Cerca Hotel al miglior prezzo

Michigan: viaggio nello stato sullo stretto di Mackinac

Pagina 1/2

Lo stato del Michigan, geograficamente costituito da due penisole separate dallo stretto di Mackinac, è situato nel nord degli Stati Uniti, confinante a sud con l’Ohio e l’Indiana, ad ovest con il Wisconsin, ad est con l’Ontario ed abbracciato al maestoso Lago Michigan. Il nome dello stato è derivato proprio da quello del lago, a sua volta battezzato partendo dal termine “meicigama”, che nella lingua degli indiani Chippewa significa “grande acqua”.

Superato l’isolamento geografico durato fin quasi alla fine dell’Ottocento, il Michigan ha preso quota, diventando l’ottavo più popoloso stato degli USA, solidamente abbracciato ad un economia forte e trascinata dall’industria automobilistica, ed una meta turistica di primissimo piano, valorizzata da scenari naturalistici da urlo ed unici al mondo, considerando l’impressionante concentrazione di laghi più o meno grandi, immersi all’interno di grandi foreste e colline. Si è soliti dividere le due penisole dello stato in Upper Peninsula e Lower Peninsula: la prima situata più a nord e delineata dai fiumi Menominee e Montreal, ricca di boschi e morfologicamente mossa dalla presenza dei Monti Porcupine, ma scarsamente popolata, per un totale di 330.000 abitanti; la seconda, dalla forma simile a quella di un guanto, quasi interamente pianeggiante e sede dei centri urbani di maggiore importanza. Un aspetto curioso è legato al fatto che pur non comunicando col mare, il Michigan è il secondo dei 51 stati degli USA per numero di chilometri di coste, con un totale di 3.681 chilometri.

La capitale è Lansing, una città di 120.000 abitanti situata per la maggior parte nella contea di Ingham County, che in realtà comprende anche East Lansing, una specie di borgo di 50.000 abitanti, contraddistinta da un’area metropolitana molto importante ed in continuo costante sviluppo. Nel 1847, anno della fondazione, l’insediamento altro non era che una casetta in legno ed una segheria, e solo in seguito al grande boom economico seguito all’apertura di una delle prime fabbriche di automobili del paese, inaugurata nel 1897 agli ordini di Ranson Eli Olds, la città accrebbe le proprie dimensioni, toccando nel 1970 il record di 130.000 abitanti. Da non perdere perciò il R.E. Olds Transportation Museum, dove vengono gelosamente conservati vecchi modelli di automobili.

The city that put the world on wheels”, la città che ha messo il mondo sulle ruote, è però Detroit, capoluogo della contea di Wayne con una popolazione odierna che sfiora il milione di persone. La visita a questa città può cominciare dal central business loop, seguito a breve distanza dal Detroit Institute of Arts, uno dei migliori musei d’arte del mondo. Rimanendo in ambito artistico non si può certo perdere il Motown Museum, circondato da uno skyline di grattacieli di assoluto prestigio, come il Michigan Consolidated Gas Company Building ed il Fisher Building, disegnato da Albert Kahn. Dalla Sky Tower, alta circa 100 metri, si gode il miglior panorama cittadino, sconfinando con la vista anche nei vicini territori canadesi, ad appena cinque minuti di auto attraverso il Detroit-Windsor Tunnel o l’Ambrassador Bridge. Da mettere necessariamente in programma un’escursione a Bobo Island, raggiungibile in traghetto da Gibraltar, una quarantina di chilometri a sud del centro.

Un’altra città di rilievo è Deaborn, 89.000 abitanti, un sobborgo ad una ventina di chilometri da Detroit dove nel 1863 nacque Henry Ford, e che oggi ospita l’incredibile Henry Ford Museum, realizzato dallo stesso capitano d’industria, che raccoglie auto, tra cui la prima vettura Ford e la Lincoln nera decapottabile sulla quale viaggiava John Kennedy quando fu ucciso, e le ricostruzioni eseguite coi pezzi originali demoliti poi riassemblati dell’officina dove i fratelli Wright realizzarono il loro primo aereo, della campagna dove nacque Firestone, l’industriale dei famosi pneumatici, e del laboratorio di Thomas Alva Edison. Sono famose per altri motivi: Jackson, cittadina di 37.000 abitanti dove, il 6 luglio 1854, venne fondato il Partito Repubblicano, ricordato dal Republican Party Founding Site, secondo museo più importante della zona dopo il Michigan Space Center, con sono esposti oggetti provenienti da viaggi spaziali, il modulo di comando dell’Apollo 9 ed una copia dello Space Shuttle; e Mackinaw City, appena 875 abitanti, ma decisamente scenografica, in quanto unica città degli Stati Uniti in cui è possibile vedere il sole sorgere e tramontare su due laghi differenti, il Great Lake ed il Lake Michigan.
... Pagina 2/2 ...
Per gli amanti della natura, i più bei paesaggi dello stato quelli presso: Isle Royale National Park, la maggiore delle isole del Lake Superior, raggiungibile solo in barca, in quanto vietata la circolazione alle auto, da Hougton o da Copper Harbor, disseminata di sentieri per escursioni ed oasi naturalistica di indicibile bellezza, popolata da alci, lupi, volpi, castori, procellarie ed aquile calve; Mackinac Island, servita da traghetti provenienti da St. Ignace e Mackinaw City, ideale per escursioni in bicicletta o a cavallo, e soprannominata “Bermuda del Nord”; Picture Rocks National Lakeshore, nei pressi di Munising, dove l’azione di erosione della pioggia e delle onde ha dato vita a formazioni rocciose originali e curiose, plasmando grotte, archi e colonne di pietra, circondate da 20 chilometri di spiagge sabbiose, distese di dune, laghi e cascate.

Il clima è umido continentale in quasi tutto il territorio, anche se una specificazione più accurata può essere fatta immaginando di dividere il Michigan in due regioni, una comprendente la parte centrale e meridionale della penisola inferiore, caratterizzata da un clima più mite, con estati calde-umide ed inverni freddi ma di breve durata, l’altra inquadrabile nella parte settentrionale della penisola meridionale e nell’intera Upper Peninsula, caratterizzata da un clima sensibilmente più rigido, in cui ai soliti caldi mesi estivi, si sostituisce una stagione invernale lunga e gelida, spesso tormentata da ingenti nevicate accompagnate da venti forti settentrionali. La quantità delle precipitazioni oscilla tra gli 800 ed i 1100 mm di pioggia all’anno, toccando il picco dell’intensità tra luglio e settembre. La zona a sud, che ricade nel Tornado alley, è soggetta ad occasionali tornado, che risparmiano invece le province più settentrionali.

Il più trafficato aeroporto dello stato è indubbiamente il Detroit Metropolitan Wayne County Airport, che polarizza su Detroit buona parte del traffico nazionale ed internazionale, seguito dal Gerald R. Ford International Airport, pochi chilometri a sud-est di Grand Rapids. L’Amtrak è la società che gestisce il trasporto extraurbano su rotaia, completato da decine di linee locali, ed integrato dalla presenza di un’efficiente rete autostradale, che mettono in comunicazione il Michigan con gli stati vicini ma anche col Canada, sfruttando infrastrutture all’avanguardia come il Detroit Windsor Tunnel.

Fonte: Copyright © 2007 Michigan Economic Development Corporation
loading...
24 Maggio 2017 La Mostra di Steve McCurry al Forte di Bard ...

L'opera di Steve McCurry, uno dei più grandi fotografi contemporanei, ...

NOVITA' close