di vista turistico, Hartford non è più l’amena località fonte di ispirazione per Mark Twain, che trascorreva qui le sue giornate con l’amico di una vita e vicino di casa Harriet Beecher Stowe, ma è comunque una città da vedere, contraddistinta dalla presenza di belle architetture vittoriane e da attrattive storiche di una certa importanza.

Dopo secoli di occupazione da parte degli indiani, nel XVII secolo, la regione di Hartford venne colonizzata dagli olandesi, che la ribattezzarono New Netherland. In pochi decenni la zona accrebbe sensibilmente la propria popolazione, sospinta a stabilirsi da queste parti per via dei redditizi traffici commerciali intessuti con l’Europa. Nel 1635 gli inglesi cominciarono la loro lenta ma progressiva opera di occupazione del territorio a discapito degli olandesi, che in pochi anni abbandonarono totalmente quest’area poi ribattezzata New England. Nel 1637 venne fondata Hartford in onore della cittadina inglese di Hertford, poco distante da Londra. Nel corso dei secoli Hartford è salita più volte alla ribalta nazionale; una prima volta nel 1814, quando il centro fu sede di una convenzione presieduta da una delegazione composta dagli emissari dei 5 stati del New England per discutere della possibile annessione della regione agli Stati Uniti, ma anche nel 1860, quando ad Hartford si tenne la prima manifestazione Wide Awakes a sostegno di Abraham Lincoln.

Pur non attraversando uno dei periodi più rosei della sua storia, la capitale del Connecticut vanta ancora una serie di edifici storici di grande pregio architettonico, oltre che di comprovato valore simbolico. Tra questi non si può non citare il Campidoglio dalla cupola dorata, sede del Congresso del Connecticut, situato nel verde di Bushnell Park. Questa costruzione, terminata nel 1878, combina gli stili gotico, classico e del secondo impero, ricordando i tratti di una struttura ecclesiastica. Nello stesso parco si può vedere un’antica giostra di legno del 1914 tuttora in funzione; una corsa costa appena 1$, scricchiolii compresi.

Il vanto e la gioia di Hartford sono testimoniati dal neoclassico Wadsworth Atheneum, situato al 600 di Main Street. Questo museo statale, fondato da Daniel Wadsworth nel 1842, è il più antico del paese tra quelli rimasti aperti senza interruzioni. La collezione, di livello internazionale, copre oltre 5.000 anni e comprende una pregevole raccolta di dipinti e sculture di artisti americani, capolavori rinascimentali e barocchi ed un’importante collezione contemporanea.

Situata circa 1,5 chilometri ad ovest del centro, la comunità collinare note col nome di Nook Farm ospitò negli anni ’80 dell’Ottocento due famosi scrittori: Mark Twain e Harriet Beecher Stowe. Le loro case vittoriane adiacenti, che hanno conservato sostanzialmente gli arredi originari, sono entrambe visitabili. Twain visse al 351 di Farmington Ave. dal 1874 al 1891 e scrisse molti dei suoi classici in questa casa riccamente ornata, completa di elaborate opere in mattone ed interni Tiffany. Il vicino e meno elaborato Harriet Beecher Stowe Center, al 77 di Forest St., celebra una delle più importanti attiviste americane, l’autrice de “La capanna dello zio Tom”. La bianca abitazione gotico-vittoriana, nella quale si può vedere lo scrittoio della Stowe, è un bell’esempio di cottage ottocentesco e ricorda per certi tratti una villa romantica.
... Pagina 2/2 ...
Un altro luogo interessante è il bellissimo campus del Trinity College, al 300 di Summit Street; il campus, fondato nel 1823, si estende per oltre 40 ettari nel punto più alto della città, segnalandosi per gli straordinari esempi di architettura gotico-vittoriana, tra cui la magnifica cappella del college. Ad ovest, l’Elizabeth Park, con ingressi in Prospect Avenue ed in Asylum Avenue, è il primo roseto municipale degli USA; il mese migliore per visitarlo è senza dubbio giugno, quando si possono vedere le oltre 800 varietà di rose in fiore, ma anche gli straordinari giochi di luce dei giardini rocciosi alla giapponesi.

Il clima è continentale, contraddistinto da inverni rigidi e nevosi e da estati generalmente calde. Il mese più freddo è gennaio, durante il quale le temperature oscillano mediamente tra 1 e -8 gradi, anche se non sono rare le nottate nelle quali si superano i -10. In luglio, il mese più caldo, le massime arrivano a lambire, e spesso a superare, i 30 gradi, mentre le minime si collocano poco al di sotto dei 20. Le precipitazioni sono abbondanti, nell’ordine dei 1200 mm di pioggia all’anno, e distribuite abbastanza uniformemente nell’arco di tutti i 12 mesi dell’anno. Dalla fine di novembre a marzo, la città è sovente colpita da nevicate anche abbondanti.

Situata all’incrocio tra la I-91 e la I-84, Hartford è facilmente raggiungibile in automobile. Sia i pullman delle compagnie Greyhound, Peter Pan e Bonanza, sia i treni dell’Amtrak, fermano all’Union Station, subito a nord di Bushnell Park. Il Bradley International Airport, servito da bus-navetta della CT Transit che lo collegano con la Old State House in centro, è situato 24 chilometri a nord della città.

Cortesia foto: Rbglasson
close