Cerca Hotel al miglior prezzo

Patrimonio dell'UmanitÓ UNESCO 2011: altri siti ora tutelati

Continuano le nuove nomine dei siti Patrimonio dell'Umanità UNESCO: Il Comitato del Patrimonio Mondiale ha appena iscritto altre tre nuovi siti: sono le Antiche Foreste di Faggio della Germania, in pratica una estensione del sito del Patrimonio Mondiale delle Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi (in Slovacchia ed Ucraina). Altro ingresso è Historic Bridgetown e Garrison, il primo sito di Barbados ad entrare nella Lista dei Patrimoni Mondiali, ed i templi, i giardini e siti Archeologici di Hiraizumi in Giappone, che rappresentano l'influsso della corrente della Terra Pura Buddista.

Le antiche faggete della Germania, mostrano nitidi esempi di evoluzione post-glaciale biologica ed ecologica ancora in corso degli ecosistemi terrestri e sono indispensabili per comprendere la diffusione del faggio nell'emisfero settentrionale, attraverso una grande varietà di ambienti. La nuova iscrizione rappresenta l'aggiunta di cinque foreste per un totale di 4.391 ettari che si sommano ai 29.278 ettari di foreste di faggi slovacche ed ucraine già iscritte nella Lista del Patrimonio Mondiale nel 2007. La proprietà UNESCO diventa quindi tri-nazionale e verrà ora ricordata come le Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e le antiche foreste di faggio della Germania (Slovacchia, Ucraina, Germania).

Il centro storico di Bridgetown e The Garrison sull'isola di Barbados, sono uno splendido esempio di architettura coloniale britannica costituita da un vecchio nucleo storico ben conservato e costruito nei secoli 17 ° 18° e 19°, e che testimonia la diffusione coloniale dell'impero atlantico della Gran Bretagna. La proprietà include anche un vicino presidio militare, The Garrison (St. Ann’s Fort) composto da numerosi edifici storici. Con il suo layout urbano serpeggiante, il sito testimonia un diverso approccio di urbanistica coloniale rispetto alle tipiche città coloniali spagnole e olandesi della regione, che sono invece state costruite con una pianta a griglia, con maglie ortogonali.

I templi, i giardini e siti archeologici di Hiraizumi rappresentano l'influsso della corrente denominata la Terra Pura Buddista in Giappone, e comprendono cinque siti, tra cui il monte sacro chiamato Kinkeisan. Il nuovo sito UNESCO annovera le vestigia degli uffici governativi dei secoli 11 e 12 quando Hiraizumi era il centro amministrativo del regno del nord del Giappone e rivaleggiava con Kyoto. Il regno era basato sulla cosmologia buddista della Terra Pura , che si diffuse in Giappone nell'ottavo secolo. Rappresentava la terra pura del Buddha a cui le persone aspirano dopo la morte, così come la pace della mente in questa vita. In combinazione con i culti indigeni giapponesi della natura e lo shintoismo, il Buddismo della Terra Pura ha sviluppato un concetto di pianificazione e progettazione di giardini davvero unici in tutto il Giappone.

Ricordiamo inoltre che la 35a sessione in attualmente corso presso la sede dell'UNESCO a Parigi e terminerà oggi, vedremo se nuove nomine arriveranno in queste ultime ore di lavoro della commissione.
  •  

 Pubblicato da il 29/06/2011 - 3.292 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close