Cerca Hotel al miglior prezzo

Dover, capitale del Delaware: tra musei e gare NASCAR

Pagina 1/2

Dover è una cittadina statunitense di neanche 40.000 abitanti situata nella parte centrale del Delaware, di cui è capitale. Amministrativamente la città è capoluogo della Contea di Kent, un’area urbanizzata nella quale risiedono quasi 130.000 persone, mentre dal punto di vista geografico, Dover sorge nella parte nord-orientale della penisola di Delmarva, delimitata dagli estuari dei fiumi Delaware e Susquehanna. Buona parte della cittadinanza è impiegata nel settore delle istituzioni pubbliche, anche se una risorsa fondamentale per l’economia locale sono le corse automobilistiche della NASCAR nel Dover International Speedway, che si svolgono per due fine settimana ogni anno e che attraggono complessivamente quasi 200.000 spettatori.

La storia di Dover ebbe inizio nel 1683, anno in cui venne fondata per mano di William Penn, al quale re Carlo II d’Inghilterra in persona concesse le terre del Delaware e della Pennsylvania. Nel corso della Guerra d’Indipendenza prima, e della Guerra di Secessione poi, Dover divenne un importante punto di raduno per le truppe dello stato, con la piazza centrale, nota con il nome di The Green, che rappresentò la sede di adunate, eventi patriottici e comizi. Pur essendo passati diversi secoli, ancora oggi la piazza centrale di Dover mantiene inalterato il suo aspetto fiero, con gli edifici della Corte Suprema dello Stato e della Corte della Contea di Kent sullo sfondo.

Dover è una cittadina dove ci si può divertire, anche se il carattere solenne del suo centro, contraddistinto dalla presenza di imponenti edifici d’epoca in mattoni e di rigidi viali alberati, potrebbe far pensare al contrario. L’area che si estende intorno al Green, dove si trovano l’affascinante Old State House, il Parlamento (1792), la Court House ed il Palazzo di Giustizia (1874), è piena zeppa di ristoranti economici e di bar molto vivaci che di sera si riempiono regolarmente di gente e di allegria. Nelle immediate vicinanze della State House si trova il centro informazioni, mentre all’estremità della lunga piazza che si estende davanti al Campidoglio vi sono suggestivi monumenti di grande importanza.

Tra le attrattive principali di Dover spicca senza dubbio l’offerta museale, che consta di allestimenti di diverso genere accomunati dalla minuziosa cura per i particolari e dal valore assoluto delle opere esposte. I sette Delaware State Museums sono piccoli musei piuttosto eccentrici, ma tutti di ottimo livello, dedicati a discipline differenti. Il Johnson Victrola Museum rende omaggio all’inventore del fonografo Eldridge Johnson; tra gli oggetti esposti al suo interno meritano di essere ricordate le immagini originali di Nipper, il celebre cane raffigurato nell’etichetta della Voce del padrone.
... Pagina 2/2 ...
Situata a sud-est della città, la Dover Air Force Base è la più grande base dell’aeronautica americana. In questo enorme aeroporto vengono rimpatriati i corpi dei soldati statunitensi caduti in missioni all’estero, ma esteriormente non si vede praticamente nulla che lasci trapelare la triste funzione che viene assolta al suo interno. L’unica cosa degna di essere vista è l’Air Mobility Command Museum, un museo di un certo interesse che ospita nei suoi bei saloni diversi aerei d’epoca ed altri oggetti legati all’aeronautica.

Essendo situata nella parte centrale dello stato, Dover è contraddistinta da un clima a metà tra il continentale ed il subtropicale umido, con l’influenza dell’Oceano Atlantico, distante solo pochi chilometri, che mitiga sensibilmente le temperature. In generale le estati sono piuttosto calde e umide, con massime abbondantemente superiori ai 30 gradi e l’afa che acuisce il calore percepito dal corpo. Gli inverni, invece, sono brevi e moderatamente freddi, caratterizzati da sporadiche ed occasionali precipitazioni di carattere nevoso.

Per quanto riguarda i trasporti, Dover non è dotata di un proprio aeroporto, ma è facilmente raggiungibile facendo rotta sul New Castle Airport, ma anche sul Wicomico Regional Airport di Salisbury, sul Baltimore-Washington International Thurgood Marshall Airport di Baltimore e sul Philadelphia International Airport. La capitale del Delaware è comodamente accessibile sia in treno che in pullman, grazie all’ottimo servizio offerto rispettivamente dall’Amtrak e dalla Greyhound. L’arteria carrabile principale che lambisce la città è la Hwy 1, l’autostrada più importante dello stato.

 Pubblicato da - 13 Dicembre 2009 - Riproduzione vietata

loading...
18 Febbraio 2017 La festa della Focaccia di Recco

Pronti per gustare la focaccia? Ma non una qualunque, bensì la ...

NOVITA' close