Cerca Hotel al miglior prezzo

Delaware, viaggio nel First State degli Stati Uniti d'America

Pagina 1/2

Soprannominato First State, ovvero “Primo Stato”, il Delaware costituisce un minuscolo puntino sulla cartina geografica, essendo secondo per dimensioni soltanto al piccolissimo Rhode Island. Il Delaware è famoso per essere stato il primo stato della giovane nazione a ratificare la Costituzione, tuttavia oggi la sua fama è legata soprattutto alla sua posizione fiscale molto contenuta, che ha indotto numerose imprese a trasferirvi la propria sede legale. Nel corso del proprio viaggio nello stato ci si renderà conto di quanto il Delaware sia una meta piacevole, vantando incantevoli cittadine, località di campagna dall’atmosfera squisitamente raccolta e lunghe spiagge assolate, con appena due centri urbani di dimensioni rilevanti: Wilmington, che assomiglia molto a Baltimore, offrendo però un livello di sicurezza nettamente superiore; e Dover, la capitale, una città dall’aspetto veramente grazioso.

In epoca coloniale il Delaware fu teatro di una sanguinosa contesa territoriale tra coloni olandesi, svedesi e inglesi. Gli immigrati olandesi e svedesi portarono nel Nuovo Mondo i principi della borghesia dell’Europa settentrionale, mentre i britannici diedero vita ad un’aristocrazia terriera proprietaria di vastissime piantagioni. Questa situazione può spiegare quantomeno in parte il motivo per cui il Delaware continui a essere culturalmente ibrido, una caratteristica che accomuna gli stati affacciati sulla costa atlantica centrale. Il momento più importante della storia del Delaware giunse il 7 dicembre 1787, quando fu il primo stato a ratificare la Costituzione e ad entrare a far parte dell’Unione. Nel corso della Guerra di Secessione il Delaware si schierò a fianco dell’Unione, sebbene nelle fattorie dello stato lavorassero numerosi schiavi.

La capitale è Dover, una cittadina di neanche 40.000 abitanti dove però ci si può divertire molto. All’interno del centro, caratterizzato dalla presenza di maestosi edifici d’epoca in mattoni e di viali alberati, spicca l’area che si estende intorno al Green, nella quale si trovano la maggior parte delle attrattive turistiche, come l’Old State House, il Parlamento, la Court House ed il Palazzo di Giustizia, oltre ai migliori ristoranti ed ai bar che con il calar della sera si riempiono regolarmente di gente e allegria. Di notevole spessore è anche l’offerta in ambito museale, con i caratteristici sette Delaware State Museums, piccoli musei piuttosto eccentrici, il Johnson Victrola Museum e l’Air Mobility Command Museum che tengono alto il nome della capitale nel mondo della cultura.

La principale attrattiva di questo piccolo stato è costituita dai suoi 45 chilometri di spiagge sabbiose lambite dall’Oceano Atlantico. Nella parte centro-meridionale del litorale spicca Lewes, una cittadina di neanche 4.000 abitanti affacciata sul Breakwater Harbor tra la Great Marsh Preserve ed il Cape Henlopen State Park. Battezzato con il poetico nome di Zwaanendael, ovvero “Valle dei Cigni”, il primo insediamento dei dintorni fu una stazione per la caccia alle balena fondata dagli olandesi nel 1631, tuttavia i coloni europei furono ben presto massacrati dalla tribù nativa che viveva nella zona, quella dei Nanticoke. Sebbene oggi abbia un nome di gran lunga meno evocativo, Lewes è una località marina molto graziosa e frequentata, contraddistinta dalla presenza di belle spiagge e di strutture recettive moderne e ospitali. A circa 1,5 chilometri in direzione est si incontra l’incantevole Cape Henlopen State Park, che protegge un’area di oltre 1600 ettari in cui si alternano alte dune, foreste di pini e zone paludose. Questo parco richiama sia bagnanti sia appassionati di birdwatching, mentre i curiosi si radunano sulla torre panoramica dalla quale è possibile scorgere Cape May, nel New Jersey. Un’altra località molto piacevole, ma anche piuttosto insolita, è Rehoboth Beach, che abbina elementi del Nord ad altri del Sud. La via principale è Rehoboth Ave che, nel tratto compreso tra il centro visitatori e la passerella di legno che costeggia la spiaggia, ospita una fila di ristoranti, chioschi gastronomici e negozi di souvenir. Procedendo verso sud, lungo la Highway 1, si incontra Dewey Beach, nota per la sua scatenata vita notturna.

... Pagina 2/2 ... Nella zona centro-settentrionale del Delaware, al carattere vivace di Wilmington si contrappongono le dolci colline e le sontuose residenze della Brandywine Valley, tra le quali merita di essere ammirata l’imponente tenuta di Winterthur. E’ un vero peccato che Wilmington venga spesso trascurata dai visitatori, perché con il suo stimolante ambiente culturale, caratterizzato dalla presenza di afroamericani, ebrei e caraibici, ed il suo vivace panorama artistico, merita decisamente una visita. La zona commerciale centrale si estende lungo Market St, mentre i vecchi magazzini e altre aree industriali del Riverfront sono state recentemente trasformate in negozi, ristoranti e musei. Tra le attrattive principali spiccano proprio numeri musei, come il Delaware Art Museum, il Delaware Center for the Contemporary Arts ed il Delaware History Museum, ma anche il lussuoso Hotel du Pont. Per quanto concerne la visita alla Brandywine Valley, sono da vedere il già citato Winterthur, l’Hagley Museum e soprattutto i castelli ed i giardini sparsi in quest’area molto suggestiva anche dal punto di vista naturalistico.

A differenza di molti altri villaggi storici presenti negli Stati Uniti, New Castle ha deciso di non sacrificare il proprio passato alla modernità, una scelta che ha spinto l’amministrazione comunale a tutelare le vie acciottolate ed i suggestivi edifici del XVIII secolo. I principali siti di interesse turistico della cittadina sono l’Old Court House, l’Arsenal on the Green, le diverse chiese antiche ed i cimiteri del XVII secolo, ai quali si aggiungono alcuni pregevoli edifici d’epoca.

Il clima del Delaware, a metà tra il continentale ed il subtropicale umido, è sensibilmente mitigato dalla presenza dell’Oceano. Nonostante le sue ridotte dimensioni, vi è una significativa variazione climatica tra la parte settentrionale e quella meridionale dello stato; la prima è infatti più fredda e piovosa, mentre la seconda è decisamente più mite. Le stagioni migliori per visitare il Delaware sono la primavera e l’autunno, periodi durante i quali anche la natura concorre a rendere particolarmente suggestivo il soggiorno.

Gli aeroporti dello stato non sono molti e tra tutti l’unico di discrete dimensioni è il New Castle Airport, uno scalo situato nei pressi di Wilmington. I trasporti a terra constano dell’efficiente sistema ferroviario, gestito dall’Amtrak, e di diverse linee di pullman, con i quali si potranno raggiungere tutte le località principali, mentre l’autostrada principale è la Hwy 1. Per chi si dovesse muovere lungo la costa, i traghetti possono essere un’alternativa davvero comoda ad auto, pullman e treno.
loading...
close