Cerca Hotel al miglior prezzo

La Borgogna in bicicletta, tra vigneti e canali

Son ben 872 i chilometri ciclabili che attraversano la Borgogna, regione storica della Francia dalla forte vocazione vitivinicola, patria di denominazioni eccellenti come Chardonnay e Pinot Nero, frutto di un terroir e un microclima davvero unico.

Un reticolo di canali che si infiltra tra paesaggi disegnati da vigneti e punteggiati di villaggi caratteristici, castelli, abbazie e cappelle raccolte; un panorama bucolico tra la Loira e la Soana che vale la pena scoprire a ritmi lenti, magari in sella alla bicicletta per godersi tutto il meglio di una vacanza rilassante, in piena sicurezza all’aria aperta.

Programmare un’escursione in bicicletta è davvero molto semplice, la regione vanta una rete incredibile di canali attrezzati per le due ruote e greenways che si allungano su vecchie linee ferroviarie. Gli itinerari sono consigliabili a tutti, anche ai bambini, perché non prevedono grandi dislivelli e interessano piccole strade poco trafficate o piste ciclabili.

Oltre 800 chilometri di itinerari ciclabili


La rete di greenways e veloroute si divide in una serie di percorsi che attraversano tutta la regione; si può iniziare scoprendo la storica capitale, Digione, con un giro tra le vie della città, oppure si può seguire il Canale di Borgogna che si allunga da Auxerre a Digione, al 90% percorribile su alzaie e greenways. La Voie des Vignes scivola tra vigneti nobili e denominazioni leggendarie come Côte de Nuits e Côte de Beaune, tra villaggi famosi come Santenay e Chalon, dove l’itinerario si ricollega con il Canal du Centre che attraversa la Borgogna meridionale e porta alla scoperta della Vallée de la Céramique e della Villa Perrusson.

All’altezza della storica basilica romanica di Paray-le-Monial, il percorso si incrocia con l’itinerario che segue il canale laterale della Loira. Quindi si può pedalarwe fino a Decize o fermarsi a Saint-Léger-des-Vignes, dove staziona il famoso rimorchiatore utilizzato in passato per trainare chiatte dal canale del Nivernais al canale laterale della Loira.

Il percorso che si snoda lungo il canale di Nivernais interessa al 90% greenways e si allunga da Decize a Auxerre, toccando cittadine affascinanti come Châtillon-en-Bazois e Clamecy.
Il sud della Borgogna si può esplorare infine con un tour ad anello da Chalon a Mâcon che segue in parte la Voie Bleue lungo la Saona.

Come organizzare le escursioni in bicicletta: Accueil Vélo


Le principali città sui percorsi sono collegate a Parigi da treni che accettano il trasporto della bicicletta, mentre il marchio Accueil Vélo è garanzia di servizio e accoglienza ciclistica e può indicare una struttura ricettiva, una società di noleggio biciclette, un servizio di riparazione biciclette, un ristorante, un ufficio del turismo o anche un sito turistico. Le strutture ricettive (campeggi, hotel, lodge, camere per gli ospiti) si trovano a meno di 5 chilometri dal percorso e offrono un garage chiuso per la bicicletta.

Sul sito France Vélo Tourisme è possibile trovare tutte le informazioni per pianificare la propria vacanza in assoluto relax e scaricare la traccia GPX.

Per informazioni:

Ente del turismo: www.france.fr
Ente Turismo della Borgogna: www.bourgogne-tourisme.com
France Vélo Tourisme: www.francevelotourisme.com/accueil-velo
#ExploreFrance #FromHome

Cortesia Foto: Alain DOIRE / Bourgogne-Franche-Comté Tourisme
  •  

 Pubblicato da il 22/03/2021 - - ® Riproduzione vietata

02 Dicembre 2021 Costa Azzurra: tante idee per un inverno ...

Sono davvero tante le idee green e slow presentate durante l’evento ...

NOVITA' close