Cerca Hotel al miglior prezzo

Dance Hall Riders: al Corno alle Scale tra snowboard e musica

Pagina 1/2

Una settimana di snowboard e musica al Corno alle Scale insieme ai cantanti e dj più importanti del panorama reggae sound system italiano e non solo...tutti rigorosamente riders. E’ il Dance Hall Riders attesissimo evento dedicato allo snowboard. Iniziato sette anni fa come un weekend tra amanti di dancehall reggae e snowboard, il Dance Hall Riders si è addirittura esteso ad un’intera settimana, dal 24 al 31 gennaio. Per sette giorni il Corno alle Scale, stazione sciistica nell’Appennino tosco-emiliano a un’ora da Bologna e da Firenze, si riempirà di riders sulle piste e serate in allegria con tanta musica.
“Tra tavole e musica, avventura e sport, energia e adrenalina, la manifestazione rappresenta un nuovo modo per passare una vacanza ad un costo contenuto fra le nostre montagne - spiega Pierluigi Saccardi, presidente dell’Unione Appennino e Verde - La ricetta è semplice: la condivisione dell’amore per il reggae e per la neve ventiquattro ore al giorno con cene e dancehalls serali e notturne insieme anche ai cantanti e dj più importanti del panorama reggae sound system”. I musicisti che suoneranno di sera, durante il giorno si scateneranno insieme agli appassionati ed è proprio questo mix di musica e sport che rende la manifestazione unica. Fra gli ospiti ci sono alcuni artisti conosciuti nel mondo del reggae come Don Rico e Terron Fabio, Sud Sound System, Raina, Villa Ada Crew. Senzafreni Sound System. Dalla Germania, Colonia, arriveranno Dj Ingo, Pow Pow Movement. ll punto di ritrovo in quota è la Dhr Area, aperta fino a chiusura impianti e raggiungibile a piedi, con il Dhr FunPark, zona relax, ice/bombardino/brulè bar, consolle e sound system sulla neve per l’esibizione degli artisti della line-up e per tutti i dj riders che vogliono suonare. Appuntamenti per feste ed aperitivi in paese: giovedì 28 gennaio al Tanamalia a Lizzano in Belvedere, venerdì 29 gennaio allo Slap di Vidiciatico e sabato 30 gennaio al Pala Dhr a La Cà.
Sarà inoltre possibile provare attrezzatura e materiale in un punto appositamente allestito. Per l'occasione sono stati realizzati pacchetti da 2 o 7 notti, con o senza ski pass. I pacchetti partono da 95 euro (2 notti pernottamento e colazione) e arrivano fino a 449 euro (7 pernottamenti, colazione + Skipass giornalieri + 14 ore di lezioni snowboard).
Ogni offerta include: tessera per entrare gratis alle serate; servizio navetta per le 3 serate di giovedì venerdì e sabato; sconti per convenzione per lezioni di snowboard. A richiesta si possono seguire lezioni di snowboard e noleggiare tutta l’attrezzatura.
Info www.dancehallriders.com-www.montagnabolognese.it - 051 6166196-393 9756634
Per informazioni: Ufficio Stampa Apt Servizi tel. 0541-430190






Scheda: ecco cosa serve a chi vuole cominciare


-Tavola;
-Attacchi;
-Scarponi;
-Abbigliamento.




TAVOLA
Gli sviluppatori di attrezzi da snow hanno potuto sviluppare tipi di tavole diverse a seconda del tipo di snowboard che si fa', cosi' come succede per gli sci. Possiamo distinguere tre categorie:
... Pagina 2/2 ... -tavole allround (sono tavole arrotondate);
-tavole alpinboard / raceboard (tavole piu' squadrate adatte per le gare);
-tavole freestyleboard (per freestyle quindi per trick e halfpipe).


ATTACCHI
La scelta degli attacchi è piu' semplice rispetto alla tavola anche perchè in commercio ne esistono due tipi:
-Attacchi a piastra: si possono utilizzare con scarponi rigidi da snowboard e dispongono di un sistema di bloccaggio composto da due archetti, uno posteriore e uno anteriore.
-Attacchi a guscio: adatti a freestyle e halfpipe in quanto danno una grande libertà di movimento. Sono soprattutto utilizzati con scarponi morbidi.


SCARPONI
La scelta dello scarpone dipende dal tipo di attacco montato sulla tavola da snowboard.
Gli scarponi sono di due tipi:
-Hardboot o scarponi rigidi: usati insieme agli attacchi a piastra, sono formati da una scarpa esterna e da una interna. Questo tipo di scarpone deve calzare in modo perfetto garantendo ottima sensibilità.
-Softboot o scarponi morbidi: usati insieme agli attacchi a guscio vengono fissati tramite lacci e chiusure a scatto. Sono i preferiti nel mondo del freestyle in quanto consentono grande libertà di movimento.


ABBIGLIAMENTO
L'abbigliamento dello snowboarder è caratterizzato da funzionalità e moda: presenta dei rinforzi nei punti piu' sensibili e critici del corpo come nelle ginocchia o nel fondoschiena. Deve essere comodo e largo in modo da permettere cambi di posizione. Altro rinforzo è presente nei guanti che sono sottoposti continuamente ad usura. Importante è la maschera per proteggere dai raggi ultravioletti e da nevischi.



 Pubblicato da il 22/01/2010 - 3.219 letture - ® Riproduzione vietata

close