Cerca Hotel al miglior prezzo

Brasile: Cascate di Iguašu e foresta Amazzonica selezionate tra le possibili 7 meraviglie

Pagina 1/2

Le Cascate di Iguaçu e la foresta Amazzonica sono state selezionate tra le 28 finaliste del concorso “Le sette Meraviglie Naturali del Mondo”. La Fondazione New 7 Words, che organizza il concorso, lo ha annunciato ufficialmente il 21 luglio a Zurigo.
Alla fase successiva del concorso ciascun paese potrà partecipare con una sola meraviglia naturale, a meno che non si tratti di località di cui piú paesi condividono la medesima candidatura. Proprio in virtù di questa regola il Brasile potrà partecipare con due delle sue meraviglie naturali, le cascate di Iguaçu, per le quale divide la candidatura con l’Argentina e la foresta Amazzonica per la quale il Brasile gareggia insieme alla Colombia, all’Ecuador, alla Guyana Francese, al Perù, alla Guyana, al Suriname, alla Bolivia e al Venezuela.

Le due località che rappresentano il Brasile sono in gara con meraviglie naturali quali il Gran Canyon (Stati Uniti), il Vesuvio (Italia), la Grande Barriera Corallina (Australia), il Mar Morto (Israele e Giordania), il Mottarone (Svizzera e Italia), il Kilimangiaro (Tanzania).

Il concorso, che ha avuto inizio nel 2007 con 440 località candidate e 220 paesi partecipanti, terminerà soltanto nel 2011, con l’annuncio finale delle Sette Meraviglie del Mondo. Fino all’inizio di questo mese le votazioni sono avvenute via internet e hanno visto la partecipazione di oltre 100 milioni di navigatori. In una prima fase sono state selezionate 77 meraviglie naturali, in seguito una commissione di specialisti, con a capo l’ex direttore dell’UNESCO Federico Mayor Zaragoza, ha selezionato tra queste le 28 finaliste. Da adesso la votazione continuerà via internet fino all’elezione delle sette meraviglie vincitrici.

I criteri usati per la selezione sono stati, la bellezza, la particolarità, l’importanza ecologica, il valore storico e la localizzazione geografica. Il Brasile ha partecipato al concorso internazionale con la candidatura di sette delle sue bellezze naturali: l’arcipelago di Fernando da Noronha, la foresta Amazzonica, le cascate di Iguaçu, il monte Roraima, il Pantanal, la Chapada Diamantina e i Lençóis Maranhenses.

Alcune informazioni sulle località che hanno vinto questa fase della selezione:

Le cascate di Iguaçu (nello stato del Paraná)
... Pagina 2/2 ...
Il fiume Iguaçu forma il più grande complesso di cascate al mondo, in un area morfologica di orgine vulcanica unica al mondo che risale a 250 milioni di anni fa. Le cascate sono in tutto 270 con un altezza che va dai 40 agli 80 metri e ricoprono un area di oltre 2.700 metri. La cascata più alta è la Garganta do Diabo, la Gola del Diavolo, al confine tra il Brasile e l’Argentina. Le cascate sono circondatate da due parchi nazionali (uno per ciascun paese) che proteggono la bellezza di una fauna e di una flora composta da specie rare nel cuore della foresta tropicale.

Due attrazzioni imperdibili sono il Parque das Aves (Parco degli Uccelli) e la Diga Idroelettrica di Itaipu. Gli amanti dell’adrenalina potranno invece scegliere tra una gita in rafting, una discesa in corda doppia o in tirolesa sul fiume Iguaçu. Ma per i più coraggiosi il programma ideale è immergersi nelle acque delle cascate del fiume Iguaçu. La gita inizia alla cascata detta Salto do Macuco dove i turisti si imbarcano su dei gommoni che attraversano i canions fino a raggiungere le cascate.

Il Rio delle Amazzoni e la foresta Amazzonica

L’Amazzonia comprende un’area di sette milioni di chilometri quadrati, di questi quasi cinque milioni e mezzo sono occupati dalla foresta Amazzonica. La collocazione strategica dell’Amazzonia fa si che essa si estenda sul territorio di nove Stati differenti.
Il Rio delle Amazzoni è il fiume più grande del pianeta per volume d’acqua e la foresta rappresenta oltre la metà di quello che è rimasto delle foreste tropicali sulla terra.
Oltre alla vegetazione la foresta Amazzonica conserva il più ricco patrimonio di biodiversità del mondo. Nelle foreste di questa regione si trovano infatti il 60% delle forme di vita del pianeta, ma si calcola che solo il 30% di queste siano conosciute dagli scienziati. La foresta Amazzonica si estende sul territorio di nove Paesi.

 Pubblicato da il 03/08/2009 - 6.198 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close