Cerca Hotel al miglior prezzo

Sui voli Singapore Airlines i vini non sono serviti a caso

Pagina 1/2

Singapore Airlines, la compagnia aerea più premiata al mondo, leader nel prestigio del servizio offerto a bordo, è orgogliosa di dare il benvenuto nel suo rinomato panel di esperti sommelier a Jeannie Cho Lee, la prima ad essere insignita dell’Asian Master of Wine. Lee è la cofondatrice della Fine Wine School di Hong Kong, dove continua ad insegnare e a mettere a disposizione la sua esperienza, facendo da giudice in varie competizioni internazionali e regionali, tra le quali il Decanter World Wine Awards, l’International Wine Challenge, il Wine of the Pacific Rim e il Royal Adelaide Wine Show.

Oltre ad insegnare e fare da giudice, Lee cura la sua rubrica bimestrale sui vini per Decanter (edizione Hong Kong e Cina), Noblesse e Baccarat, mentre sta lavorando ad un libro sul vino e la cucina asiatica, che sarà pronto a settembre di quest’anno.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a bordo a Jeannie, che è altamente rispettata tra i circoli del vino come consulente, giudice ed insegnante e porta con sé un punto di vista ed un palato asiatico alla nostra degustazione”, ha dichiarato Yap Kim Wa, Senior vice presidente Product & Service di Singapore Airlines.

“Sono particolarmente emozionata di far parte del panel assieme a Steven Spurrier e Michael Hill-Smith” - ha affermato Lee - “Dal momento che conoscevo entrambi professionalmente da molti anni, la loro reputazione nel settore dei vini, conosco la loro capacità di degustazione, in passato ho fatto da giudice con loro. So che lo standard del Wine Panel di Singapore Airlines è incredibilmente alto: per questo mi sento molto emozionata ed onorata di far parte del gruppo”.

Nata nella Corea del Sud, Lee si è trasferita negli Stati Uniti in giovane età, ma è solo all’Università di Oxford nel Regno Unito, dove ha passato la sua giovinezza, che Lee ha potuto scoprire il suo interesse per i vini. La sua passione per i vini è continuata attraverso un Master in Public Policy ad Harvard e subito dopo l’università frequenta a New York la Windows on the World Wine School: il suo spiccato interesse per i vini ha portato Lee ad ottenere nel 1998 l’attestato Wine & Spirits Education Trust.

... Pagina 2/2 ...Due anni dopo, Lee ha fatto conoscere il suo nome quando diventando la prima asiatica nella storia ad aver superato l’esame di ammissione all’Institute of Masters of Wine, noto ai più per la sua estrema difficoltà: l’esame prevede quattro giorni di rigorosi esami teorici e una sessione di degustazione completamente bendati. Per far capire quanto queste prove siano impegnative basti pensare che solo 276 persone in tutto il mondo possono rivendicare il titolo di Master of Wine.

“Ho iniziato a provare un forte senso di responsabilità rispetto a quello che facevo specialmente dal momento in cui le persone hanno cominciato a chiedermi, “Come userà la sua posizione per influenzare l’industria del vino in Asia?”. Probabilmente il percorso migliore per me in questo momento è quello di continuare a fare quello che mi piace, cioè scrivere, giudicare e cercare di farlo nel miglior modo in cui sono capace, non solamente perché ho un titolo. Questa particolare opportunità che ho di giudicare un centinaio di vini all’anno per Singapore Airlines è anche una fantastica opportunità per essere sicura che il mio palato continui a rimanere in allenamento per giudicare e per dare delle opinioni, dal momento che le nostre scelte in quanto sommelier hanno un effetto su cosa viene servito e cosa piace ai passeggeri: e per questo c’è un forte senso di responsabilità” sostiene Lee.

Lee sostituisce Karen MacNeil che ha lasciato il Wine Panel di Singapore Airlines. Gli altri due membri del Wine Panel di Singapore Airlines, creato nel 1989, sono Steven Spurrier, dal Regno Unito, un’autorità nel mondo dei vini, i cui 45 anni di carriera contano la fondazione della prima scuola di vini a Parigi, L’Academie Du Vin, e Michael Hill-Smith, che lo scorso anno è stato onorato con l’Order of Australia per il suo contributo all’industria australiana del vino.

Insieme, il panel è responsabile della scelta di vini, champagne e porto serviti in tutte le classi e su tutte le rotte di Singapore Airlines. I vini vengono giudicati non solo per la loro qualità ma anche in base alla possibilità di essere bevuti a bordo dell’aereo, dove l’atmosfera tende ad essere più secca: il gruppo di esperti ogni anno testa più di un milione di bottiglie di vino, champagne e porto.

Fonte: Singapore Airlines Ltd
Weber Shandwick Italia
Visita Singaporeair.com
 

 Pubblicato da il 16/03/2009 - 2.214 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close