Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio in Rajasthan, tra i palazzi dei Maharaja e il deserto del Thar

Pagina 1/2

Non è facile trovare le parole per descrivere il Rajasthan, famoso per le sue ricchezze, per le dimore e gli splendidi palazzi, per le fortezze e i tesori, ricco di storia, arte e cultura.
La terra dei Maharaja evoca il glorioso passato dei re e delle sue genti, la bellezza delle donne e la varietà dei colori, ma anche l’eleganza regale dei regni principeschi situati ai limiti del deserto del Thar, dove i menestrelli e i cantastorie raccontano di villaggio in villaggio gli antichi splendori.
L’esperienza di un viaggio attraverso la terra dei Raja, un paese che non smette di incantare i viaggiatori, si percepisce vivendola direttamente, assaporarndola con tutti i sensi e respirando l’asmosfera romantica dei suoi villaggi nascosti.

EARTH CULTURA E AVVENTURA presenta il Rajasthan attraverso le sontuose fortezze dei Maharaja.
Il viaggio nella terra dai colori comincia da Puskhar, città dai mille templi adagiata sulle sponde del lago sacro, dove si trovano 52 ghat per le abluzioni e i riti di preghiera.
Dopo la visita della città “bianca” Udaipur, la “Venezia d’Oriente”, circondata dalla catena dei monti Aravalli, è prevista una sosta a Ranakpur per visitare lo straordinario santuario jainista Chaumukha dalle 1444 colonne, che lascia estasiati per la minuzia e la raffinatezza degli intarsi nel marmo bianco.
Attraversando le verdi valli della regione più fertile del Rajasthan, si raggiunge Jodhpur con il maestoso Mehranghar Fort, i fastosi palazzi, i cortili, l’interessante museo e il mausoleo Jaswant Thada costruito in marmo bianco, da cui si può contemplare la famosa “città blu”.
La città di Jaisalmer, la “Regina del Deserto del Thar”, prezioso gioiello dell’India, affascina per la magnificenza dei suoi palazzi e dei suoi Haveli, i templi jainisti e le sontuose dimore dei mercanti riccamente scolpite nella pietra arenaria gialla, che le conferiscono il nome di “città d’oro”.
Il viaggio continua in direzione est per raggiungere Bikaner e lo Junagarh Fort, la cittadella fortificata con gli antichi palazzi del Maharaja, sede di uno dei musei più interessanti di tutto il Rajasthan.
Una volta a Jaipur, la “città rosa” capitale del Rajasthan ricca di palazzi, templi, monumenti e animati mercati, si sale verso il Forte Amber a dorso di pacifici elefanti bardati a festa per una visita della fortezza un tempo residenza dei Maharaja di Jaipur.
Sulla via verso Agra, dove sorge il superbo Taj Mahal simbolo dell’India e dell’architettura Moghul e dove si trova il Forte Rosso, ci si ferma a Fatehpur Sikri, cittadella abbandonata di arenaria rossa, che conserva ancora il fascino medievale che la caratterizzava al tempo di Akbar, il più illuminato tra tutti gli imperatori Moghul.

L’artigianato del Rajasthan
Il Rajasthan è uno degli Stati indiani con l’artigianato più ricco e vario, in quanto crocevia di tradizioni secolari. Dai tipici tessuti della regione, generalmente stampati a blocchi o decorati con la tecnica Tie and dye, cioè tinti legando o coprendo con cera a più riprese le aree da non colorare, alle ceramiche che sono prevalentemente a fondo bianco con disegni verdi e azzurri, i colori apotropaici dell’Islam, con disegni di arabeschi, animali o floreali, chiamata Blue Pottery.
... Pagina 2/2 ...Da non dimenticare che alcuni dei più bei gioielli artigianali del mondo vengono dal Rajasthan, celebre per la tradizionale lavorazione dell’argento, così come la vastissima produzione di oggettistica in legno decorata con ottone, intarsiata, laccata o dipinta e la lavorazione delle pelli degli animali, anche del cammello, per produrre un’infinità di articoli deliziosamente decorati, tinti e ricamati.
Un capitolo a parte richiederebbe la tradizione pittorica in Rajasthan, che spazia dai Phad, rotoli di tessuto dipinto a mano che narrano per immagini le avventure di eroi popolari utilizzati dai cantastorie, alle miniature che riflettono i miti e le leggende della ricchissima tradizione locale, regale e religiosa.

CHECK-IN: Rajasthan, i palazzi dei Maharaja e il deserto del Thar
Partenze speciali promozionali, con accompagnatore parlante italiano (min. 8 iscritti):
10 ottobre, 14 novembre, 5 e 27 dicembre 2009
13 febbraio, 27 febbraio, 13 marzo, 3 aprile 2010

Itinerario: Italia, Delhi, Pushkar, Udaipur, Ranakpur, Jodhpur, Jaisalmer, Bikaner, Jaipur, escursione a Forte Amber, Jaipur, Fatehpur Sikri, Agra, Delhi, Italia.
Quota: a partire da Euro 2.190 a persona in camera doppia (per minimo 8/9 partecipanti)
La quota comprende: voli internazionali dall’Italia a Delhi e ritorno, in classe economica; 20 kg di franchigia bagaglio sul volo aereo internazionale; tutti i trasferimenti con mezzi privati con aria condizionata e autista parlante inglese; sistemazione negli alberghi di categoria 4/5 stelle e 5 stelle lusso; trattamento di mezza pensione (cena in hotel) durante tutto il viaggio; da 2 a 7 partecipanti guide locali parlanti inglese (italiano a Delhi, Agra e Jaipur); da 8 partecipanti accompagnatore/guida parlante italiano per tutto il viaggio; biglietti d’ingresso per le visite guidate a monumenti e musei come da programma; escursioni a dorso di elefante ad Amber (Jaipur); escursione in barca sul Lago Pichola (Udaipur); assistenza di personale locale qualificato in tutte le località; guida Polaris “India del nord” di Pierpaolo Di Nardo (una per camera); pochette da viaggio; assicurazione Rischio Zero
La quota non comprende: pasti non previsti e bevande; mance di servizio; eventuali tasse aeroportuali pagabili soltanto in loco (al momento non previste); spese personali (telefono, lavanderia, ecc.); camera per wash and change il 13° giorno a Delhi; tutto quanto non espressamente menzionato.

Per partenze e quote aggiornate visitate il sito www.earthviaggi.it
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close