Cerca Hotel al miglior prezzo

Lānaʻi o Lanai: viaggio nella sesta isola pił grande delle Hawaii

Lanai, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Niente semafori, niente uffici postali, niente trasporti pubblici: trascorrere un periodo di tempo a Lanai è come alleggerirsi di tutto ciò che non conta, o che solitamente ci appesantisce, scoprendo con occhi nuovi quanto possa essere bella la natura. Pura bellezza: è questa la forza di Lanai, isoletta dell’arcipelago dell’Hawaii, separata dalla vicina Molokai mediante il Kalohi Channel e a breve distanza da Maui. Soprannominata a lungo “Pineapple Island” per le coltivazioni di ananas i commerci di tale frutto, è stata scoperta dal turismo in epoca più recente ed immediatamente ha fatto innamorare gli americani e non solo.

Pare che a Lanai coesistano due anime differenti. Da un lato non mancano i villaggi turistici lussuosi, dove i visitatori possono coccolarsi con amenità di vario tipo, dagli sport –specialmente il golf - agli acquisti, e dall’altro ci sono gli aspetti più selvaggi dell’isola, immersa in un Pacifico dagli azzurri intensi e tappezzata di una fitta vegetazione esotica. Solo 30 miglia delle strade dell’isola sono asfaltate e spesso, per spostarsi, bisogna ricorrere a sentieri impervi che richiedono l’uso di un fuoristrada, scivolando tra foreste e punti panoramici mozzafiato. Non è raro, ammirando la danza delle onde, scorgere il guizzo di qualche delfino.

Sull’isola ci sono soltanto due villaggi, e altre strutture ricettive si trovano nell’unica città presente, Lanai City. Questa è situata a meno di 5 km dall’aeroporto, dove è stata fondata all’inizio del Novecento come centro commerciale incentrato sulla coltivazione dell’ananas e la sua esportazione. I negozi, i ristoranti e i punti di ritrovo della città sorgono tutti intorno al Dole Park, polmone verde in cui la gente del luogo si incontra e fa qualche picnic all’ombra dei pini. Passeggiando per le vie del centro ci si imbatte in botteghe che producono gioielli e oggetti artigianali, in ristorantini davvero economici che offrono deliziosi piatti locali, e nell’interessante Lanai Art Center con le sue opere di artisti del posto, dalle tele ad acquarello sino alle sculture variopinte.

Ma i turisti scelgono Lanai soprattutto per le sue scogliere sublimi e le sue spiagge idilliache, orlate di sabbia fine e chiara, che al tramonto si colora di rosa. La più spettacolare è forse la Hulopoe Beach, nella parte meridionale dell’isola, con acque limpidissime perfette per le immersioni e un’area picnic con tavoli e forni per il barbecue. Splendida la piscina naturale sul lato orientale della baia, scavata nella roccia vulcanica, popolata da paguri, patelle, stelle marine e piccoli pesci iridescenti che guizzano come coriandoli, giocando con le lame di luce sul pelo dell’acqua. Per il suo splendore e il suo valore naturalistico, la spiaggia costituisce una zona protetta e i turisti sono invitati a lasciare tutto il più possibile intatto, senza raccogliere rocce, sabbia o piccoli abitanti del mare.

Anche il clima è degno di un vero e proprio paradiso: la stagione migliore, dovendo stilare una classifica, è forse l’inverno, quando le temperature sono particolarmente miti, ma per tutto l’anno il soggiorno a Lanai è a dir poco piacevole e i valori medi si mantengono tra i 20°C e i 25°C, con precipitazioni scarse. Al massimo ci si può imbattere in un fugace scroscio di pioggia, che dipingendo un arcobaleno in cielo non fa che accrescere la magia dell’isola selvaggia.

Per raggiungere Lanai è necessario prendere l’aereo e atterrare prima all’aeroporto internazionale di Honolulu, sull’isola di Oahu, o all’aeroporto di Kahului sull’isola di Maui. Da qui sono garantiti frequenti voli diretti a Lanai, e da Maui sono disponibili anche diverse corse in traghetto che richiedono circa un’ora di navigazione. Giunti sull’isola, benché ci siano pochissime strade asfaltate, non è difficile raggiungere il proprio alloggio grazie alle navette appositamente messe a disposizione dagli hotel.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close