Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Maui

Maui, vacanza nella seconda delle isole Hawaiane

Pagina 1/2

Ci sono luoghi che hanno poteri misteriosi: basta fermarsi e ascoltare le voci della natura, accarezzare con lo sguardo le onde che corrono al largo, inspirare l’odore fresco della foresta, e ci si sente profondamente riappacificati. Se poi, accanto a questo incantesimo, non mancano le comodità necessarie a passare una vacanza rilassante, si può dire di trovarsi in un paradiso in Terra. Succede proprio questo a Maui, la seconda delle isole hawaiane per estensione, sede della contea di Maui. Popolata da circa 120 mila abitanti, la pepita immersa nell’oceano è una meta turistica meravigliosa, pronta a stupire gli ospiti in ogni periodo dell’anno.

Due imponenti vulcani, posizionati a est e ovest, compongono l’isola e comprendono un fertile istmo, in cui sorgono l’abitato di Kahului, Wailuku, Maalaea e Kihei. Da tempo le attività più diffuse sono la coltivazione della canna da zucchero e dell’ananas, ma ultimamente il turismo è diventato la risorsa principale e Maui è diventata celebre per le spiagge meravigliose, l’acqua cristallina, i grandiosi panorami vulcanici e la possibilità di praticare il surf e il windsurf.

Sulla costa occidentale si affacciano baie di sabbia candida, le cui acque turchesi vengono solcate dalle balene, e si concentrano le maggiori strutture ricettive, moderne e accoglienti. La zona orientale e il cuore montuoso dell’isola sono di indole più tranquilla e selvaggia, e regalano emozioni indimenticabili che sembrano trasportare gli ospiti in un altro mondo. Ogni stagione è buona per una vacanza sull’isola: il clima è mite e piacevole, con venti delicati che soffiano da nord-est per gran parte dell’anno. Non c’è una grande differenza tra le temperature diurne estive e quelle invernali, che mediamente si aggirano intorno ai 20°C, ma nel periodo invernale che va da dicembre a marzo si concentrano le precipitazioni in quantità doppie rispetto all’estate.

Tra le meraviglie geologiche isolane c’è l’Haleakala Crater, il più grande vulcano attivo del mondo, con il fondo ricolmo di coni di cenere vulcanica. La zona intorno al cratere costituisce l'Haleakala National Park, un susseguirsi sconfinato di panorami splendidi che si estendono sino ai laghetti di Oheo Gulch e il litorale a sud di Hana, da scoprire grazie a un bel percorso escursionistico circolare. Nella vicina Waikamoi Preserve ci si può immergere in alcune zone di vera foresta pluviale, tra piante esotiche variopinte e alcuni volatili rari tipici di Maui, come il rampichino e il drepanidide crestato.

Per assaporare al meglio le vedute di Maui vale la pena di percorrere l’Hana Highway, la strada statale che ricalca il lato nord-orientale dell’isola tra Kailua e Hana, ritenuta la più scenografica dell’intero arcipelago. Realizzata nel 1927, la strada si snoda lungo la scogliera e si immerge tra vallate profonde e lussureggianti, per poi inerpicarsi sulla costa frastagliata e seguire curve sinuose e aspri tornanti, superando cascate di varie dimensioni mediante una cinquantina di ponti.

La regina delle località balneari è Kaanapali, a nord di Lahaina, con i suoi stabilimenti e i suoi grattacieli, gli alberghi lussuosi e i viali che ricordano la California meridionale. Campi da golf e da tennis, centri commerciali e locali movimentati assicurano i turisti contro la monotonia, e i villaggi sono dei veri capolavori di raffinatezza ed eleganza. Come l’Hyatt Regency con le sue opere d’arte da alcuni milioni di dollari, tra vasi ming e dipinti balinesi: nell’atrio è riprodotta una giungla tropicale e nei giardini gorgogliano cascatelle in cui si rinfrescano i cigni e i fenicotteri.
... Pagina 2/2 ... Da vedere il Whaling Museum, allestito all’interno del centro commerciale, dedicato alla storia della caccia alle balene.

Ma il centro abitato di Maui che si sta maggiormente sviluppando, a ritmi serrati e con un’inventiva sorprendente, è di certo Kihei, che si estende per una decina di chilometri lungo la costa e comprende diverse spiagge sempre baciate dal sole. Maalaea Bay è la preferita da chi pratica surf e windsurf, mentre il Maipoina Oe Iau Beach Park e il Kamaole Beach Park sono indicati per i bagni. Più pittoresca e meno affollata la Keawakapu Beach, con una barriera corallina artificiale che offre l’ambiente ideale per fare immersioni in tutta sicurezza. Qui, in inverno, si possono avvistare addirittura le balene.

Infine Lahaina, cittadina di Maui che un tempo ospitava il sovrano dell’isola e il più grande frutteto della zona. Intorno alla metà dell’Ottocento raggiunse il suo massimo sviluppo l’attività della caccia alle balene, e in quel periodo i balenieri erano soliti attraccare al porto di Lahaina per trascorrere la notte in città, assistere a qualche spettacolo nelle sale da concerto, frequentare i bar e i bordelli. Oggi il fascino pittoresco è andato perduto, e sono rimasti i ritmi frenetici e inarrestabili tipici delle grandi città, benché non si possa negare la bellezza dei panorami, soprattutto nell’ora del tramonto.

Il divertimento a Maui è sempre garantito, anche grazie alle festività americane tradizionali che vengono immancabilmente celebrate, come l’Indipendence Day e il Thanksgiving Day. All’inizio di aprile all’Hookipa Beach si disputa l’O’Neil Invitational, la gara di windsurf più importante del mondo, e nello stesso mese si svolge la festa culinaria Ulupalakua Thing, che dà ai migliori chef della zona la possibilità di farsi conoscere.
Il 1° giorno di maggio, il cosiddetto Lei Day, si festeggia fabbricando collane di fiori, da indossare obbligatoriamente, mentre in luglio si celebra la tradizionale manifestazione del Makawao Rodeo.

Per raggiungere Maui si può contare sul principale aeroporto isolano, il Kahului International Airport, collegato a Oahu, Kauai e alla Big Island. Una volta atterrati ci si può servire di un comodo servizio di navette o “shuttle buses” che servono le località turistiche più note di Maui.
loading...
close